Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “CONNESSIONE PERSA” di AE Ryecart – 19 Marzo 2018

TITOLO: Connessione persa
TITOLO ORIGINALE: Loose Connection
AUTORE: AE Ryecart
CASA EDITRICE: Quixote Edizioni
TRADUZIONE:  Arabella McKenzie
COVER ARTIST:  Lexy’s Covers
GENERE:  Qlgbt Contemporaneo
SERIE: Urban Love #1
PAGINE: 370
E-BOOK:
PREZZO: € 4,10 nei maggiori store (in preorder)
USCITA: 19 Marzo 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
 

TRAMA: Innamorarsi è stato facile, farlo funzionare è la parte difficile…

Non c’è mai stato un tempo in cui Rick Taylor non sia stato dichiarato e orgoglioso di esserlo. Nascondersi o mimetizzarsi non è un’opzione per lui, che vive la sua vita attraverso il mantra “Appariscente in mezzo alla Gente”. È un ragazzo Gay immagine con la G maiuscola e non intende cambiare per nessuno.

Quando fa involontariamente coming out, il mondo di Matt Connell va alla deriva. Tagliato fuori dalla sua famiglia e dalla vita che conosceva, Matt porta con sé un bagaglio emotivo pesante una tonnellata, mentre fa i primi passi traballanti nella sua nuova vita di uomo gay dichiarato.

Non dovrebbe nemmeno essere il tipo d’uomo che sta cercando, ma quando Rick apre la sua porta all’arrogante idraulico dai bellissimi occhi verdi, in una gelida mattina di gennaio, sa che la sua vita non sarà mai più la stessa.

Ignorando ogni segnale di pericolo, ogni campanello d’allarme che vuole metterli in guardia, e ignorando ogni avvertimento di amici e famigliari, Rick e Matt si buttano in una relazione passionale e incandescente.

Ma quando nella vita che si stanno sforzando di costruire insieme, iniziano ad apparire delle crepe, entrambi saranno costretti a porsi una domanda: può l’amore da solo essere sufficiente?

 

Essendo un’amante delle storie con i ‘colpi di fulmine’, mi sono appassionata a Rick e Matt fin dalla loro prima interazione, perché l’attrazione è tutta lì, con i brividi, la lussuria e i cuoricini che aspettano solo di svolazzare felici.

Eppure questa non è una storia facile e l’autrice è stata molto brava a scavare nell’animo umano dei suoi personaggi, rendendo il lettore partecipe di ogni emozione, di ogni dolore, di tutta la complessa struttura che si nasconde dentro il testo.

Anzitutto, non aspettatevi trame adrenaliniche o troppo movimentate. Questa è una storia di sentimenti. Di quotidianità. Di scelte positive e negative. La sinossi rende bene il contenuto, anche se non mi aspettavo di sentirmi così coinvolta nei tormenti dei protagonisti.

Rick è un ventisettenne gayamente appariscente e felice di esserlo. Proviene da una buona posizione sociale ed è acculturato, un po’ snob, con una famiglia poco presente che, tuttavia, non lo ha mai ostacolato e ha amici che si godono la libertà di essere giovani, ricchi e liberi sessualmente, anche se lui cerca più Il Grande Amore e ha abbandonato la promiscuità.

Matt, al contrario, appartiene alla classe operaia, porta sul groppone il suo pesante retaggio di irlandese cattolico e ha un passato a dir poco drammatico. Il suo outing è abbastanza recente e con strascichi complicati.

I due giovani uomini sembrano non avere nulla in comune – l’estrazione sociale, la cultura, i gusti personali, gli hobby – eppure questi poli opposti si attraggono irresistibilmente, tanto da bruciare tutte le tappe: una convivenza lampo e un legame ufficiale a suggellare il loro amore, anche se amici e parenti li dissuadono o, alla meno peggio, consigliano di posticipare una scelta così radicale.

Pur con le migliori intenzioni e un sincero amore, i nostri protagonisti si scontrano sulle loro mille diversità, in apparenza inconciliabili, che crepano la loro bolla perfetta in una frattura che si allarga sempre più. Tutta una serie di incomprensioni, di ripicche, litigi e tensioni alimentano la vicenda.

La storia contiene un sacco di amore, ma è anche ricca di agitazione, angoscia, dolore e drammaticità emotiva, che sono contenuti molto amati dall’autrice, per sua stessa ammissione. Bisogna toccare il fondo – giù, giù, giù – per poi risalire e Rick e Matt devono riflettere sui rispettivi errori, sulle loro convinzioni e su quanto siano disposti a cedere per amore.

Rick e Matt sono due personaggi interessanti, ma a volte li ho trovati un po’ immaturi. Entrambi hanno le loro ragioni ed entrambi sbagliano. Se devo essere sincera, mi sono trovata più in linea con i pensieri di Matt, anche se ha la sua buona quota di pecche e non lo giustifico.

Accanto ai protagonisti incontriamo gli amici dell’uno e dell’altro, che hanno mille buone intenzioni, ma talvolta aiutano e tal’altra complicano la vita di Rick e Matt con le loro intromissioni. Fra loro, l’unico che mi è rimasto indigesto è Zack, ma non posso dire perché senza dare anticipazioni.

Magari avrà modo di redimersi in uno dei prossimi volumi, dato che questo libro è il primo di una serie dove, per l’appunto, gli amici di Rick saranno i nuovi protagonisti.

Se amate i romanzi ‘istant love’ e le commedie sentimentali tormentate, ve lo consiglio.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 marzo 2018 da in Contemporaneo, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: