Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “LA DRAG QUEEN E IL RE DEGLI HOMO POMP” di T.J. Klune – Serie Dimmi che è vero #2 – 12 Dicembre 2017

TITOLO: La Drag Queen e il Re degli Homo Pomp
TITOLO ORIGINALE: The Queen & the Homo Jock King
AUTORE: T.J. Klune
TRADUZIONE: Claudia Milani
SERIE: Dimmi che è vero #2
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Contemporaneo
COVER ARTIST: Reese Dante
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,49 su Dreamspinner
PAGINE: 483
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
USCITA: 12 Dicembre 2017

TRAMA: Credete nell’amore a prima vista?

Sanford Stewart proprio no. Anzi, crede nel suo esatto contrario, grazie al re degli Homo pomp, Sua Frociosità Pompato I. Sembra infatti che Darren Mayne non abbia altro scopo nella vita se non far piombare nel caos l’esistenza tranquilla e ordinata di Sandy, per il solo gusto di infastidirlo. Sandy lo odia e niente potrà mai fargli cambiare idea. O almeno così vuol credere.

Ma quando il proprietario del Jack It – il club nel quale Sandy si esibisce nei panni della drag queen Helena Handbasket – gli si presenta con una proposta disperata, Sandy si rende conto che potrebbe essere giunto il momento di mettere da parte i suoi sentimenti per Darren; il gay bar dovrà infatti chiudere se qualcuno non convincerà Andrew Taylor, il sindaco di Tucson, a tenerlo aperto. Qualcuno come Darren, il figlio illegittimo dell’uomo.

L’infallibile piano è il seguente: sedurre Darren e spingerlo a convincere il padre a rinnovare il contratto tra il club e l’amministrazione cittadina.

Semplice, no? Sbagliato.

 

Attenzione: la lettura di questo libro causa crisi di ridarella acuta (tendente al cronico, fino all’ultima pagina), con abbondante lacrimazione e qualche occasionale colpo al cuore a tradimento.

Scusate, ma era doveroso rendere i futuri lettori consapevoli della gaya meravigliosità che si troveranno ad affrontare. E ora veniamo al dunque: il primo libro è entrato di diritto nella mia top ten delle preferenze assolute. Paul mi aveva conquistata, ma il suo migliore amico Sanford – pardon, Sandy – non è da meno. Avevamo già capito quanto questo personaggio fosse eclettico (e un filino bipolare), ma qui dà il meglio di sé.

Sandy è la regina indiscussa del Jack It, il gay club dove si esibisce come drag queen col nome di Helena, il suo alterego cool. Amata, venerata e invidiata da tutti, Helena ha solo un unico neo nella sua brillantinata vita: un evento spiacevole del passato ha messo Darren Mayne nella sua lista nera (con possibile morte lenta e mooolto dolorosa) e vederlo le causa sempre un’orticaria virtuale.

Purtroppo per Helena/Sandy, cause di forza maggiore lo costringono a un accordo estorto e a mille, spassosissime complicazioni di cui mi sono goduta ogni riga.

Per la gioia di chi ha amato il primo volume, ritroveremo tutti i personaggi passati: Paul e Vince, ora felicemente insieme, la stramba famiglia di Paul, che ha adottato Sandy, compresa Nana e il suo pappagallo omofobo sboccato. Ne conosceremo anche altri, e credo che l’impressione generale sia quella di tanti personaggi stravaganti, deliziosamente sopra le righe, un po’ (tanto) pazzi, ma simpatici: in pratica, sembrano tutti scappati dal manicomio, ma vi conquisteranno!

Sandy è una personalità complessa, che nasconde la sua natura timida e insicura dietro una facciata da queen, perciò Helena è la sua valvola di sfogo, il suo modo di sentirsi orgoglioso, forte e meno bistrattato dal mondo.

Darren, l’altro nostro protagonista, è il fratellastro di Vince ed è eletto da Helena ‘Il re degli Homo pomp’, ovvero il capo di quel gruppo gayo dedito alla palestra, tutti muscoli pompati e poca sostanza. Darren non è perfetto, ma non è neppure un cattivo ragazzo. Leggendo il libro, si capisce il perché dei suoi sbagli e di come sia cresciuto. Stellina, a momenti mi veniva voglia di coccolarlo un po’, perché le unghie di Helena sono davvero spaventose e affilatissime.

Vi lascio il piacere di scoprire da soli quali guai combineranno insieme questi due acerrimi nemici, perché di sicuro non c’è da annoiarsi, anche se il libro è bello lungo. Fin dalle prime righe, mi sono trovata a ridere di gusto, anche se poi – all’improvviso – arriva qualche frase che ti fa venire un groppo in gola e scappa qualche lacrima di diverso significato.

L’autore è stato bravissimo a mantenere la simpatia del primo libro, infarcendo la storia di adorabile comicità, ironia e divertimento. C’è la giusta dose di irriverenza, battute salaci e cattivelle, quintali di sarcasmo e considerazioni politicamente scorrette. Il linguaggio è esplicito, con chiari riferimenti sessuali a pratiche di vario genere; anche se ci vorrà un po’ prima di veder ‘consumare’, posso garantire che la tensione sessuale è ben presente e c’è la giusta soddisfazione.

Devo complimentarmi per la resa italiana, perché immagino che non sia stato semplice rendere le varie espressioni colorite, i vaneggiamenti contorsionisti di Helena, i deliri di tutti e i giochi di parole sottesi nel testo.

Per me è un punteggio pieno e se potessi anche di più. Non mi resta che consigliarne caldamente la lettura e, nel malaugurato caso in cui non l’abbiate già fatto, di recuperare anche il primo, fantastico volume.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: