Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IL RAGAZZO CON LA VALIGIA” – Serie C’era una volta un ragazzo #1 – di Chris Ethan – 11 Novembre 2017

TITOLO: Il ragazzo con la valigia
TITOLO ORIGINALE: The guy with the suitcase
AUTORE: Chris Ethan
TRADUZIONE: Phoenix Skyler
CASA EDITRICE: Self Publishing
SERIE: C’era una volta un ragazzo #1
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK: Sì 
PAGINE: 197
PREZZO: € 4,99 su Amazon (disponibile su Ku)
USCITA: 11 Novembre 2017
LIVELLO DI SENSUALITA’: Basso
 

TRAMA: Pierce è un senzatetto.
Giovane e tenace, vive per le strade di New York City da sei mesi, da quando i suoi genitori l’hanno cacciato dalla loro perfetta casa cristiana di periferia. È gay. E sta pagando le conseguenze derivanti dall’essere fedele a se stesso. 

Rafe è un senzatetto.
Ed è anche malato. Impressionabile ma tutt’altro che innocente, è scappato di casa da quasi un anno. La sua malattia lo sta lentamente uccidendo. Ma lui non è un caso senza speranza. Ha imparato a cavarsela. Notti di passione a pagamento gli garantiscono caldi ripari dall’imminente inverno newyorkese.

E poi c’è una valigia. La valigia di Pierce, che nasconde segreti a tutti, persino al suo proprietario.
Quando i mondi dei due ragazzi si scontrano, le loro vite si intrecciano e, mentre le circostanze sembrano metterli in ginocchio, il destino ha altri piani per loro.

Attenzione: contiene linguaggio maturo, le strade di New York City, scelte di vita difficili, tensione sessuale, bruti ostinati e una storia d’amore da favola. 

 

Due ragazzi senza tetto che si trovano a dispetto di tutto e tutti, due ragazzi la cui unica colpa è essere diversi e avere dei genitori orribili.

Rafe è un giovane malato che per procurarsi le medicine è costretto a vendere il suo corpo. Pierce è stato sbattuto per strada dalla sua religiosa famiglia, unicamente con una vecchia valigia che apparteneva a suo nonno. Il loro primo incontro non è dei migliori, ma possiamo dire comunque che per entrambi è amore a prima vista, anche se non lo capiranno subito.

Nonostante vivano in un mondo oscuro e pieno di disperazione, sono due ragazzi positivi che non perdono mai la speranza. L’autore descrive benissimo il contrasto tra la New York sporca, scura e piena di brutture dei due ragazzi che dormono per strada o nella metropolitana, e quella che, con la luce del giorno, si trasforma in una città vibrante, frenetica e piena di vita.

È una bella storia, scritta bene, che fa sicuramente riflettere e ci fa apprezzare tutto quello che abbiamo e che troppo spesso diamo per scontato.

Pierce è forte e positivo e riesce a salvare la vita a Rafe, ma in realtà si salvano a vicenda e il doppio punto di vista dà una visione completa dei pensieri e della relazione fra i due ragazzi. La loro è una storia molto dolce.

L’unica pecca che mi sento di sollevare è verso la fine del libro, in quanto ho faticato un po’ a riconoscere Pierce, che diventa più debole e pessimista, mi è sembrato un cambiamento troppo radicale.

Il lieto fine è forse un po’ troppo facile e frettoloso, ma è comunque una bella storia, dolce e piena di speranza.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: