Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “RISVEGLIAMI” – Serie Mates #1 – di Cardeno C. – 28 Febbraio 2017

risvegliami
TITOLO: Risvegliami
TITOLO ORIGINALE: Wake Me Up Inside
AUTORE: Cardeno C.
TRADUZIONE: Barbara Cinelli
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Paranormal
SERIE: Mates #1
E-BOOK:
PREZZO: € 5,99  su Amazon
PAGINE: 248
USCITA: 28 Febbraio 2017
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio

TRAMA: Considerato il più potente mutaforma da generazioni, Zev Hassick è sorpreso e confuso quando si scopre attratto dal suo migliore amico. Il suo molto umano, molto maschio, migliore amico. Un mutaforma deve accoppiarsi con una femmina della sua stessa specie per mantenere la sua umanità, quindi un mutaforma non può essere gay. Eppure tutto gli dice che Jonah è il suo vero compagno.

Mantenere una relazione con l’uomo che ha amato sin dall’infanzia non è facile per Jonah Marvel, ma non lascerà che la distanza o la bizzarra famiglia di Zev si metta di mezzo. Quando una strana malattia inizia ad affliggerlo, la necessità principale è salvare la propria vita e la propria sanità mentale per poter avere un futuro con Zev.

Zev e Jonah sanno di essere destinati a stare insieme, ma devono affrontare tradizioni radicate da generazioni e segreti a lungo sepolti che possono minacciare il loro futuro insieme.

 

avatarDevo fare una premessa, a me Cardeno non è mai piaciuto. Ho tutti i suoi libri, ho provato a leggerli e ogni volta non c’è stato verso che io li finissi. Non ho mai visto nei suoi romanzi quello che vedevano le altre lettrici e mi son sempre chiesta se fosse un problema mio o se fossero semplicemente gusti. Con questo non voglio dire che, d’improvviso, ho avuto un’illuminazione e lo adoro, ma sono finalmente riuscita a finire un libro di questo autore, complice il fatto che fosse un paranormal.

Ma veniamo a noi.

La storia di per sé non ha nulla di originale, chiunque abbia letto libri simili sa che la maggior parte si focalizzano su come conquistare il proprio compagno. La cosa che ho notato e che mi ha stupita è il modo in cui Zev, il protagonista, si sacrifica per amore. Non so voi, ma io noto così tanto egoismo in giro, che vedere come Zev fa di tutto per permettere a Jonah di realizzare i propri sogni, ha un non so che di romantico, a tratti stupido, ma romantico. Amare qualcuno ed essere separati è già devastante, ma quando diventa vero e proprio dolore fisico deve essere insopportabile, basta vedere come si riducono loro due e come rifioriscono quando sono assieme.

Ho trovato ripetitivo continuare a esprimere l’astio dei mutaforma verso gli umani, probabilmente è voluto dall’autore per ricordare al lettore che Zev sta facendo qualcosa di impensabile, sottolineando quanto il suo mondo si basi su regole obsolete (leggasi cosa pensano delle donne, indifese e senza possibilità di esprimere la propria opinione). Il vero problema sta nel fatto che la famiglia non crede al figlio, è assurdo che un mutaforma sia gay e ancora più assurdo è che lo sia l’Alpha, quindi basandosi su credenze che nessuno ha mai messo in dubbio, è per forza Zev che non capisce.

Per quanto questo sia un paranormal, il concetto dell’essere sbagliato è quello che molte persone devono sopportare. Molti, come Zev, devono dimostrare al mondo e a se stessi che non c’è giusto o sbagliato e che l’amore è amore a prescindere da quello che sostengono amici, familiari e società. Ho davvero apprezzato come ha inserito questa parte e come l’ha sviluppata, come Zev spiegava quello che provava e come insisteva per far capire… anche se non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

Le scene di sesso sono veramente dolci, si respira un senso di complicità e appartenenza che a volte fa commuovere. I due protagonisti si rispettano e si amano, si sente tutta la loro attesa sperando nel prossimo incontro, la felicità quando questo avviene e la tristezza quando si devono lasciare. Purtroppo però, per i miei gusti, queste scene sono state troppe. Onestamente avrei preferito leggerne di meno e aver avuto approfondimenti sul clan, altri dettagli sui risvolti che comporta amare qualcuno esterno al gruppo e averlo come compagno.

Per gli amanti del genere è una piacevole lettura e per chi adora Cardeno è un’uscita imperdibile. Persino io sono stata colpita da come Zev fa evolvere, mutare, un branco con vecchie credenze inculcate in sé, trasformandolo in qualcosa di più aperto e contemporaneo.

Spero in una continuazione, voglio proprio sapere che altri cambiamenti riuscirà a portare questo amore. Magari sarà un esempio per gli altri clan e a poco a poco usciranno tutti da quella orribile rigidezza culturale!

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 febbraio 2017 da in Paranormal, Recensione, Romance con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: