Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “PER UN SOLO SOSPETTO” – Serie Davis & Green #2 – di C.K. Harp – 14 Aprile 2017

TITOLO: Per un solo sospetto
AUTORE: C.K. Harp
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
SERIE: Davis & Green #2
E-BOOK: 
PREZZO: € 3,49 su Amazon
PAGINE: 230
USCITA: 14 Aprile 2017
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio

TRAMA: Non è come nasci, ma come muori, che rivela a quale popolo appartieni.
Queste sono le parole che probabilmente ha ascoltato Elan Williams nel corso della sua vita. Ma è durata troppo poco, la sua esistenza, e qualcuno ha posto fine a quei giorni in una maniera atroce.
Il primo caso a West Allis come agente speciale dell’FBI sembra essere complicato per Jaxon Davis, assolutamente privo di soluzioni, eppure risolverlo non ha solo il sapore della giustizia, ma anche della rivalsa. Non può sottrarsi al proprio dovere.
A soli due mesi dal trasferimento a Washington, quindi, per lui è già ora di partire, ma il pensiero di lasciare da solo Landon, il compagno, si mescola al livore per non aver ancora dissolto i fantasmi del passato.
Di entrambi.
E se fosse troppo presto? E se il dolore fosse ancora troppo vivo?
Dall’autrice de La colpa di Dre e Sono solo un ricordo, il secondo episodio della serie Davis & Green.
Perché un solo sospetto può determinare un’intera esistenza.

Inizierò la mia recensione con una domanda che mi sorge spontanea: Signora Autrice, dove accidenti è il seguito? Dov’èèè??? Come avrete capito, la sottoscritta attende trepidante di poter divorare il prossimo libro, perché questo ci lascia in un frangente carico di pathos e nuvoloni all’orizzonte, benché abbia comunque un’adeguata conclusione. Ma facciamo un passo indietro e partiamo dall’inizio.

Questo secondo capitolo comincia due mesi dopo la fine del precedente. Jaxon e Landon si sono trasferiti a Washington e Jax, che ha appena completato l’addestramento, sta per partire in trasferta per risolvere il suo primo caso come agente dell’FBI e la tensione, che è palpabile, ha diverse motivazioni.

Dal punto di vista lavorativo, Jaxon sa che deve fare una buona impressione e dimostrarsi all’altezza delle aspettative che gli pesano addosso, ma soffre ancora, segretamente, per la perdita del suo partner e migliore amico. Né lui né Landon hanno avuto modo, in quei due mesi, di rielaborare e superare gli eventi drammatici che si sono lasciati alle spalle: le incriminazioni, il tradimento di persone fidate, lo sciacallaggio mediatico, i lutti di entrambi… La loro è stata quasi una fuga e sono tuttora in balia degli eventi, la loro relazione neonata non è ancora solida e le paure, le incertezze, le gelosie posso creare gravi danni in questo frangente.

Landon, che è particolarmente fragile e depresso, vive in modo drammatico questa separazione forzata dal suo uomo e ciò lo metterà seriamente in crisi, sia con se stesso che come coppia. A peggiorare le cose, ci sono delle tentazioni (sotto forma di uomini affascinanti e disponibili, pronti a corteggiarli) che pungolano i loro lati più deboli, e cedere sembrerebbe un sollievo…

La loro crisi di coppia fa da substrato alle investigazioni di questo nuovo caso, ambientato in una piccola cittadina omofoba e razzista. Ancora una volta, le investigazioni sono ben gestite e la curiosità di capire chi sia il killer mi ha tenuta incollata, ma – se devo fare un paragone col precedente – direi che nel primo libro la tensione è determinata proprio dalle indagini, mentre qui (a mio parere) è la storia di Jax e Lan, in un crescendo di scontri, che sembra una corrente continua che scorre, tenendo in tensione il lettore.

Accanto ai protagonisti, abbiamo degli interessanti personaggi secondari che avranno modo di stupirci in positivo e in negativo. In particolare, attraverso le riflessioni di Jaxon, possiamo conoscere meglio l’agente speciale Proud, che nel precedente libro aveva offerto a Jax questo lavoro e ora è diventato il suo senior partner.

Lo stile dell’autrice è piacevole e coinvolgente, il ritmo è ben sostenuto. Ho notato alcune imperfezioni sfuggite all’editing, ma francamente non danneggiano in alcun modo la lettura che rimane gradevole.

In attesa di conoscere le sorti dei nostri beniamini e quella del Cattivone del primo libro, vi consiglio di gustarvi questo, perché merita ed è all’altezza del suo predecessore.

2 commenti su “RECENSIONE: “PER UN SOLO SOSPETTO” – Serie Davis & Green #2 – di C.K. Harp – 14 Aprile 2017

  1. C.K.Harp
    24 aprile 2017

    E io ne sonobstra strafelice! Grazie davvero per le bellissime parole, ho quasi paura per il terzo perché… Sarà una sofferenza! Esce presto, prestisssssimo, e non vedo l’ora! Per quanto roguarda Proud… Tenetelo d’occhio bene! 😉
    Grazie di cuore, smackete a tutte voi dello staff!

    Liked by 1 persona

    • foxelyxyz
      24 aprile 2017

      Grazie a te per la bella storia. Siamo tutte felici di sapere che potremo ‘soffrire’ molto presto con il prossimo libro! 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 aprile 2017 da in Contemporaneo, Recensione, Romance, Suspence con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: