Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

LGBT… ON THE MOVIE

lgbt on the movie

 

Buongiorno amici e amiche di Tre Libri Sopra il Cielo, questa settimana parliamo di cinema con la rubrica “LGBT… ON THE MOVIE” e più precisamente di“Cuori nel deserto”, film drammatico romantico a tematica lesbica del 1985.

Liberamente tratto dal romanzo “Desert of the Heart” di Jane Rule, il film fu diretto da Donna Deitch e ha per protagoniste le attrice Helen Shaver e Patricia Charbonneau, mentre Audra Lindley ebbe un ruolo secondario.

Siamo nel 1959 e Vivian Bell (Helen Shaver), 35 anni, professoressa di letteratura inglese con alle spalle un lungo e grigio matrimonio con un rispettabile studioso, si trasferisca a Reno, nel Nevada, in attesa della sentenza di divorzio. Prende alloggio in un ranch dove simpatizza, non senza qualche difficoltà iniziale, con Cay Riwers (Patricia Charbonneau), figlia del grande amore deceduto della proprietaria del ranch, Frances Parker (Welles).

Cay ha 25 anni e vive con apparente disinvoltura e senza troppi misteri la propria omosessualità, lavora in un casinò, è indifferente al corteggiamento del proprietario e nel tempo libero lavora la terracotta nel suo piccolo atelier. Cay è una ragazza estroversa e divide la sua vita fra amanti occasionali, un ex fidanzato che non si rassegna a dover fare a meno di lei e Silver, la sua grande amica e confidente di sempre, e il suo compagno Joe.

Nonostante abbia promesso a Frances di non creare problemi e di tenersi alla larga dalle donne che ospita, appena vede Vivian se ne innamora. La donna, che si è sempre ritenuta etero, all’inizio tenta di rifiutarla, opponendosi, e facendo i conti con le resistenze culturali e morali che l’hanno costretta per anni in un ruolo inadatto al suo temperamento e alla sua vera emotività, ma il fascino aggressivo di Cay non la lascia indifferente e tra le due donne esplode l’amore.

 

Una notte che sono sole in riva al lago, Vivian e Cay si scambiano il loro primo bacio, bacio che euforizza Cay ma turba Vivian, che tornando a casa viene cacciata dalla signora Frances, gelosa della sua protetta e incapace di rinunciare alla presenza di Cay, alla sua dipendenza non solo affettiva. Nel tentativo di trattenere a sé la figliastra, caccia dal ranch Vivian che dovrà trasferirsi  in albergo, e qui la donna viene raggiunta da Cay. Nonostante il suo tentativo di non cedere alle avances della ragazza, il sentimento che le lega ha preso il sopravvento e Vivian e Cay trascorreranno insieme una lunga notte d’amore.

Realizzando ciò che la forza della passione l’ha portata a fare, Vivian è presa da mille sensi di colpa e tra lei e Cay insorgono delle incomprensioni che le porteranno a un breve distacco, pieno di tensione e dispiacere. Nel frattempo Vivian ottiene il divorzio e deve lasciare Reno per rientrare a New York, ma quando Cay va alla stazione per salutarla viene invitata da Vivian a seguirla e se inizialmente rifiuta, poi si lascia convincere.

Il film termina con Cay che sale sul treno con Vivian, per poter vivere il loro amore nella convivenza e nel confronto con gli altri.

 

“Cuori nel deserto” è sfacciatamente esplicito e sincero per essere un film del 1985, quando l’omosessualità era un tabù e considerata una malattia infettiva, e ancora di più per essere un film ambientato alla fine degli anni cinquanta. Infatti, il libro da cui è tratto, fu pubblicato negli Stati Uniti nel 1964 e in Italia solo nel 1996, ma in comune, libro e film, hanno solo le tracce sulle quali si costruisce l’intreccio. E’ un film che racconta semplicemente una storia ed è stato il primo a raffigurare una relazione lesbica a lieto fine, contraddistinguendosi dai film distribuiti in precedenza, che si concentravano meno sul rapporto dei personaggi principali e che terminavano con il ritorno, da parte di una delle due protagoniste, a una condotta eterosessuale o con un tentativo di suicidio.

“Cuori nel deserto” è la storia di due donne che si incontrano per caso e si amano spontaneamente senza drammi, due persone capaci di dare e ricevere amore nonostante i conflitti del cuore e le difficoltà della vita, riscattando intere generazioni di donne costrette a nascondersi, a sentirsi inadeguate e immeritevoli, a prescindere dalla proprie inclinazioni sessuali.

 

Helen Shaver dichiarò che Greta Garbo rimase così piacevolmente colpita dalla sua performance nel film, che tentarono di incontrarsi ma a causa delle precarie condizioni di saluto della Garbo desistettero, riuscendo comunque a confrontarsi tramite telefono. Patricia Charbonneau, a sua volta, apprese che la modella Gia Carangi si riconobbe nel personaggio di Cay.

 

 

TRAILER:

 

 

FONTI: http://www.youtube.com

https://it.wikipedia.org/wiki/Cuori_nel_deserto

http://www.cinziaricci.it/filmes/film-cuorineldeserto.htm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 ottobre 2017 da in lgbt on the movie con tag , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: