Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA… RELAX

ARTE E MUSICA

 

Buongiorno amici e amiche di Tre Libri Sopra il Cielo, questa settimana per la rubrica “Arte e Musica” torniamo a parlare proprio di musica e di “Relax”, brano del gruppo inglese “Frankie Goes to Hollywood”, pubblicato dalla ZTT Records nel 1983.

In principio la band si chiamava “Hollycaust”, ma dopo poco cambiarono nome in “Frankie Goes to Hollywood” e i membri, originari di Liverpool, erano William “Holly” Johnson, Paul Rutherford, Peter Gill, Jed O’Toole e Brian Nash. Ma dopo i primi concerti Jed O’Toole lasciò la band e venne sostituito dal fratello minore Mark.

Il nuovo nome della band è da attribuire a un titolo della rivista “The New Yorker”, ma non è chiaro chi fosse il Frankie al quale il gruppo si riferiva.

“Relax” partì praticamente in sordina, infatti la band inglese era quasi sconosciuta, ma grazie alla pubblicità non voluta della censura riuscì a ottenere un enorme successo, tanto da scalare tutte le classifiche musicali, e nel Regno Unito fu uno dei singoli più venduti con oltre 1,9 milioni di copie, diventando il settimo singolo più venduto della storia della discografia britannica.

Il brano fu incluso, in seguito, nell’album “Welcome to the Pleasuredome” del 1984 e quando “Relax” venne pubblicato negli Stati Uniti ebbe lo stesso andamento avuto in Europa, partendo dai bassifondi della classifica per scalare posizioni e arrivare in top ten.

Sempre grazie alla censura del brano da parte di TV e radio, a causa del testo provocatorio con espliciti riferimenti sessuali, la band “Frankie Goes to Hollywood” venne portata alla ribalta e al successo.

La ZTT Records volle nella propria scuderia la band inglese dopo che il cofondatore dell’etichetta, Trevor Horn, vide il gruppo esibirsi in una trasmissione televisiva, in cui portarono proprio una primissima versione di “Relax”, che era più un jingle che una canzone, ma Horn decise di lavorarci su ugualmente.

Realizzò una base musicale molto più elettronica di quanto fosse stata pensata inizialmente per il brano, avvalendosi dell’assistenza di J.J. Jeczalik degli “Art of Noise. La nuova versione fu realizzata negli studi di West London mentre il gruppo era ancora nella loro città natale, Liverpool, e soltanto il cantante principale del gruppo, Holly Johnson, partecipò effettivamente alla registrazione del disco.

Paul Morley, altro cofondatore dell’etichetta, puntò la campagna di marketing per il lancio del gruppo, sull’impatto shockante che l’aperta omosessualità del cantante Holly Johnson e del cantante-ballerino Paul Rutherford avrebbe avuto sulla gente. Una campagna pubblicitaria molto trasgressiva per l’epoca, che iniziò su alcune riviste britanniche in cui l’ambigua immagine di Holly Johnson e Paul Rutherford, vestiti da marinai era accompagnata dalla scritta “All the Nice Boys Love Sea Men” (“Tutti i bei ragazzi amano i marinai”), seguita da “Frankie Goes to Hollywood are coming… making Duran Duran lick the sperm off their shoes… Nineteen inches that must be taken always” (“Frankie Goes to Hollywood stanno venendo… e faremo leccare ai Duran Duran lo sperma dalla loro scarpe… diciannove pollici che devono essere sempre presi”).

Un’altra serie di pubblicità invece recitava “Theories of bliss, a history of Liverpool from 1963 to 1983, a guide to Amsterdam bars” (“Teorie della felicità, una storia di Liverpool dal 1963 al 1983, una guida ai bar di Amsterdam”).

Tutti questi “scandali” contribuirono al successo dei “Frankie Goes to Hollywood”, anche se la BBC nel Gennaio del 1984 decise di non trasmettere più il brano alla radio a causa del testo troppo esplicito.

La band interpretò il brano al “Top of the Pops” ed in meno di una settimana il singolo giunse alla sesta posizione, ma uno speaker della BBC Radio1 annunciò di non voler più trasmettere “Relax” per via del testo, inconsapevole del fatto che la BBC fosse giunta alla stessa decisione. Il brano fu suonato soltanto durante gli show notturni, ma nonostante questi divieti giunse alla prima posizione della classifica e Top of the Pops (a cui era stato esteso il divieto di suonare il brano), concludeva la propria classifica annunciando la prima posizione, ma mandando in onda un’altra canzone della classifica.

Il singolo rimase in vetta per cinque settimane consecutive per poi cominciare il proprio naturale declino, ma quando venne pubblicato “Two Tribes”, secondo singolo della band inglese, che si piazzò alla prima posizione, anche “Relax” ebbe una nuova iniezione di popolarità giungendo nuovamente in top ten e piazzandosi in seconda posizione.

Sicuramente, precedentemente, ci furono altri artisti che fecero scandalo, ma negli anni ’80 era la prima volta che un brano di successo, che piaceva alle masse, veniva censurato in maniera così forte.

“Relax” fu ripubblicato nel 1993 e debuttò nella classifica britannica alla sesta posizione, raggiungendo la quinta la settimana seguente; successivamente il singolo venne nuovamente pubblicato nel 2001.

Furono realizzate diverse versioni del video di “Relax”, la prima versione ufficiale è diretta da Bernard Rose ed è ambientato in un gay bar a tema sadomaso e fu censurato sia da MTV che dalla BBC. La seconda versione del video, diretta da Godley & Creme, vedeva il gruppo esibirsi su un palco, ma a causa della censura sul testo non fu mandata in onda da nessun programma musicale dell’epoca.

Fu realizzata una terza versione che includeva spezzoni del film “Omicidio a luci rosse” di Brian De Palma, mentre una quarta e ultima versione vede esibirsi il gruppo dal vivo in un concerto ed è diretta da David Mallet.

A voi il video originale di “Relax” dei “Frankie Goes to Hollywood”.

RELAX

 Oh oh
Wee-ell-Now!

Relax don’t do it
When you want to go to it

Relax don’t do it
When you want to come
Relax don’t do it
When you want to come
When you want to come

Relax don’t do it
When you want to to go to it
Relax don’t do it
When you want to come
Relax don’t do it
When you want to suck to it
Relax don’t do it
When you want to come
Come-oh oh oh

But shoot it in the right direction
Make making it your intention-ooh yeah
Live those dreams
Scheme those schemes
Got to hit me
Hit me
Hit me with those laser beams

I’m coming
I’m coming-yeah

Relax don’t do it
When you want to go to it
Relax don’t do it
When you want to come

Relax don’t do it
When you want to suck to it
Relax don’t do it (love)
When you want to come
When you want to come
When you want to come
Come-huh

Get it up
The scene of love
Oh feel it

Relax
Higher higher

Hey-
Pray

A voi la terza versione del video di “Relax”.

RELAX (Traduzione)

Oh oh
Beeeene-adesso!

Relax, non farlo
quando vorresti andarci
relax non farlo
quando vuoi venire
relax non farlo
quando vuoi venire
relax non farlo
quando
Relax, non farlo
quando vorresti andarci
relax non farlo
quando vuoi venire
relax non farlo
quando vuoi succhiarlo
relax non farlo
quando vuoi venire
venire- oh oh oh

lancialo nella giusta direzione
fai che sia nelle tue intenzioni
vivi quei sogni
progetta quei piani
colpiscimi
colpiscimi
colpiscimi con quei raggi laser

sto arrivando
sto arrivando

Relax, non farlo
quando vorresti andarci
relax non farlo
quando vuoi venire

relax non farlo
quando vuoi succhiarlo
relax non farlo (amore)
quando vuoi venire
quando vuoi venire
quando vuoi venire
venire -huh

alzalo
il luogo dell’amore
sentilo

relax
più alto, più alto

hey
prega

FONTI: https://it.wikipedia.org/wiki/Relax_(Frankie_Goes_to_Hollywood)

http://www.youtube.com

http://www.rewindottanta.it/frankie-goes-to-hollywood-relax/

http://www.angolotesti.it/F/testi_canzoni_frankie_goes_to_hollywood_3153/testo_canzone_relax_113831.html

Tonyella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 maggio 2017 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: