Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “JARED: URBAN WOLVES #1” di Leona Windwalker – 8 Febbraio 2017

jared
TITOLO: Jared: Urban Wolves #1
TITOLO ORIGINALE: Jared: Urban Wolves #1
AUTORE:Leona Windwalker
TRADUZIONE: Phoenix Skyler
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Paranormal/Mpreg
SERIE: Urban Wolves #1
EBOOK:
PAGINE: 184
PREZZO: € 3,49 su Amazon (disponibile su Unlimited)
DATA USCITA:8 Febbraio 2017
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio
 

TRAMA: Jared vorrebbe solo festeggiare il suo compleanno e fare nuove amicizie ma, ben presto, si rende conto che andare in giro per locali può essere pericoloso. Non solo, il mondo intero è un posto diverso da quello che pensava. Infatti, scopre che lupi mannari, vampiri e fate sono fin troppo reali.

Tutto gira intorno a Steven Chang, erede Alpha e bravo ragazzo sotto tutti i punti di vista. Lui dice che Jared è il suo compagno. Una rivelazione difficile da metabolizzare, ma forse andrà tutto bene, giacché Steve si dichiara disposto a frequentarlo prima di rendere ufficiale la loro unione. Almeno per un po’. Jared spera soltanto di avere tempo a sufficienza per abituarsi a quello che sta accadendo, possibilmente senza scomparire per mano di misteriosi uomini in nero o a causa di qualche altra stranezza.

Avvertenze contenuto : contiene scene di sesso esplicito non consensuale e linguaggio volgare.

Attenzione: questo è il primo capitolo di una serie e non è autoconclusivo.

elyCome ho già detto in altre mie recensioni, rientro fra quelle persone che apprezzano quando un autore mette degli avvertimenti nella sinossi, perché i possibili lettori facciano scelte consapevoli, adeguate ai loro gusti, senza rovinarsi una storia a metà, magari davanti a una sorpresa sgradita.

Gli argomenti di questo libro mi hanno stuzzicato parecchio, perché – fra le altre cose – ho un debole per le storie fantasy, con mutaforma e altri elementi sovrannaturali, per le M-preg (le gravidanze maschili, chiaramente tramite mezzi magici) e per le trame dove le Anime Gemelle si incontrano.

Il grosso scoglio era rappresentato dal contenuto esplicito non consensuale, un concetto che mi urta parecchio. A tal proposito, vorrei rassicurare quelli che, come me, avrebbero scartato la storia per questo avviso. Sì, qui abbiamo due umani abbietti che usano la bocca del povero, indifeso protagonista per i loro porci comodi, lo fanno in modo volgare ed esplicito, ma la faccenda si chiude lì. Se la cosa vi secca troppo, è meglio saperlo subito e croce sopra, altrimenti vi consiglio di dare una chance a questa storia piacevole, che potrebbe regalarvi qualche ora di intrattenimento.

Purtroppo, la trama inizia proprio così, nel punto più infimo. Jared è un giovane umano, rimasto solo al mondo, trasferitosi a New York in cerca di una nuova vita, di lavoro e amici. È d’animo buono e forse un po’ ingenuo, ma la solitudine lo porta a cercare amicizie e a fidarsi delle persone sbagliate, perché finisce in mano a due individui disgustosi e senza scrupoli.

A salvarlo, prima che l’aggressione degeneri, ci pensa nientemeno che la sua Anima Gemella, il mutaforma Steve, il futuro Alpha dei lupi. Quest’improvviso aiuto stravolge per sempre la vita di Jared che, suo malgrado, si ritrova al centro di un modo sconosciuto, dove esseri magici (mutaforma vari, lupi, vampiri, fate, maghi, folletti…) e umani convivono da sempre, benché i secondi ne siano beatamente ignari.

Per Jared, già scosso dalla violenza subita, non è facile accettare questo cambiamento abissale, nonché decidere se corrispondere o meno Steve solo perché è scritto nel Destino. Eppure, Legame o no, l’attrazione e la complicità ci sono, quindi Jared accetta un suo corteggiamento, prima dell’inevitabile unione.

Anche se i momenti dolci e coccolosi non mancano, in questo primo libro possiamo gustarci un’unica scena d’amore, sensuale e piacevolmente descritta, che lava via il sapore amaro dell’inizio e che segna un punto di non-ritorno per i nostri protagonisti che, in barba alle leggende e alle tradizioni, si ritrovano a metter su famiglia. Non c’è un momento di pace per loro, tra segreti da svelare, minacce da sventare, oscuri figuri che si appostano sotto casa, fate gelose, traslochi improvvisi e amici da aiutare, nozze, cerimonie di successione, corredini e… Non vi basta?

Essendo il primo libro di una saga, c’è molta carne al fuoco e molti personaggi ancora marginali, ma penso che avranno il loro spazio in futuro. Anche i protagonisti, che alternano le proprie riflessioni, meritano ancora maggiore introspezione e uno sviluppo ulteriore del loro rapporto, di cui hanno appena gettato le basi.

La resa italiana è generalmente gradevole, anche se avrei desiderato che i soggetti di alcune frasi fossero più chiari. In un paio di punti, non si capisce bene chi dice (o fa) cosa. Da quanto mi è stato detto, è l’autrice stessa che, nella versione inglese, ama essere un po’ contorsionista nelle idee. L’editing risulta curato, ho notato giusto un paio di imprecisioni, ma nel complesso è buono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 aprile 2017 da in Contemporaneo, Novella, Recensione, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: