Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “COWBOY DI CITTA'” di Andrew Grey – 14 Novembre 2017

TITOLO: Cowboy di città
TITOLO ORIGINALE: Eastern Cowboy
AUTORE: Andrew Grey
TRADUZIONE: N.A.M.
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Cowboy
COVER ARTIST: L.C. Chase
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner
PAGINE: 167
USCITA: 14 Novembre 2017
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Medio Alto
LINK PER L’ACQUISTOCowboy di città

TRAMA: Brighton McKenzie ha ereditato l’ultimo appezzamento di terra adibito a fattoria alla periferia di Baltimora. Appartiene alla sua famiglia da quando il Maryland era una colonia, ed è rimasto inattivo per anni. Venderlo come area edificabile sarebbe facile, ma Brighton vuole onorare il desiderio di suo nonno e riprendere a farlo fruttare. Sfortunatamente, un incidente lo obbliga a usare un bastone per camminare e ha quindi bisogno di aiuto. Tanner Houghton ha lavorato in un ranch nel Montana fino a quando un ex vendicativo non lo ha fatto licenziare a causa della sua sessualità. Arriva nel Maryland invitato dal cugino ed è entusiasta di tornare a fare il lavoro che ama.

Brighton è immediatamente attratto da Tanner che, alto e bello da togliere il fiato, rappresenta tutto ciò che lo affascina in un uomo. Non se la sente però di fare la prima mossa, innanzitutto perché è un suo dipendente, e poi perché non riesce a capire come un uomo così virile possa essere interessato a lui. Ma quello non è il più grave dei loro problemi. Devono affrontare le macchinazioni della zia di Brighton e dell’ex di Tanner, che all’improvviso lo rivuole con sé, e devono trovare il modo per rendere redditizia la fattoria prima che il patrimonio della famiglia di Brighton sia perduto per sempre.

 

ATTENZIONE SPOILER

Brighton è un informatico, vive in città ed è solo da quando il suo ragazzo lo ha lasciato, dopo che un incidente gli ha danneggiato gravemente una gamba. La sua solitudine è alleviata solo dalla sorella Brianne, unico componente rimastogli della sua famiglia. Ha anche qualche altro parente però: la tremenda zia Vera, dura ed egoista, i suoi detestabili figli, il marito di lei Raymond, tipico uomo succube della moglie; il nonno paterno, invece, è il tipico cowboy, l’ultimo rimasto nella contea, dove ormai la città si è allargata fino al confine della sua proprietà.

Con grande stupore di tutti, alla sua morte, la fattoria è ereditata proprio da Brighton, rendendo furiosa la zia Vera e i suoi figli, che erano sicuri di intascare una bella cifra dalla vendita della terra, rendendola edificabile. Il desiderio espresso dal nonno nel testamento e le parole dell’avvocato Arthur, convincono il giovane a provare a occuparsi della fattoria, nonostante i suoi ovvi impedimenti fisici e la mancanza di esperienza, aiutato solo da Tanner, cugino dell’avvocato, di recente fuggito dal Montana, dove la situazione per lui era diventata difficile.

Il bellissimo cowboy affascina subito Brighton, ma anche lui ha un handicap: un’innata timidezza lo ha reso balbuziente, cosa che sin da piccolo ha minato la sua già scarsa sicurezza, provata dalla mancanza di un padre e dalla povertà.

L’incontro tra questi due uomini, all’apparenza così diversi, è fortunosamente ideale per entrambi, con l’instaurarsi di un’intesa immediata, nonostante le loro paure e diffidenze: Tanner è deluso e segnato dalle poche e deludenti esperienze passate e sicuro di essere troppo stupido per attirare il suo capo, mentre Brighton è condizionato dal suo fisico menomato e dall’abbandono del suo ex.

L’attrazione tra loro è troppo forte per non farli capitolare, almeno sul lato fisico, ma il futuro della fattoria è in pericolo: la zia Vera certo non si è arresa e l’ex di Tanner sembra intenzionato a riprenderselo e riportarlo in Montana.

Insolito romanzo western con protagonisti originali e molto interessanti; invece che immense e sterminate praterie costellate da rudi cowboy, ci ritroviamo in una tenuta modesta e circondata dalla città, con un cowboy atipico e un uomo ferito, con tante idee in testa ma poca esperienza, uniti da un progetto che forse non è solo di lavoro, ma teso a trasformare la fattoria in una casa vera. Consigliato.

 

Salva

Salva

Un commento su “RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “COWBOY DI CITTA'” di Andrew Grey – 14 Novembre 2017

  1. Pingback: Nuova uscita: 14 novembre – Cowboy di città di Andrew Grey | Dreamspinner Press – Italiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 novembre 2017 da in Contemporaneo, Cowboy, Recensione in anteprima, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: