Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “P.O.W. – Prigioniero di Guerra” di Max Vos – 4 Settembre 2017

TITOLO: P.o.w. – Prigioniero di Guerra
TITOLO ORIGINALE: P.O.W.
AUTORE: Max Vos
TRADUZIONE: Debora Tessari
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 3,36 su Amazon
PAGINE: 165
USCITA: 4 Settembre 2017
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Altissimo (ma con Warning)
LINK PER L’ACQUISTO:  P.O.W. (English Edition)
 

TRAMA: Dopo essere stato fatto prigioniero da un signore della guerra talebano, riuscirà Sam Stone a resistere abbastanza a lungo da riportare dalla famiglia il suo migliore amico e trovare l’amore tra le braccia di Abbas, il bellissimo arabo dagli occhi blu?

Sam Stone è innamorato di Benoit, migliore amico e compagno Marine, da molto tempo. Dopo che un signore della guerra talebano li cattura realizza che darebbe la sua vita per riportare Benoit dalla sua famiglia. Ma è solo grazie ad Abbas, l’arabo occidentalizzato che gli ha rubato il cuore, che Sam e Benoit riescono a raggiungere la libertà. Adesso Sam deve imparare a riconoscere il vero amore e guarire non solo per se stesso, ma anche per i due uomini di cui è profondamente innamorato.

WARNING: Abusi sessuali e torture

 

In pieno stile Vos, questo libro non è per tutti: è violento, per stomaci forti, per chi non si spaventa a leggere di scene di tortura e abusi sessuali.

Samuel Stone e Dominique Benoit sono due marines e, durante un giro di ricognizione, cadono in un’imboscata e vengono fatti prigionieri dai talebani, che li sottopongono a torture brutali per conoscere le loro intenzioni. Gli viene fatta ogni sorta di violenza, e proprio durante questa prigionia conoscono Abbas, che credono inizialmente essere uno dei torturatori, ma che ben presto scoprono essere un prigioniero, esattamente come loro.

Molte sono le scene di tortura e di violenza, le più difficili da leggere sono sicuramente quelle che descrivono i numerosi abusi sessuali che Stone e Benoit devono sopportare, non solo dai loro carcerieri, ma che sono costretti a compiere anche tra di loro. Ma Stone e Benoit, da veri marines, non si piegano mai, sono stoici, coraggiosi, sopportano di tutto pur di non tradire il proprio compagno e il loro paese.

Stone è quello, tra i due, che cerca di mantenere più di tutto la stabilità mentale di Benoit, messa a dura prova dalle torture e dagli abusi che lo rendono sempre più furioso e desideroso di vendetta. Tra i due uomini c’è un sentimento profondo di amicizia e anche di amore, ma solo da parte di Stone; sa che Benoit è etero e non lo ricambia, anche se è legato a lui attraverso appunto un sentimento molto profondo.

Con Abbas invece l’attrazione e i sentimenti sono subito molto chiari, anche se la situazione in cui si trovano è drammatica. Abbas cerca di aiutarli come può, ma sarà solo grazie al lavoro di squadra che riusciranno a scappare.

Archiviata questa tragedia, Stone e Abbas riescono a crearsi una vita insieme, e anche Benoit ne farà parte, anche se non da subito e non proprio come un terzo. Proprio la dinamica dei tre personaggi è abbastanza nebulosa in realtà: la caratterizzazione dei protagonisti è lasciata un po’ al caso e proprio Benoit è quello che capiamo meno. Si dichiara etero fino allo sfinimento, ma poi si trova coinvolto, volontariamente, tra gli altri due, ma non si capisce se è innamorato, infatuato o cerca solo conforto dopo quello che è successo.

L’epilogo poi, dopo tutte le tragedie e le violenze, è molto sbrigativo, l’ho trovato poco approfondito, specialmente dopo aver conosciuto i personaggi solo attraverso la prigionia e le torture; avrei voluto leggere qualcosina in più della loro vita e della dinamica del loro rapporto.

Lo consiglio a chi ama i libri duri, dark, e a chi non si impressiona davanti a scene di violenza inaudita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 ottobre 2017 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: