Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA… SMILEY

ARTE E MUSICA

 

Buongiorno amici e amiche di Tre Libri Sopra il Cielo, questa settimana torna a farci compagnia la rubrica “Arte e Musica” e parliamo di teatro e di uno spettacolo andato in scena nei primi giorni di questo Novembre, al Nuovo Teatro Sanità di Napoli.

“Smiley”, questo il titolo, è un testo del giovane autore spagnolo Guillem Clua, successo in Spagna, Cile, Grecia, Germania e Cipro, ma è stato censurato al XXI Festival dell’Università Cattolica di Concepcion di Cile.

 

“Smiley” ha debuttato in Italia con la regia di Rosario Sparno ed è stato interpretato da Carlo Caracciolo e Riccardo Ciccarelli, che sono Alex e Bruno, i due protagonisti di questa storia.

“Smiley” è una commedia romantica in cui si ritrovano lui, lui e l’altro e in questo caso il terzo incomodo è Grinder, una nota applicazione mobile per incontri gay e bisessuali.

“Chatta e incontra uomini sexy, attraenti e interessanti, gratuitamente”, questo è ciò che Grinder promette, ovvero incontri veloci, appaganti, senza troppi preamboli, ma file interminabili di pretendenti da scegliere comodamente da casa.

“Smiley” nasce a Barcellona, ma potrebbe essere ambientato ovunque per le dinamiche universali che affronta, e narra l’amore vissuto con gli emoticon e con le app per incontrarsi e comunicare. E proprio da questo nuovo modo di comunicare tipico dei social network che nasce “Smiley”, per raccontare il sentimento che si cela dietro il silenzio di due punti, un trattino e una parentesi chiusa; “Smiley” è uno spettacolo che racconta una società che muta forma e di esistenze individuali che contemporaneamente, vivono, comunicano e sentono in maniera diversa l’amore.

“Smiley” è la storia di Alex, illuso da qualcuno che dopo poche settimane è scomparso. Non contento di questo atteggiamento, Alex si appresta a fare una telefonata per chiedere spiegazioni, ma non può sapere che questa telefonata avrà delle conseguenze imprevedibili.

Dall’altra parte troviamo Bruno, una persona che non avrebbe mai notato qualcuno come Alex, ma i due si incontreranno e ciò che inizia come un appuntamento ordinario finirà per diventare un evento che cambierà la vita di entrambi per sempre.

Perché a volte la vita può cambiare in un secondo, quel secondo che ti porta a innamorarti di qualcuno, quel secondo che ti serve per leggere un messaggio semplice come due punti, un trattino e una parentesi chiusa.

 

Alex e Bruno, i due protagonisti della pièce, sono affiancati in scena dai gogoboys del ntS’, che compongono il coro di questa versione italiana del testo di Guillem Clua, e sono: Vincenzo Antonucci, Ciro Burzo, Lola Bello, Mariano Coletti, Giampiero De Concilio, Antonio Della Croce, Simone Fiorillo, Gaetano Migliaccio e Nicola Orefice. Le coreografie sono state curate da Simone Fiorillo, i costumi da Alessandra Gaudioso, le scene da Mauro Rea, le luci da Paco Summonte e lo spettacolo è stato prodotto da Nuovo Teatro Sanità, con il patrocinio dell’Istituto Cervantes di Napoli.

 

 

“Ricordo perfettamente il primo messaggio a cui non hai risposto. Gli altri normalmente ricordano l’ultimo o il più importante. Io ricordo la prima volta che ho ricevuto il silenzio come risposta. Il messaggio era molto semplice: due punti, trattino, parentesi chiusa. Uno smiley. Un sorriso”.

 

 

 

FONTI: http://gaynews.it/primo-piano/item/856-una-commedia-romantica.html

http://www.napolike.it/smiley-una-storia-d-amore-nuovo-teatro-sanita-napoli

Tonyella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 30 novembre 2017 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: