Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IL MUSICISTA CHE CATTURO’ L’UNICORNO” – Serie The Underdogs #1 – di K.A. MERIKAN – 4 Giugno 2018

TITOLO:Il musicista che catturò l’unicorno
TITOLO ORIGINALE: Manic Pixie Dream Boy
AUTORE: K.A. Merikan
CASA EDITRICE: Self publishing
TRADUZIONE:  Alice Arcoleo per Quixote Translations
GENERE: Contemporaneo
SERIE: The Underdogs #1
E-BOOK:
PAGINE: 143
PREZZO: € 3,99 su Amazon (disponibile su Ku)
USCITA: 4 Giugno 2018
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Alto

TRAMA: — Non puoi nascondere delle crepe sotto le luci dei riflettori. —

Dusk. Leader degli Underdogs. Destinato al successo. Vive godendosi il momento.

Abe. Anche noto come Lolly. Iridescente. Unicorno.

Tutto ciò che Dusk desidera dalla vita è che la sua band diventi famosa in tutto il mondo. Vuole anche divertirsi e spassarsela tra le lenzuola. Quando desidera qualcosa, ce la mette tutta, e al diavolo le conseguenze.

Per questo motivo, quando nota un bellissimo ragazzo dai capelli rosa che sembra l’equivalente umano di uno zucchero filato pieno di tatuaggi, non può trattenersi dall’averne un assaggio. Tuttavia, soltanto quando Lolly finirà nel pullman del tour, Dusk si renderà conto che il loro incontro era scritto nel destino.

Abe è il classico ragazzo che segue la corrente. Dato che stava già facendo l’autostop, perché avrebbe dovuto rinunciare a trascorrere una settimana con un rockettaro super fico e a lasciarsi domare dai suoi capelli lunghi e sensuali? E perché non comportarsi anche da ragazzo carino e solidale già che c’è? Non sarebbe comunque rimasto da quelle parti per molto.

Tutto va a farsi benedire quando compaiono online delle foto di Abe e Dusk, portando all’improvviso il gruppo sotto i riflettori. Per approfittare di quell’inaspettata popolarità, la band offre ad Abe dei soldi per restare.

Questo implica guadagnare dei soldi per una finta relazione con Dusk. Che non è nemmeno poi così falsa. O sì?

 

Ho adorato questo libro. Adorato. Mi è piaciuto da impazzire, dall’inizio alla fine, e probabilmente diventerà uno di quei libri da rileggere ogniqualvolta avrò bisogno di tirarmi un po’ su.

Volevo dire qualcosa sulla copertina – perché è davvero fantastica – ma poi ho pensato ai nomi e mi sono detta che dovevo spendere almeno due parole sulla scelta di queste autrici che, a ogni nuova lettura, mi sorprendono sempre un po’ di più. Ma i nomi? Dusk, Dawn, Lolly? Sono l’equivalente di Tramonto, Alba e Leccalecca… quando lo leggerete capirete anche perché sono così giusti! E se considerate che Dusk e Dawn, che sono fratelli, fanno di cognome Hill – collina – già questo è tutto un programma.

Lolly però in realtà si chiama Abe, ma il leccalecca lo rappresenta benissimo perché è colorato e dolce, come una caramella, ma con un che di spigoloso e di proibito.

“Dusk smise di respirare e contemplò l’incantevole creatura dai capelli rosa che si aggirava tra gli scaffali ballando al ritmo della musica che stava ascoltando nelle cuffie verde menta. I suoi passi erano leggiadri, e Dusk seguì quel tipo come se fosse il coniglio che lo avrebbe condotto al Paese delle Meraviglie.”

L’incontro tra Dusk, musicista degli Underdogs, e Abe è divertente, bollente e finiscono per dover scappare di corsa da una stazione di servizio. Dusk fa montare Abe nel loro camper in cui diventerà una presenza fissa insieme al resto del gruppo: Dawn, fratello minore di Dusk, Mage il suo migliore amico, e Sid. Una banda un po’ fuori dalle righe che sta cercando di sfondare nel mondo della musica ma che fino a questo momento si è accontentata di suonare in piccoli locali sconosciuti.

Insieme ad Abe e alla sua stravaganza si apre così l’occasione per la band di avere il successo che stanno aspettando: la notizia che Dusk ha una storia con quel ragazzo dai capelli rosa fa scalpore, in positivo, e diventano ben presto una band rappresentativa del mondo LGBTQI, con tutte le attenzioni del caso, perlopiù però positive.

Una storia di comodo per entrambi perché Dusk ottiene finalmente attenzione e Abe un passaggio gratis fino a L.A., a patto che continuino a far credere ai loro fan che stanno insieme per davvero. Ma ve lo devo dire io che le cose non sono mai così semplici?

Sì perché i due protagonisti sono giovani, non hanno mai avuto grandi esperienze che esulassero dal sesso fine a se stesso, perciò come tutti sono destinati a inciampare nei propri errori prima di capire quello che provano veramente.

Come dicevo all’inizio ho adorato questo libro, divertente e delizioso, con una scrittura assolutamente coinvolgente e intrigante; leggero, senza drammi ma con dei personaggi dolci e stravaganti che tengono alta l’attenzione.

Ho un debole per questo duo di scrittrici quando si cimentano in questo genere di libri. Dusk e Abe sono due personaggi che sono sicura vi rimarranno nel cuore come è successo anche con me.

Non ve lo fate scappare!

 

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: