Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

BLOG TOUR & GIVEAWAY: “PROFILO GRECO” DI EMILIANO DI MEO – TERZA TAPPA

blog-tour-emiliano

 

Benvenuti a questa terza tappa del Blog Tour “Profilo Greco” di Emiliano Di Meo, che sarà ospite del nostro Blog con un’intervista a tutto tondo, dove ha messo a nudo per noi i suoi pensieri per ciò che riguarda la scrittura, l’amicizia e la politica. Ringraziamo Emiliano perché, con le sue parole schiette e sobrie, ci permette di sbirciare nella sua vita e nel suo mondo, regalandoci un pezzetto dell’uomo, che è l’altra faccia del bravo autore che tutti noi conosciamo. Venite a scoprirlo in questa intervista esclusiva per Tre Libri Sopra Il Cielo.

 

Ciao Emiliano e benvenuto. Parlaci un po’ di te, della tua vita, dei tuoi studi e del tuo fidanzato, che noi siamo curiose. Dopo arriveranno le domande serie, ma come rompighiaccio, dicci qualcosa su di te.

Ciao a tutte, sono una frana in queste situazioni ma ci provo. Per rompere il ghiaccio posso dirvi che sono un uomo comune quindi decisamente perfettibile, un viaggiatore che ama scoprire nuovi luoghi, un autore con l’ambizione di raccontare la verità su se stesso e sul mondo che lo circonda. Amo la mia città, odio aspettare ma sto cercando di correggermi, sono uno yogi principiante. Sono molto meno umorale di quanto non fossi qualche anno fa ma c’è molto lavoro da fare. Non mangio carne, sono dipendente dalla musica, più invecchio e più mi piace dormire. Mi sono sempre piaciuti gli uomini, fin dall’asilo, e sono innamorato. Di questo però vi dirò pochissimo perché certe cose vanno tutelate. Il mio fidanzato è per tutti quelli che mi seguono semplicemente J e posso dirvi che è la persona che più mi fa inc****re  in assoluto, testardo e pignolo com’è. Ora passiamo alle domande!

3LSC: La scrittura è un’arte, un talento che molti vorrebbero ma pochi possiedono. Tu indubbiamente lo possiedi. Come hai curato questo tuo talento negli anni precedenti alla pubblicazione dei tuoi romanzi? Prima di approdare ad Amazon, come ti rapportavi con la scrittura? Grazie per il complimento! Non saprei dire se si tratta di un talento curato consapevolmente. Scrivere mi è sempre piaciuto, questo sì. Durante l’adolescenza tenevo un quaderno dove scrivevo racconti che, in un certo qual modo, avevano già le caratteristiche dei libri che mi piace pubblicare oggi. Inoltre mi è sempre piaciuto leggere e credo che leggere molto sia fondamentale se si vuole imparare a scrivere bene.

3LSC: La scrittura di norma è in costante evoluzione, e lo dimostra il fatto che dopo una serie di storie che hanno avuto come punto focale i sentimenti e la costruzione di un rapporto, hai pubblicato “Profilo Greco”. È un’evoluzione maturata nel tempo, o è una decisione presa a tavolino, quella di andare fuori da una confort zone che aveva già i suoi lettori affezionati? Non credo alle persone che ti mostrano sempre un solo aspetto del loro carattere, mi inquietano. Tutti noi siamo molto di più, più complessi. Ogni libro voglio rifletta una parte di me ed io non mi sento sempre la stessa persona. Sono un essere umano in evoluzione, un essere umano che si studia e si osserva. Posso essere un uomo super romantico ma contemporaneamente osceno, ci sono momenti in cui mi sento il mondo nel palmo della mano ed altri in cui mi sembro fragilissimo. Possiamo permetterci di essere più cose nello stesso momento pur rimanendo fedeli a noi stessi. Mi definirei mutevole, nell’accezione più positiva del termine. Inoltre non mi piace l’idea che i miei lettori abbiano la possibilità di prevedere cosa verrà dopo. Non mi va assolutamente di essere etichettato come uno scrittore Romance.

3LSC: Da cosa trai ispirazione per le tue storie? Qual è la modalità di costruzione di un romanzo? Ti fai una scaletta o vai di getto? Molto spesso parto dal messaggio. È stato sicuramente così per La Parte Sospesa Del Cuore, per L’Universo Cospira, ma anche per i primissimi Il Chiaroscuro Delle Cose e Voglio Fondermi In Te Come Il Fiume Si Fonde Nel Mare. C’era un messaggio che aveva bisogno di una storia che potesse veicolarlo. Ad ispirarmi è la vita, le persone che amo o ho amato, le storie degli amici che mi circondano. Cuori Ribelli prende spunto da una storia vera che mi è stata raccontata nel cuore della notte in un gay club oltre quindici anni fa mentre L’Universo Cospira da un incontro reale. Tutto quello che avviene nel romanzo fino al momento della telefonata di Gianmarco all’amico è verità. Il resto è frutto della mia fantasia. Scalette non ne ho mai fatte ma se mi viene in mente una scena che mi sembra particolarmente importante la scrivo subito per poi inglobarla nell’opera in un secondo momento. Prendo molti appunti, questo sì.

3LSC: Cos’è per te il blocco dello scrittore? Esiste veramente? O è solo un periodo in cui la mente di chi scrive ha bisogno di una pausa dalle varie voci dei personaggi che gli ronzano in testa? Per me il blocco dello scrittore equivale ad un blocco, o se vogliamo una pausa, nella preziosa abitudine di osservare il mondo che ci circonda. Se mantieni la tua attenzione viva, la curiosità verso il mondo accesa, non dovresti rimanere a corto di storie. Capita però il blocco in corso di scrittura, quando hai due scene fondamentali ma non sai come legarle. Cosa far succedere affinché quanto avverrà nella scena successiva risulti verosimile. Quelli sono i momenti in cui devi prendere le distanze da quanto stai creando e lasciare che il tempo è la vita ti suggeriscano come proseguirla, senza farti prendere dall’ansia di doverlo fare necessariamente entro una determinata data.

3LSC: Come autore auto pubblicato hai tutto il lavoro sulle tue spalle. Dall’inizio alla fine. Marketing compreso, e nel marketing è contemplata anche la tua presenza sui social, che sono il canale principale con il quale costruirsi il proprio pubblico. Che rapporti hai con i social intesi proprio come mezzo di comunicazione e con il pubblico che ti segue? Fino ad un anno fa ero super diffidente. Ero uno dei pochi esseri umani non ancora approdati su Facebook e prima di farlo ho riflettuto per settimane. Il problema è che, anche se qualcuno potrebbe credere il contrario, sono molto riservato ed iperprotettivo. Ad esempio è estremamente difficile che io pubblici la fotografia di una persona amata. I miei affetti sono da tutelare. Questa cosa mi spaventava dei social network. È un po’ come accogliere degli sconosciuti in casa, non sai mai a chi apri la porta. Con le persone che mi seguono però sto creando un rapporto di scambio e confronto che non ha prezzo. Facebook mi ha fatto conoscere gente incredibile, uomini e donne che guardano al mondo con i miei stessi occhi, persone alle quali sento addirittura di voler bene. Amici veri. Si tratta di qualcosa che sto ancora cercando di codificare ma finora posso dire che i pro superano i contro e Facebook mi ha sorpreso positivamente. L’unico mio problema è che non riuscendo proprio a portare avanti un account convenzionale finisco spesso nella mira dei benpensanti che, invece di girare i tacchi e migrare altrove, mi segnalano ogni qual volta posto contenuti più forti.

3LSC: Self publishing e Casa Editrice. Pro e contro secondo te. Il più grande PRO del Self Publishing SERIO è la completa libertà decisionale e la gestione dei tempi. Puoi sentirti il padrone della tua ispirazione senza che ci siano interventi esterni. Ad esempio io non faccio mai leggere i miei romanzi ad altri prima di pubblicarli. Questo non perché non mi interessino altri pareri, tutto al contrario (ad esempio leggo e rileggo le recensioni per cogliere spunti di riflessione), ma perché voglio che quello che i futuri lettori si troveranno tra le mani sia qualcosa che mi rappresenti al 100% e non la mediazione tra ciò che volevo io e quanto mi è stato consigliato da qualcun altro. Il contro maggiore invece, rispetto alla Casa Editrice, è la difficoltà nel farsi conoscere. C’è molta diffidenza in merito agli autori self e lo capisco, anch’io ho acquistato cose illeggibili. Poi il problema è che in questo io non sono particolarmente sfacciato o avventuroso. Diciamo che sono uno spammatore moderato.

3LSC: C’è una storia che vorresti scrivere, ma non hai ancora trovato il giusto momento per metterla su carta? Quella che sto scrivendo in questo periodo. Si tratta probabilmente di una storia, commercialmente parlando, “sbagliata”, ma sarà comunque la mia prossima opera.

3LSC: Spesso, specie nell’ambiente degli autori indie, si parla di adattarsi alle esigenze del pubblico. Caratterialmente potresti, in un eventuale futuro, conformarti alle esigenze di chi legge o manterresti inalterato il tuo stile, con la consapevolezza di non dare ciò che il mercato chiede? Non potrei, non avrebbe senso, non bisogna piegarsi a certi ricatti. Non può farlo l’arte. Non potrei neppure caratterialmente. Se mi fossi lasciato condizionare dal pensiero del “piacerà quello che sto scrivendo?” non avrei trovato il coraggio di pubblicare Profilo Greco che sta riscuotendo un consenso che non avrei immaginato. Scrivere con lo scopo di creare un progetto a tavolino mirato a conquistare pubblico mi annoierebbe. Lo stimolo è proprio nel creare qualcosa di originale e poi vedere cosa accadrà. Scrivere è uno dei modi con i quali esprimo me stesso e la mia persona non può diventare qualcosa barattabile con le leggi di un mercato.

3LSC: Come autore, quanto conta il supporto di altri autori? Ed esiste veramente il supporto disinteressato? Ho scoperto tramite Facebook che esiste. Ho avuto dimostrazioni di affetto e supporto proprio da parte di altri autori LGBT. Fortunatamente c’è chi capisce una regola di vita fondamentale: quello che ti arriva era destinato a te, quindi non l’hai tolto a nessuno. 

3LSC: Unioni civili. La tua opinione in merito. In questo momento in Italia non mi sento rappresentato da nessuno. La classe politica attuale è ben lontana dai nostri bisogni primari come esseri umani facenti parte di una comunità. Va riconosciuto però che l’ex governo ci ha permesso di fare qualche discreto passo avanti. Possiamo dire che da cittadini invisibili, senza alcun diritto e senza voce, siamo maturati a status di figli della serva. Tutto questo va bene ma non è affatto sufficiente. Voglio quello che mi spetta e non accetto l’idea che una classe politica possa ritenerla una concessione. Voglio che nel momento in cui noi cittadini omosessuali ci vedremo riconoscere tutti i diritti dei quali godono gli altri, nessuno escluso, questo avvenga con la semplice consapevolezza che era dovuto. Non si tratta né di un regalo né di una dimostrazione della generosità altrui.

3LSC: Come vedi te stesso, autore, fra cinque anni? Confesso che è una cosa alla quale non penso mai. Se devo farlo in questo momento però mi piace immaginare che da qui a cinque anni le mie storie siano arrivate ad un pubblico ancora maggiore. Mi piacerebbe sentire di essermi guadagnato il titolo di scrittore, cosa che per il momento non ho ancora raggiunto. 

3LSC: Cosa ti farebbe smettere di scrivere? Se mi rendessi conto che quello che faccio non dovesse proprio piacere a nessuno probabilmente continuerei a scrivere solo per piacere personale, evitando di pubblicare nuovi lavori. Smettere del tutto di scrivere comunque no, fa parte di me. Ho scritto centinaia di lettere, quasi tutte d’amore. Scrivere per me rappresenta la principale forma di espressione. Mi serve per allineare la mente e focalizzare dei punti. Continuerei a farlo in ogni modo.

3LSC: Di questa tua carriera che è solo agli inizi, cosa ricordi con maggiore affetto e cosa vorresti non ricordare affatto? Quello che ricordo con maggiore affetto è la dimostrazione di stima che le persone che leggono i miei libri mi hanno dato proprio pochi giorni fa. Il mio profilo Facebook era stato segnalato per l’ennesima volta da un cuore pavido e questo ha dato vita ad una sorta di insurrezione da parte di alcuni dei miei contatti. È stato molto bello, soprattutto perché inaspettato. Non credevo avrebbero reagito così, hanno addirittura spammato al posto mio! La cosa mi ha lusingato ed emozionato. Si è trattato di un gesto di grande generosità e autentico altruismo. È stato un atto bellissimo e paradossalmente chi mi ha segnalato mi ha fatto un grosso favore. Quindi per il momento non è successo qualcosa che non vorrei ricordare, no. Va bene così. Questa era l’ultima domanda, giusto? Allora grazie a tutte per lo spazio che mi avete concesso e adesso tutte ad acquistare Profilo Greco!

 

 

Eccovi le tappe e le regole per partecipare al Giveaway.

Prima Tappa: 9 febbraio – Le Letture di Anita – Partenza del giveaway e Recensione.

Seconda tappa: 16 febbraio – Romanticamente Fantasy Sito – Citazioni.

Terza Tappa: 23 febbraio –  Tre Libri sopra il Cielo – Intervista.

Quarta Tappa: 2 marzo – M/M e dintorni, l’altro lato del romance – Ambientazione: tour dei luoghi di Profilo Greco.

Quinta Tappa: 9 marzo – Letture Sale e Pepe – Play list.

 

Le regole:

1. Mettere “mi piace” alla pagina dell’autrore: QUI

2. Condividere l’evento – che trovate cliccando QUI – sul vostro profilo, facendo attenzione che la privacy della condivisione sia impostata su “pubblica”.

3. Lasciare un commento nell’evento scrivendo “Partecipo” e aggiungendo il link della condivisione, o eventualmente lo scan).

Ad ogni partecipante verrà assegnato un numero per l’estrazione finale, che avverrà tramite il sito random.org

Il vincitore verrà annunciato il giorno dopo la chiusura del Tour sulla pagina facebook del’autore.

 

3 commenti su “BLOG TOUR & GIVEAWAY: “PROFILO GRECO” DI EMILIANO DI MEO – TERZA TAPPA

  1. Samanta Alfonsi
    23 febbraio 2017

    Una delle cose più belle che abbia mai letto!!!

    Mi piace

  2. Franco Dagger
    23 febbraio 2017

    Bell’intervista! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 23 febbraio 2017 da in Blog Tour, erotico, Intervista con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: