Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “FOR REAL” di Alexis Hall – 18 Maggio 2018

TITOLO:  For Real 
TITOLI ORIGINALE: For Real
AUTORE:  Alexis Hall
TRADUZIONE: Chiara Messina
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Contemporaneo bdsm
EBOOK: Si
PAGINE: 386
PREZZO: € 6,99 su Amazon
DATA USCITA: 18 Maggio 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
LINK PER L’ACQUISTOFor Real: Edizione italiana

TRAMA: Laurence Dalziel è stanco e sfiduciato. Per lui, la scena BDSM non riserva più alcuna sorpresa. A sei anni di distanza dalla sua ultima relazione, ha quasi raggiunto i quaranta e ne ha piene le tasche del suo ruolo da sottomesso.

Poi incontra Toby Finch. Diciannove anni. Indomito, impetuoso e vulnerabile. Tutte cose che Laurence non ricorda di essere mai stato.

Toby non sa chi vuole essere né cosa vuole fare, ma sa, con tutta la sicurezza della sua gioventù, di volere Laurie. Lo vuole in ginocchio. Vuole infliggergli dolore, vuole che supplichi, vuole che si innamori di lui.

L’unico problema è che, sebbene Laurie sia disposto a concedergli il proprio corpo, lo stesso non vale per il suo cuore. Perché Toby è troppo giovane, pieno di fervore, troppo facile da ferire. E il sentimento che c’è tra loro — per quanto giusto possa sembrare — non è destinato a durare. Non può significare nulla.

 

Libro intenso e impegnativo, dolce e triste. Una bella lettura piena di sentimenti e conflitti interiori che ci accompagnano fino alla fine.

Conosciamo Laurence Dalziel, uomo maturo, alla soglia dei quaranta, molto stanco, sfiduciato e ferito dalla fine di una relazione, senza più la voglia dei soliti incontri di una notte, volti al solo scopo di sfogare le sue necessità, ma che lo lasciano comunque insoddisfatto e solo.

Toby Finch è il ragazzo che incontra in un club, diciannove anni, impetuoso e vulnerabile, non sa chi vuole essere e cosa vuole fare ma di una cosa è sicuro: vuole Laurie, lo vuole in ginocchio ai suoi piedi, vuole infliggergli dolore, vuole che lo supplichi e che si innamori di lui.

Laurie è disposto a concedergli il suo corpo ma non il suo cuore, perché ritiene Toby troppo giovane, troppo pieno di entusiasmo ma anche troppo facile da ferire. Secondo lui il sentimento che c’è tra loro, per quanto giusto possa sembrare, non può durare, non può significare nulla, non è reale.

Toby si troverà a combattere con un uomo disilluso dall’amore e non più avvezzo alla felicità, al punto da riconoscerla a fatica, nonostante con il ragazzo riscopra il piacere della complicità e dell’appartenenza che si possono avere in una relazione, ma tenendolo comunque confinato in un ruolo ben preciso, e temporaneo per quanto lo riguarda, senza darsi una possibilità di essere felice.

La voce narrante è alternata, così riusciamo a capire i rispettivi punti di vista, i dubbi e le insicurezze di entrambi, in special modo cosa ha portato Laurie a questa chiusura, e come Toby, attraverso il rapporto con l’uomo, riesca a sentirsi “normale” e “giusto”, nonostante le sue tendenze non così convenzionali, nonostante la giovane età o forse grazie proprio a questo.

Ho apprezzato veramente tanto questa introspezione dei personaggi, visto l’argomento trattato, perché ci fa intravedere un modo diverso di vivere una relazione Dom/Sub, molto più personale e personalizzata, e che personalmente ho trovato più realistica, inserita com’é in un contesto quotidiano, più spontanea e paritaria, pur mantenendo i rispettivi ruoli.

Un libro come già detto impegnativo, perché insieme a Laurie, passeremo attraverso il suo dolore, la fatica e il timore di concedere fiducia e amore a Toby, mentre per Toby la giovane età farà la differenza nell’accettare da subito di essere innamorato del suo uomo, ma nello stesso tempo lo renderà impaziente di fronte alla sua ritrosia, facendogli affrontare un po’ di alti e bassi.

Bei personaggi anche quelli secondari, gli amici di Laurie in particolare, mentre la madre di Toby l’avrei presa a sberle un paio di volte, un po’ troppo egocentrica per i miei gusti. Le scene hot sono intense ma non eccessive, comunque funzionali alla storia e all’argomento trattato, e come chicca alla fine vi è una ricetta molto interessante (ma dovrete leggere il libro per capirne il significato).

Consigliato a chi piace il tema BDSM ma, in particolare, a chiunque abbia voglia di una storia semplice ma intensa sull’amore e la fiducia.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 maggio 2018 da in BDSM, Contemporaneo, Recensione in anteprima, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: