Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “HUNTING” – Alan & Clive Story #2 – di Dawn Blackridge – 20 Ottobre 2017

TITOLO: Hunting
AUTORE: Dawn Blackridge
CASA EDITRICE: Self Publishing
SERIE: Alan & Clive story #2
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 2,99 su Amazon
USCITA: 20 Ottobre 2017
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Basso
 

TRAMA: La storia di Alan e Clive sembra proseguire senza intoppi, una nuova casa, una nuova vita, il loro amore più forte che mai, i fantasmi del passato ormai sgominati.

Le cose cambieranno rapidamente, in una escalation fatta di dolore e sofferenza. Colui che credevano di aver ormai definitivamente sconfitto, Jacob Kovacs, si ripresenterà, in tutta la sua malvagità e la sua ossessione per Alan.

Tra ferite fisiche e morali, non si arrenderanno, non è nelle loro corde ed entrambi faranno di tutto per superare anche quello che sembrerebbe uno scoglio insormontabile.

 

Prosegue in “Hunting”  la storia di Clive e Alan, conosciuti in “The Sniper”, per cui è indispensabile avere letto il primo libro della saga prima di leggere questo.

Dopo aver superato i loro problemi relazionali, dovuti soprattutto all’incapacità di Alan di aprirsi con Clive, la loro vita di coppia sembra andare a gonfie vele. Hanno comprato una casa, Kovacs è in prigione e sembrano non esserci nuvole all’orizzonte. Ma si sa, proprio quando tutto sembra andare per il meglio, succede qualcosa che stravolge tutto.

La fuga di Kovacs durante un trasferimento dalla prigione getta Alan nel panico; Clive sarà sicuramente il suo prossimo obiettivo e lui dovrà fare di tutto per proteggerlo, ma purtroppo succederà qualcosa di brutto e tutto il mondo di Alan andrà in pezzi.

Anche qui la storia presente è intervallata da continui flash back, attraverso i quali conosciamo meglio la storia dei due protagonisti. L’autrice è stata molto brava a descrivere lo stato di tensione e di disperazione di Alan, mentre secondo me non rende altrettanto bene lo stato d’animo in cui dovrebbe trovarsi Clive, in pericolo a causa di un cecchino fuori di testa di cui non capisce le intenzioni.

Come nel primo libro, trovo che i personaggi secondari non siano abbastanza caratterizzati, sono presenti ma sono come sfuocati, più comparse sullo sfondo che altro. Per esempio, non sono riuscita a farmi un’idea di Albert, il fratello di Alan, che appare brevemente solo in alcune scene perché sempre in missione all’estero. Non so se la serie sia conclusa con questo libro, magari l’autrice sta lasciando consapevolmente da parte Albert perché gli dedicherà un libro?

La storia è drammatica, ma non eccessivamente, l’autrice è stata buona con i personaggi, avrebbe potuto farli soffrire molto di più, per cui anche se tiene il lettore con il fiato sospeso la lettura non è troppo angosciante. Consigliato.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: