Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “PIEGARSI ALLE TENEBRE” – Serie Island Tales #3 – di K.C. Wells – 4 Gennaio 2018

TITOLO:  Piegarsi alle tenebre
TITOLO ORIGINALE: Submitting to the darkness
AUTORE: K.C. Wells
SERIE: Island Tales #3
TRADUZIONE: Martina Nealli
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
EBOOK: Si
PAGINE: 352
PREZZO: € 3,99 su Amazon (disponibile su Ku)
DATA USCITA: 4 Gennaio 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto

TRAMA: Due settimane dopo aver scoperto di avere il glaucoma acuto, Adam Kent è rimasto cieco. Da allora sono passati due mesi: l’uomo si è lasciato alle spalle la vita di scrittore che conduceva a Londra e si è ritirato sull’Isola di Wight, nella villa a Steephill Cove ereditata dai nonni. La vitalità londinese, però, non è l’unica cosa che si è lasciato alle spalle: in soffitta ci sono ancora i tre scatoloni che contengono il suo passato nel BDSM. Del resto, chi lo vuole un Dom cieco?

Paul Vaughan viene assunto per aiutare Adam nelle faccende quotidiane: il suo capo, però, gli fa capire chiaro e tondo che non vuole essere aiutato. Paul capisce le sofferenze dell’uomo, ma non sa come penetrare la barriera di ostilità, diffidenza e pura cocciutaggine. Per fortuna ci sono i suoi amici, Taylor, Mark e Sam, pronti ad ascoltare i suoi sfoghi… e anche a presentargli ragazzi carini con cui sperano di accoppiarlo. Peccato che questi ragazzi siano sempre un po’ troppo… teneri, per i suoi gusti. Mesi prima, Paul ha avuto modo di visitare un club BDSM, dove ha scoperto una cosa di sé che non si aspettava: i suoi gusti in materia di sesso pendono decisamente in una certa direzione.
D’un tratto, nella vita di Paul succedono due cose: scopre che il suo capo non è etero come pensava, e si imbatte per caso in un certo scatolone…

 

Paul è un giovane poco più che ventenne, ha da poco finito gli studi in fisioterapia e, non avendo ancora un lavoro, vive con i genitori nell’isola di Wight, luogo che ama molto ma che non gli offre molte opportunità e che ormai è quasi rassegnato a dover lasciare per avere un futuro.

Adam invece era un quarantenne pieno di vita e d’interessi: ex militare, navigatore provetto, scrittore di libri storici molto quotati e protagonista della scena bdsm di Londra come Dom molto rinomato; purtroppo questo è l’Adam del passato, da quando ha perso la vista tutto infatti è cambiato nella sua vita.

Adam però non riesce a rassegnarsi all’idea di aver perso tutto e la sua condizione è ulteriormente peggiorata dal suo brutto carattere, esacerbato dalla rabbia e dallo sconforto per l’impossibilità di essere indipendente e con il costante pensiero di un futuro che pensa ormai senza scopo.

Questi due uomini si incontrano grazie a Caroline, la sorella maggiore di Adam, decisa a non lasciare il fratello da solo nella casa della loro famiglia, una splendida villa sul mare appartenuta ai loro nonni. È qui che lo scrittore è intenzionato a rinchiudersi lontano da tutto e tutti, e la buona volontà e la perseveranza di Paul saranno messe a dura prova dal suo datore di lavoro, decisamente contrario alla presenza di un badante.

Durante le loro discussioni più o meno accese, una verità inaspettata viene svelata: tutti e due sono gay e interessati al mondo bdsm, Paul come sub curioso e Adam come esperto Dom, anche se ormai impossibilitato a esercitare. Questa scoperta innesca l’attrazione latente tra loro (beh, non troppo nascosta devo ammettere) e una notte di sesso sembra mettere pace o almeno creare un armistizio costruttivo e pieno di possibilità, grazie sia alla buona volontà di Adam che alle idee innovative del suo assistente.

I patti sono chiari: sesso sì ma senza costrizioni, qualche assaggio di bdsm per tastare i desideri di Paul ma nulla di pesante, nessuna aspettativa o pensiero romantico, insomma patti chiari e amicizia lunga, una relazione di sesso ideale per tutti e due… ma sarà veramente questo ciò che desiderano?

Mentre i nostri due protagonisti sono tutti presi in schermaglie amorose e non solo, ritroviamo le coppie dei due precedenti romanzi, Mark e Sam e David e Taylor, amici di Paul e ormai coppie consolidate, oltre a Eric, un personaggio molto interessante che sono certa (o almeno lo spero vivamente) di ritrovare nel seguito della serie; un pensiero particolare al miglior amico di Adam, il Dom supersexy Seth, che ho ammirato molto nella sua unica e purtroppo breve apparizione.

Ho apprezzato i precedenti libri della serie, ma questo per me è decisamente il migliore: ottima trama, personaggi quasi perfetti e una sensualità che pervade tutto il romanzo, con punte molto hot ma senza rinunciare al romanticismo. Decisamente consigliato.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 gennaio 2018 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: