Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IN FONDO AL POZZO” di Marie Sexton – 31 Gennaio 2018

 

TITOLO: In fondo al pozzo
TITOLO ORIGINALE:  The well
AUTORE: Marie Sexton
CASA EDITRICE: Self Publishing

TRADUZIONE: Lucia Coluccia
GENERE: Suspense
PAGINE: 220
PREZZO: € 3,34 su Amazon
DATA DI USCITA: 31 Gennaio 2018

LIVELLO DI SENSUALITA’: Basso
LINK PER L’ACQUISTO: In fondo al pozzo

 

TRAMA: Vent’anni dopo il brutale assassinio della reginetta del ballo Cassie Kennedy, sei adolescenti s’intrufolano nella casa in cui è stata uccisa per tenere una seduta spiritica. Haven sa che sua cugina Elise vuole solo spaventare a morte lui e i suoi amici, ma è pronto a sopportare un altro dei suoi scherzi, pur di avere la possibilità di trascorrere qualche ora con Pierce Hunter, il ragazzo arrivato in città da poco. 

Ma la mattina seguente, Elise è scomparsa senza lasciare traccia.

Dodici anni più tardi, Pierce e suo fratello gemello Jordan sono diventati investigatori professionisti del paranormale e conducono una trasmissione televisiva in cui vanno a caccia di fantasmi. Quando Pierce chiama Haven per convincerlo a tornare un’ultima volta nella casa apparentemente infestata, Haven accetta la sua proposta con riluttanza. È agitato al pensiero di incontrare di nuovo Pierce, ma è determinato a ottenere delle risposte. Quella lontana notte, durante la seduta spiritica, hanno parlato davvero con il fantasma di Cassie? Che cosa è successo a Elise? E il mistero più grande di tutti: come faceva sua cugina a sapere del segreto celato nel pozzo? 

 

Un bel mistery con contorno di fantasmi e sedute spiritiche che mi ha riportato alla mia adolescenza, quando divoravo le avventure di Nancy Drew, menzionata anche nel libro, e gli Hardy Boys, che erano la controparte maschile del gruppo di Nancy.

Un gruppo di ragazzi, adolescenti, si cimenta in una seduta spiritica nella casa abbandonata in cui, vent’anni prima, venne uccisa la reginetta del ballo, Cassie Kennedy.

Haven accetta di partecipare, nonostante non creda ai fantasmi e consapevole dei piani di sua cugina Elise per spaventarli a morte, pur di passare qualche ora con Pierce, arrivato da poco in città e per il quale ha una cotta. La mattina seguente però Elise non si trova da nessuna parte, è scomparsa senza lasciare tracce e questo evento cambierà le loro vite per sempre.

Diventato un famoso scrittore di horror, Haven viene contattato proprio da Pierce che, insieme al fratello Jordan, conduce uno show televisivo in cui vanno a caccia di fantasmi come investigatori del paranormale, e lo convince a tornare in quella casa abbandonata per capire veramente cosa sia successo allora a Elise. Haven accetta nonostante sia agitato al pensiero di rivedere Pierce, ma anche lui vuole delle risposte: cosa è successo davvero quella notte? Sono riusciti veramente a parlare con il fantasma di Cassie? Come faceva sua cugina a conoscere il mistero del pozzo?

Mistero che viene svelato poco per volta, con capitoli alternati tra passato e presente, rendendo la lettura scorrevole e non tortuosa, un pregio a mio parere, per poter seguire il filo conduttore e non perdersi pezzi importanti del puzzle.

La parte mistery qui la fa proprio da padrone, relegando la parte romance in secondo piano, quasi in sottofondo, ma senza farne sentire la mancanza, perché si rimane invischiati in questo intrigante mistero che non vedi l’ora di risolvere.

Ho letto con vero piacere questo libro, scritto e sviluppato molto bene e, anche se non sono presenti colpi di scena eclatanti, risulta intrigante e fluido, senza tempi morti che uccidono trame di questo tipo. I personaggi sono interessanti, anche se non troppo approfonditi ma, secondo me ovviamente, non sono stati chiariti in modo esauriente i motivi alla base del comportamento del cattivo di turno.

Rimane qualche lacuna qua e là, che hanno lasciato la mia mente curiosa, e amante degli enigmi, non del tutto soddisfatta, e solo per questo do tre stelline e mezzo, nonostante sia una lettura più che godibile che consiglio di non perdervi, proprio perché il colpevole e le sue azioni hanno il loro peso nella storia e non spiegare cosa sta alle spalle di tali azioni rende a mio avviso meno completo il libro.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 6 febbraio 2018 da in Contemporaneo, Recensione, Romance, Suspence con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: