Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

TI RICORDI DI… GRIER e LIL de ” PAPI” di Mickie B. Ashling

Titolo: Papi
Titolo originale: Daddio
Autrice: Mickie B. Ashling
Traduzione: Ugo Talese
Cover Artist: Anne Cain
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Genere: Contemporaneo/Erotico
Pagine:  248
Serie: Orizzonti #3
Prezzo: $ 6,99 sul sito dell’Editore
Data uscita: 14 Gennaio 2014

LIVELLO DI SENSUALITA’: Molto Alto

LINK PER L’ACQUISTOPapi (Orizzonti serie)

TRAMA: Sei mesi dopo essersi incontrati alla Degustazione di Chicago, Lil Lampert e Grier Dilorio vivono insieme. Il loro legame fisico è forte più che mai, ma la coppia capisce presto che servono più di due magiche parole e del sesso straordinario per far funzionare una relazione. 

Come un uccellino che ha appena lasciato il nido, Grier sta imparando come condurre la sua nuova vita. I suoi problemi sarebbero dovuti finire quando Jillian ha firmato i documenti che lo riconoscono come padre biologico di Luca e quando ha avuto l’opportunità di inseguire la carriera di designer d’interni. Invece, è ostacolato da vecchi timori e cattive abitudini che sono difficili da abbandonare. 

Adeguarsi a un piccolo appartamento in uno stato con quattro stagioni – con un uomo più giovane di lui dal temperamento testardo – è una sfida per Lil. Fare il “Papi” di Luca significa trovare una sorta di equilibrio delicato tra quello che lui pensa sia giusto e il dover fare affidamento agli otto anni di esperienza di Grier. 

La vita è abbastanza stressante, ma ora Lil e Grier affrontano anche una complicanza inaspettata creata da un’autorità influente, potente e radicale. Improvvisamente, la sicurezza di Luca e la felicità della famiglia che si sta formando dipendono dalla profonda comprensione della natura umana di Lil e dalla voglia di imparare di Grier.

 

Ho letto questo libro non sapendo facesse parte di una serie, ma dopo averlo scoperto mi sono fiondata subito a leggere anche gli altri, perché ho apprezzato davvero molto questa storia, e anche tutte le altre.

In questo libro continua la relazione di Lil e Grier, iniziata nel libro precedente, e i due dovranno affrontare un bel po’ di situazioni spinose prima di essere finalmente tranquilli. Grier e Lil, a parte il lato fisico ed emozionale, sono due persone che più diverse non potrebbero essere, e questo è uno dei punti su cui avranno più di uno scontro.

Dopo aver deciso di trasferirsi a Chicago per stare vicino a Grier e ai suoi amici Jody e Clark, Lil deve affrontare un cambiamento enorme, dovuto soprattutto al suo stile di vita perché come dicevo, Grier e Lil sono, caratterialmente, ai poli opposti.

Lil è ricco, di successo, ama viziarsi e di questo non si sente minimamente in colpa, è abituato alla bella vita, ai soldi, ad avere le cose fatte come dice lui senza interferenze, e si trova invece a Chicago a dover vivere al di sotto delle sue abitudini, perché Grier è l’esatto suo opposto, un ragazzo che lavora sodo ma che non ha di certo il ritorno economico del suo compagno, un ragazzo abituato a fare sacrifici per tutti tranne che per se stesso e che non vuole essere considerato il toy boy di Lil.

Lui vuole essere un suo pari, un compagno a tutti gli effetti e non essere mantenuto e questa disparità tra loro li porterà più volte a litigare, soprattutto per la cocciutaggine di Grier, ma Lil è un osso duro e riesce, grazie al suo fascino di cui fa uso senza remore, a portare Grier dalla sua parte.

L’altra difficoltà che incontrano questi due uomini è data, come nella maggior parte delle volte, da terze persone, in particolare da Jillian, la mamma del figlio di Grier, Luca, una persona bigotta e a tratti anche cattiva, che fa di tutto per ostacolare questa nuova relazione, ma anche in questo caso Lil dimostra tutta la sua maturità nel trattare con una persona che è il frutto di una certa educazione, piuttosto che di una reale convinzione di quello che pensa o dice.

Ma questa storia è anche estremamente sensuale, come si intuisce anche dalla copertina. Lil e Grier sono due uomini che pur litigando come cane e gatto (ma senza cattiveria), tra le lenzuola fanno scintille e sono molto entusiasti nell’esplorare entrambi i loro corpi con passione e desiderio. Grier, nonostante sia, a una prima occhiata, molto mascolino, ama indossare biancheria intima femminile e viene entusiasticamente assecondato da Lil, che trova liberatorio avere un compagno con cui può essere se stesso senza pregiudizi.

Sono entrambi molto ben caratterizzati, circondati da vari altri personaggi, alcuni positivi, altri un po’ meno. Una serie davvero bella, che consiglio a chi non l’avesse ancora letta.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 novembre 2017 da in Contemporaneo, erotico, Recensione, Romance, TI RICORDI DI con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: