Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA… LA BELLEZZA

ARTE E MUSICA

 

Buongiorno amici e amiche di Tre Libri Sopra il Cielo, anche quest’oggi parliamo di musica per la rubrica “Arte e Musica”, e in particolare di una canzone di Roberto Vecchioni, “La Bellezza”.

 

 

Come mi è capitato più volte, e voi ben lo sapete, anche questa canzone è venuta fuori per caso durante le mie ricerche e, nonostante la conoscessi, non sapevo che Roberto Vecchioni la scrisse ispirandosi a “La morte a Venezia”. (https://trelibrisoprailcielo.com/2016/07/05/lgbt-on-the-movie-6/)

Il brano “La Bellezza” è contenuto nell’album“Il lanciatore di coltelli”, pubblicato nel 2002,  e il cantautore si ispira al racconto di Thomas Mann, “La morte a Venezia”, romanzo che narra la storia dello scrittore Gustav von Aschenbach e del suo viaggio a Venezia alla ricerca di nuova ispirazione. Nella città delle gondole e delle maschere, von Aschenbach viene colpito dalla bellezza di Tadzio, giovane polacco, per il quale inizierà a provare un amore  sincero ma proibito, vista la considerevole differenza di età. Questo amore impossibile che nasce farà trascurare allo scrittore l’epidemia di colera esplosa a Venezia, errore che lo porterà alla morte.

 

Ne “La Bellezza”, Vecchioni parla di un amore giovane, un amore nostalgico che sa di non poter avere per la differenza di età, un amore che agli occhi degli altri può passare come un vizio. Dalle parole di Vecchioni non traspare rimpianto, anzi riporta in parole e musica forti sensazioni ed emozioni e ne viene fuori un brano che commuove.

 

 

 

 

 

VIDEO:

 

LA BELLEZZA

Passa la bellezza nei tuoi occhi neri,
scende sui tuoi fianchi e sono sogni i tuoi pensieri…
Venezia “inverosimile più di ogni altra città
è un canto di sirene, l’ultima opportunità
ho la morte e la vita tra le mani coi miei trucchi da vecchio senza dignità:
se avessi vent’anni ti verrei a cercare, se ne avessi quaranta, ragazzo, ti potrei comprare,
a cinquanta, come invece ne ho ti sto solo a guardare …
Passa la bellezza nei tuoi occhi neri
e stravolge il canto della vita mia di ieri;
tutta la bellezza, l’allegria del pianto che mi fa tremare
quando tu mi passi accanto…
Venezia in questa luce del lido prima del tramonto
ha la forma del tuo corpo che mi ruba lo sfondo,
la tua leggerezza danzante come al centro del tempo e dell’eternità:
ho paura della fine non ho più voglia di un inizio;
ho paura che gli altri pensino a questo amore come a un vizio;
ho paura di non vederti più, di averla persa…
tutta la bellezza che mi fugge via e mi lascia in cambio i segni di una malattia.
Tutta la bellezza che non ho mai colto,
tutta la bellezza immaginata che c’era sul tuo volto,
tutta la bellezza se ne va in un canto,
questa tua bellezza che è la mia muore dentro un canto.

 

FONTIhttp://www.youtube.com

https://www.flashlyrics.com/lyrics/roberto-vecchioni/la-bellezza-46

https://it.wikipedia.org/wiki/Il_lanciatore_di_coltelli

https://iosonominoranza.it/la-bellezza-di-roberto-vecchioni/

 

 

Tonyella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 febbraio 2018 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: