Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “FALO'” di Amy Lane – 9 Gennaio 2018

TITOLO: Falò
TITOLO ORIGINALE: Bonfires
AUTORE: Amy Lane
TRADUZIONE: Valentina Andreose
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Contemporaneo
COVER ARTIST: Anne Cain
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner
PAGINE: 265
USCITA: 9 Gennaio 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
LINK PER L’ACQUISTOFalò

TRAMA: Sono trascorsi dieci anni da quando il vicesceriffo Aaron George, rimasto vedovo, si è trasferito a Colton per far crescere i figli in una cittadina sicura. Tra i membri della comunità, ha conosciuto il professor Larkin, detto Larx, un allegro e divertente insegnante di scienze e allenatore di atletica delle superiori. La promozione a preside ha costretto però l’insegnante a rinunciare agli allenamenti e a correre da solo su una strada pericolosa. Aaron, che fino a quel momento ha sempre e solo dedicato la sua vita ai figli, si scopre improvvisamente preoccupato per quell’uomo e distratto dal suo petto nudo e luccicante di sudore.

Anche Larx vive per le figlie e i suoi studenti. Non è pronto a farsi ammaliare da Aaron, ma quando quest’ultimo si offre di correre con lui, inizia ad apprezzare la fermezza e l’umorismo del vicesceriffo. Inoltre hanno le stesse priorità: innanzitutto i figli, poi il lavoro, e i propri interessi tristemente all’ultimo posto.

Basta però un bacio a trasformare due uomini sulla soglia dei cinquant’anni in due adolescenti innamorati, nonostante le responsabilità di cui devono farsi carico. Poi un atto di violenza minaccia di soffocare sul nascere la loro relazione. Saranno quelle responsabilità a svolgere un ruolo fondamentale nell’impedire alla città di esplodere. E quando la situazione raggiungerà il punto critico, la loro nuova famiglia appena formata potrebbe essere proprio ciò che impedisce al mondo che li circonda di crollare.

 

Non c’è niente di meglio che cominciare un nuovo anno con un bel libro e questo lo è di sicuro!

Amy Lane riesce sempre a stupirmi perché, nel giro di poche pagine, mi fa entrare in sintonia con i suoi personaggi e mi cattura dentro la sua trama. Anche in questa storia è successo e, prima ancora di rendermene conto, mi sono affezionata ai suoi splendidi personaggi.

Il vicesceriffo Aaron George e il preside Larkin – ma per tutti è Larx – sono due uomini maturi, quasi cinquantenni, padri di famiglia e genitori single, anche se per motivi diversi. Sono due personalità di spicco nella piccola comunità in cui vivono e combattono ogni giorno per mantenere la serenità dei loro cari e di quelli che devono proteggere, mettendo sempre per ultime le proprie esigenze, comprese quelle amorose.

Eppure, anche se potrebbe essere un guaio colossale, quando i due uomini si avvicinano, realizzano quanto siano complementari e perfetti insieme e ci regalano una storia bellissima, coinvolgente e dannatamente vera, perché i problemi quotidiani che devono affrontare sono reali, pratici e non mulini a vento, ma vere a proprie scelte coraggiose, a volte dolorose, che portano a perdere qualcosa per avere qualcos’altro.

La trama non è incentrata solo su di loro, ma anche sulle loro famiglie e su tutta la comunità di cui fanno parte: amici, colleghi, concittadini, studenti. A un bel mentre, la trama si tinge di giallo e non mancheranno i colpi di scena, ma questa è soprattutto una storia d’amore, una lezione di vita da imparare e raccontare, una lotta contro l’odio, l’omofobia, le paure e molto altro.

Il ‘Falò’ del titolo ha una doppia valenza: sia reale – perché ci saranno dei falò importanti nella storia – sia spirituale, ovvero un fuoco a cui attingere forza e calore, in cui bruciare virtualmente il passato e i cattivi ricordi, per far ardere la passione e accogliere il futuro.

Rimanendo fedele alla sua veridicità, il libro non si trasforma in una favola in cui tutto è perfetto e sistemato, in cui tutti i cattivi si redimono e ci sono solo striscioni arcobaleno. No, non è così. Ma non temete per i nostri eroi, il lieto fine c’è, anche se è un po’ con un contorno agrodolce. Personalmente, ho amato questa scelta realistica fatta dall’autrice e ho apprezzato tutto l’impianto di questa storia, sia per la trama che per la caratterizzazione dei vari personaggi.

Larx è spassoso, irriverente, imprevedibile, un ragazzaccio che si ritrova un cuore d’oro immenso e ama il proprio lavoro e i suoi ragazzi. Aaron è il suo contraltare perfetto, quello più posato e responsabile, ma tutt’altro che noioso. E poi ci sono i loro figli e gli amici che arricchiscono la trama con i loro interventi e concorrono a rendere imperdibile questa storia.

Lo stile dell’autrice è piacevole, con un buon ritmo, il giusto mix di azione e introspezione; la resa italiana del libro, curata ed efficace, gli rende giustizia.

Il mio consiglio? Leggetelo assolutamente!

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 gennaio 2018 da in Contemporaneo, Recensione in anteprima, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: