Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “QUANDO SI POSA LA POLVERE” – Serie Tempo al tempo #3 – di Mary Calmes – 11 Luglio 2017

 

TITOLO: Quando si posa la polvere
TITOLO ORIGINALE: When the dust settles
AUTORE: Mary Calmes
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
TRADUZIONE: N.A.M.
COVER ARTIST: Reese Dante
GENERE: Cowboy
SERIE: Tempo al tempo #3
PAGINE: 110
E-BOOK:
PREZZO: $ 4,99 su Dreamspinner 
USCITA: 11 Luglio 2017
 LIVELLO DI SENSUALITA‘: Medio

TRAMA: Quando Glenn Holloway dichiara la propria omosessualità alla famiglia, la sua vita viene sconvolta. Per aggiungere al danno la beffa, se ne è andato via dal ranch in cui è nato e cresciuto per aprire il ristorante che ha sempre desiderato. Senza alcun aiuto da parte del padre e del fratello, e troppo orgoglioso per accettare una mano da chiunque altro, ha dovuto ricominciare da zero. Col tempo le cose hanno iniziato a funzionare: Glenn ha avviato un’attività di successo, si è costruito una nuova casa e ha creato una vita di cui essere orgoglioso.

Nonostante i successi, però, il suo allontanamento dalla famiglia, gli Holloway, è ancora una ferita che non riesce a guarire. Rendere un favore si trasforma nel suo peggiore incubo. Per mantenere la parola data, infatti, Glenn ritorna alle sue radici, dove è costretto ad avere a che fare con il fratellastro Rand Holloway e si ritrova faccia a faccia con Mac Gentry, un uomo che lo affascina fin troppo. Tutto potrebbe finire in un disastro: sia i tenui legami familiari, sia quel desiderio che non sapeva di avere nel cuore.

 

Siamo finalmente giunti alla storia di Glenn, dopo le anticipazioni del romanzo precedente, dove lo abbiamo conosciuto nel bene e nel male. Al primo apparire infatti non ha certo suscitato molta simpatia, essendo stato complice più o meno volontario del padre Rayland nel suo tentativo di accaparrarsi dei pascoli a discapito del “nipote” Rand, ma durante il rodeo il suo vero animo è stato evidente a tratti, incuriosendomi e facendomi desiderare di conoscerlo meglio, possibilmente in una storia tutta sua.

In questo romanzo lo ritroviamo dopo qualche anno, ormai lontano dal ranch di suo padre e praticamente da tutta la famiglia Holloway. Anzi, la scoperta scioccante della paternità di Rayland su Rand non ha unito la famiglia: Glenn ha aperto un ristorante nel nuovo resort ma si è allontanato sia dal padre (egoista e opportunista come sempre) che dal fratello Zach, che ora lavora nel ranch di Rand, e con quest’ultimo non ha quasi rapporti, forse per il carattere duro di Rand ma, come scopriamo presto, anche Glenn ha le sue colpe.

L’allontanamento dalla famiglia d’origine, con le sue aspettative tradite e le delusioni accumulate, gli ha però regalato una nuova e variegata famiglia nel suo ristorante, un gruppo di personaggi unici e pieni di problemi che lui ha accolto e protetto e che ora non hanno solo bisogno di lui, ma lo amano e lo supportano.

L’aiuto dato da Stefan per la creazione del ristorante lo porta ora a sdebitarsi con il ranch, rispondendo alla richiesta di aiuto di Rand, bisognoso di uomini per la transumanza di una mandria durante un week end, nonostante la sua riluttanza a frequentare lui, Zach e, soprattutto, il sovrintendente Mac, affascinante e burbero cowboy con cui non ha un buon rapporto, anche se praticamente non si conoscono.

Il viaggio non sarà certo indolore e gli scontri tra i tre Holloway non mancano, ma più per equivoci e mancanza di tatto che per vero astio o cattiveria, mentre Mac sembra fin troppo accomodante e interessato a Glenn: ma non era etero? Freddo, fatica e incidenti inaspettati uniscono e poi dividono Glenn e Mac, mentre non tutto al ranch Red Diamond è perfetto e un pericolo inaspettato grava sulla famiglia di Rand e Stefan.

Buon romanzo con una perfetta alternanza di introspezione e avventura, colpi di scena e vita tipica dei cowboy; sono stata felice di rivedere personaggi amati e conosciuti nei due precedenti romanzi, tra tutti il fantastico Rand e il sempre unico Stefan, vedere le loro vite dopo qualche anno inserite nella normalità di una vita comune; nuovi personaggi mi hanno colpita, tra tutti la transgender Josie e il socio Kevin e per ultimi Bella, il bellissimo cane di Stefan e Juju la cavalla particolare di Glenn.

2 commenti su “RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “QUANDO SI POSA LA POLVERE” – Serie Tempo al tempo #3 – di Mary Calmes – 11 Luglio 2017

  1. Lexie
    5 luglio 2017

    Salve ho una curiosità da chiedervi voi che avete letto già il libro. Nei precedenti libri della serie il personaggio di Mac aveva si chiamava Chapman, mentre in questo terzo libro vedo dalla trama che il cognome è Gentry. Ma sono due personaggi diversi o è stata una svista dell’autrice?

    Mi piace

    • selvaggia
      5 luglio 2017

      Ciao Lexie, da quanto ci è dato sapere sono due personaggi diversi, però non ne siamo proprio sicurissime. Appena avremo una risposta più precisa, te lo faremo sapere. Kiss

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: