Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “L’ARTE DI SORRIDERE” di Dawn Blackridge – 20 Aprile 2018

TITOLO: L’arte di sorridere
AUTORE: Dawn Blackridge
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 2,99 su Amazon
USCITA: 20 Aprile 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
LINK PER L’ACQUISTO: L’arte di sorridere
 

TRAMA:  Sorridere è facile, basta impiegare alcuni muscoli facciali e il gioco è fatto.

Sorridere davvero è più difficile, più impegnativo e coinvolge altro, coinvolge l’anima, diventa un’arte. L’avvocato Charles Miller non sorride più davvero da tre anni, da quando ha perso il compagno di una vita e il pensiero di continuarla senza di lui diventa ogni giorno più arduo, più pesante, come scalare una montagna a mani nude. Finché un giorno un nuovo cliente si presenta al suo studio.

George Campbell è un antropologo forense con un’esistenza anonima, che tuttavia non ha perso la speranza di trovare un’anima gemella con cui passare la vita.

Deciso a intentare una causa per un’eredità, si fa consigliare il nome di un avvocato.

Tra ricordi di un passato mai dimenticato, stalker e problemi familiari, un incontro che cambierà la vita di entrambi.

 

Titolo azzeccatissimo per la nuova uscita di questa autrice che tratta spesso temi importanti nei suoi libri.

Sì, perché se c’è una cosa che Charles, uno dei due protagonisti, non fa più da tempo è proprio sorridere; esattamente da tre anni, da quando ha perso il suo compagno di una vita, Bray, morto di leucemia. Dopo tre anni da quel giorno terribile, la vita di Charles oscilla tra la disperazione e il dolore, per aver perso la persona con cui aveva passato più di 20 anni della sua vita, e una cupa rassegnazione, quasi come se anche la sua vita fosse finita il giorno in cui ha perso l’amato Bray.

Pur essendo circondato dagli amici Mark e Lukas, e un lavoro come avvocato che gli occupa praticamente tutto il giorno, Charles rimane uno spettatore di quello che accade al di fuori della sua vita e a quasi cinquant’anni si sente anche un po’ avvilito, vecchio sia fuori che dentro.

È un personaggio, quello di Charles, che mi ha fatto molta pena; non in senso negativo ma il suo dolore è davvero enorme e traspare dalle pagine, un dolore che si porta dietro come un macigno che lo fa arrancare nella vita di tutti i giorni.

Per fortuna però anche nei momenti più cupi si riesce a vedere una scintilla di speranza, come per Charles quando incontra George, che ha bisogno di lui come avvocato per una disputa ereditaria. Da subito entrambi sentono una certa attrazione e una vicinanza, per Charles, che non aveva più sperimentato ed è logicamente combattuto se seguire il cuore o il cervello.

George è un personaggio dolcissimo, un uomo timido che nonostante varie storie passate non si è mai veramente innamorato e sente invece una possibilità concreta con quell’avvocato dall’aria malinconica.

Quello però che si frappone tra i due è un vero e proprio giallo che inizialmente vede coinvolto solo Charles, con un omicidio e una serie di aggressioni, in un crescendo di violenza che arriva a coinvolgere anche George e segue da vicino il suo lavoro di antropologo forense, per culminare fortunatamente in un lieto fine.

Pur non essendoci un vero e proprio gap generazionale, Charles infatti è più grande solo di una decina di anni, ho apprezzato che i personaggi non fossero più così giovani; ho una predilezione per i personaggi un po’ agée e in questo caso non poteva essere diversamente. Anche la caratterizzazione che l’autrice ha voluto fare nel renderli imperfetti, due uomini comuni con desideri altrettanto comuni, secondo me è perfetta per il tema del libro.

Una trama semplice ma non scontata e una scrittura pulita e scorrevole ne hanno fatto una lettura davvero bella, malinconica ma non tragica, con due personaggi interessanti che tornano entrambi, per ragioni diverse, a vivere.

Lo consiglio.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 aprile 2018 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: