Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “UN ORSO A PARIGI” di Max Vos & K.C. Wells – 28 Luglio 2017

TITOLO: Un orso a Parigi
TITOLO ORIGINALE: A Bear in Paris
AUTORE: Max Vos & K.C. Wells
TRADUZIONE: Francesco Balestri
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 2,99 su Amazon
PAGINE: 124
USCITA: 28 Luglio 2017
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Alto
LINK PER L’ACQUISTO:  Un Orso a Parigi
 

TRAMA: Per Rhett Beaumont il sogno di una vita è sempre stato quello di visitare Parigi, la città dell’amore. Grazie ai suoi genitori sente un forte legame con quella città, forte abbastanza da convincerlo a partire. Sfortunatamente, è costretto a vedere la città da solo, il suo cuore spezzato non si è ancora ripreso dall’ultima storia finita male.

Quando però la sua predilezione per la pasticceria francese gli fa incontrare un eccitante chef, una passione di ben altro genere comincia a divampare. Riuscirà Luc Le Monnier, chef di dolci francesi, a guarire il cuore di Rhett? Cosa accadrà quando Rhett dovrà tornare a casa, a Charleston?

Sarà solo un amore estivo… o qualcosa di più?

 

Protagonista di questo libro è Rhett, un ragazzo americano che si appresta a vivere per un mese a Parigi, un sogno che finalmente si avvera per lui che da sempre desiderava vedere questa splendida città.

Città a cui si sente molto legato, e con la quale sente una connessione intangibile, frutto anche dei ricordi dei suoi genitori che proprio a Parigi hanno trascorso la loro luna di miele. Qui vivrà immerso nella comunità parigina, assaporandone i sapori e gli odori e conoscendone le caratteristiche che rendono Parigi così magica.

Quello di Rhett è un viaggio che ci coinvolge come se fossimo insieme a lui, passeggiando per la città e assaggiando dei favolosi pasticcini. Incontrerà anche Luc, un bellissimo pasticcere parigino con cui passerà delle giornate indimenticabili che rapirà, oltre alla gola, anche il suo cuore.

Quella di “Un orso a Parigi” è una storia molto dolce e romantica, forse un po’ sbrigativa, ma che renderà molto felici gli amanti del vissero tutti felici e contenti. Quello che amo di più però in Vos sono gli epiloghi e qui non fa eccezione: sempre collocati molto in là nel tempo, ci permettono di vedere la vita “dopo”, il trantran quotidiano, l’evolversi di una storia iniziata molti anni prima. È un tratto distintivo che amo molto e apprezzo sempre, rende il distacco dai protagonisti un po’ meno traumatico.

Passiamo però alle noti dolenti: devo premettere che io adoro Vos e Wells, di Vos ho letteralmente divorato ogni suo libro uscito in italiano e anche qualcuno in inglese, anche se controversi o con tematiche piuttosto ambigue. Adoro il suo parlare schietto, senza peli sulla lingua. Ed è per questo che sono doppiamente deluso da questo ultimo libro che secondo la mia opinione non ha ricevuto le dovute attenzioni, soprattutto per due autori di questo calibro.

Innanzitutto la traduzione: sono andato a leggermi la versione originale in inglese per sicurezza e ho trovato, in quella italiana, una traduzione troppo letterale che ha fatto sì che la resa in italiano non fosse abbastanza fluida e omogenea. Questo ha reso la lettura difficoltosa, specialmente nella prima metà del libro. Nella seconda metà infatti ho notato un notevole miglioramento e una traduzione molto più scorrevole.

Ho trovato, con grande rammarico, anche numerosi refusi che risultano davvero fastidiosi, perché in qualche caso stravolgono completamente il senso di una frase e il suo significato. Complessivamente quindi ho trovato una storia molto dolce e romantica, ma un testo sporco, poco curato, come se la fretta avesse prevalso sull’intero lavoro di editing che, in alcune parti, sembra addirittura assente.

Sono incerto se consigliarlo e me ne dispiace, perché Vos e Wells sono due bravissimi autori e la storia è molto carina, ma questo libro meritava sicuramente una revisione più accurata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 agosto 2017 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: