Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “FUORI DAL NULLA” – Serie In mezzo al nulla #2 – di Roan Parrish – 29 Maggio 2018

TITOLO: Fuori dal nulla
TITOLO ORIGINALE: Out of nowhere
AUTORE: Roan Parrish
TRADUZIONE: Veronica Zana
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Contemporaneo
SERIE: In mezzo al nulla #2
COVER ARTIST: AngstyG
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner
PAGINE: 291
USCITA: 29 Maggio 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
LINK PER L’ACQUISTOFuori dal nulla

TRAMA: L’unica cosa che ha senso nella vita di Colin Mulligan è smontare automobili e rimetterle insieme. Nell’officina dove lavora con suo padre e i suoi fratelli, dà del suo meglio per arrivare a fine giornata senza avere un attacco di panico o di rabbia. Bere lo aiuta. E così anche correre e sollevare pesi fino a riuscire a malapena a stare in piedi. Ma niente può cambiare il fatto che è gay, un segreto che ha tenuto nascosto a tutti. 

Rafael Guerrera ha trovato il modo di convivere con un passato di cui si vergogna. Dedica la sua vita alla giustizia sociale e ad aiutare i giovani che, come lui, sono cresciuti con molto poco. Non ha tempo per l’amore. Diamine, ha a malapena tempo per sé. Per qualche ragione, tutto di Colin, quell’uomo triste e autodistruttivo, sembra supplicarlo. Ma è proprio lì che si annidano i guai che Rafe ha lavorato tanto per lasciarsi alle spalle. E mentre la loro relazione diventa più profonda, Rafe e Colin sono costretti a rivangare i segreti che entrambi avrebbero preferito tenere sepolti.

 

Il primo libro di questa serie mi aveva conquista a tal punto da assegnargli il massimo punteggio, perciò temevo che non fosse semplice fare il bis col secondo volume, ma Roan Parrish mi ha piacevolmente dimostrato che mi sbagliavo, perché questo libro non ha nulla di meno: possiede personaggi coinvolgenti, una trama intrigante ed è scritto con un ottimo ritmo e una piacevole traduzione: in poche parole, un altro centro perfetto!

Questa seconda storia s’innesta e s’incrocia con la prima, perciò conosciamo già alcuni eventi (ma non tutti), raccontati dal punto di vista di Daniel, il precedente protagonista, figlio minore di questa famiglia di meccanici che abita a Philly.

Il personaggio principale, stavolta, è suo fratello Colin che – diciamocelo – nel primo libro non fa una bella figura ed è pure odioso, ma abbiamo già intravisto che Colin è molto più di ciò che appare… e qui ne abbiamo la riprova, perché fin dalle prime righe capiamo quanto sia complicata la sua vita, che personaggio complesso e tormentato egli sia.

Colin non riesce a venire a patti con molte cose e, per sopravvivere, attua vari espedienti distruttivi che riducono al silenzio il suo malessere: ubriacarsi fino allo stordimento, correre allo sfinimento, farsi del male fisicamente per zittire un altro tipo di dolore.

Nella sua spirale di autodistruzione, Colin incontra Rafe, che lo salva fisicamente e mentalmente e si interessa a lui, pur sembrando troppo perfetto e irraggiungibile per il povero meccanico; invece, anche Rafael ha il suo grosso e scomodo bagaglio personale con cui deve fare i conti ogni giorno. E due realtà problematiche possono convivere e fondersi, o sono destinate a implodere?

L’autrice ci ha già dimostrato di sapere maneggiare con cura ogni aspetto dell’animo umano e qui ne ho avuto la riprova. Il racconto narrato da Colin non fa sconti, né verso se stesso né verso gli altri, ma è stato davvero interessante rileggere alcune parti del primo libro visto con i suoi occhi, con le sue convinzioni, con la sua chiave di lettura: uno stesso evento risulta diametralmente opposto se interpretato da Daniel o da Colin. E la verità è che nessuno dei due ha del tutto ragione, che segreti e fraintendimenti hanno minato da sempre l’equilibrio di una famiglia che, dalla morte prematura della madre, non si è mai ripresa del tutto e per colpa di un padre che, seppur presente, si è dimostrato lacunoso – a dir poco – sotto vari aspetti.

Tutta la vita di Colin è sviscerata nel volume, non solo il lato romantico e tutto l’ambito complicato della sua sessualità, ma anche i rapporti familiari e quelli sociali.

Rafe è un comprimario interessante, dall’animo buono e generoso, ma dal passato scomodo e non privo di errori. Ho amato la sua dedizione agli altri e la dolce pazienza con cui cerca di guarire le ferite di Colin.

La storia è davvero coinvolgente dall’inizio alla fine e tocca vari temi importanti e delicati. Per correttezza, segnalo la presenza di alcuni argomenti come l’abuso di varie sostanze, tentativi di suicidio e l’autolesionismo, che compaiono nel testo, ma non sono trattati con dettagli eccessivi o morbosità.

Il romanzo ci regala anche momenti molto dolci e romantici, altri sensuali ed espliciti, piacevolmente descrittivi, che non sono fini a se stessi, ma contribuiscono alla crescita dei personaggi.

Una doverosa menzione ai secondari va ai ragazzi dell’AG: simpatici, complicati adolescenti che mi hanno fatta sorridere con i loro discorsi, l’entusiasmo, il fanservice tipico dei fandom e delle fanfiction. È stato piacevole ritrovare anche Daniel e Rex, dato che questo libro è anche un seguito del precedente e chiude alcune cose lasciate in sospeso a suo tempo.

Non mi resta che consigliarvi caldamente questa lettura, sperando che possa piacervi quanto l’ho amata io!

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: