Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “UN’OCCASIONE DI SECONDA MANO” – Serie Tucker Springs #2 – di Heidi Cullinan e Marie Sexton – 10 Luglio 2017

TITOLO: Un’occasione di seconda mano
TITOLO ORIGINALE: Second Hand
AUTORE: Heidi Cullinan e Marie Sexton
TRADUZIONE: Raffaella Arnaldi
SERIE: Tucker Springs #2
CASA EDITRICE: Triskell Editore
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 4,49  su Amazon
PAGINE: 224
USCITA: 10 Luglio 2017
LIVELLO DI SENSULITA’: Medio

TRAMA: JPaul Hannon si è trasferito a Tucker Springs per la sua fidanzata, ma lei lo ha lasciato con una casa troppo costosa da mantenere e un ripostiglio pieno di gadget inutili. Tutto ciò che Paul vorrebbe è tornare alla normalità, anche se non sa più bene cosa voglia dire questa parola. Un giorno, vagando per Tucker Springs alla ricerca di un regalo per riconquistare Stacey, incontra El Rozal, proprietario di un banco di pegni e cinico di prima categoria.

El Rozal non è tipo da relazioni, specialmente con ingenui ragazzi etero che ancora si struggono per la loro ex. Certo, si guadagna da vivere occupandosi di roba scartata da altri, ma la definizione non include gli uomini. Eppure, quando Paul comincia a fare pulizia nella sua vecchia vita, impegnando arnesi da cucina che non ha mai realmente voluto possedere, El si scopre attratto da lui suo malgrado.

I due non hanno niente in comune se non un passato pieno di delusioni. Non c’è ragione di pensare che possano stare insieme, ma secondo la filosofia di El, i rifiuti di un uomo sono il tesoro di un altro. Quando si tratta d’amore, El e Paul impareranno che seconda mano non vuole per forza dire seconda scelta.

 

Paul è stato lasciato dalla fidanzata storica Stacey, suo primo e unico amore dai tempi del college; la “simpatica” ragazza lo ha convinto ad affittare una costosa casa piena di difetti e problemi ma, dopo aver preso e preteso l’impossibile, lo ha mollato dall’oggi al domani per un artista suo simile.

Ora Paul è solo in una casa che non ama, senza soldi, sommerso da costosi e inutili oggetti comprati per la sua ex, tra cui l’anello di fidanzamento che lui tiene sul comodino e guarda con nostalgia, sperando sempre in un suo ritorno e in una (improbabile) riconciliazione.

Per passare il tempo e risollevarsi il morale, aderisce a un concorso per il miglior giardino del quartiere e per ottenere il denaro per il progetto inizia a frequentare il banco dei pegni di El, un cinico e bel ragazzo latino che, nonostante sappia dall’inizio che Paul è etero, rimane colpito da lui e ben presto inventa mille scuse e opportunità per incontrarlo.

Purtroppo Paul è ancora infatuato della sua ex e accetta le sue bizze e il suo egoismo, non volendo accettare la fine della sua storia d’amore anche se, giorno dopo giorno, inizia a capire che forse questo grande amore era solo un’illusione.

El non ha mai creduto nell’amore e nelle relazioni durature, ha una famiglia grande e amorevole ma chiassosa e piena di problemi: una madre con un disturbo compulsivo, una sorella perennemente in cerca dell’uomo perfetto, due fratelli con rispettive famiglie, uno zio burbero e impiccione e una nonna amorevole e comprensiva.

L’incontro con il giovane e timido Paul scombussola il suo tranquillo, ma non felice tran-tran. Nonostante l’inesperienza del ragazzo e pur al corrente dei suoi tentativi per riconquistare la ex, El non desiste e lo corteggia velatamente, intuendo che forse non è proprio solo etero come appare o come crede di essere.

Un’ubriacatura provvidenziale scopre le carte e mette davanti agli occhi di Paul la verità: sarà capace di affrontarla e accettarla? La sua ex riuscirà a rovinare tutto? Sarà finalmente la prima scelta di qualcuno, dopo un lavoro di ripiego e una ragazza indecisa che sembrava accontentarsi rimanendo con lui?

Lo spunto di questo romanzo forse non è originalissimo ma non è banale, i protagonisti sono ben strutturati e credibili, come anche tutti i personaggi secondari (menzione speciale per Stacey, la ex). La trama  ha parti molto coinvolgenti, a volte tristi, a volte divertenti, e anche commoventi e molto sexy. Il “gay for you” mi lascia sempre un po’ perplessa, ma non in questo romanzo essendo le autrici brave a farci immedesimare nell’animo del protagonista, capitolo dopo capitolo, senza colpi di scena improvvisi e poco credibili.

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: