Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “LA MANO SUL CUORE” – Serie Storie dalla Contea di Lancaster #2 – di Eli Easton – 12 Giugno 2018

TITOLO: La mano sul cuore
TITOLO ORIGINALE: Tender Mercies
AUTORE: Eli Easton
TRADUZIONE: Valentina Andreose
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
SERIE: Storie dalla Contea di Lancaster #2
GENERE: Contemporaneo
COVER ARTIST: Brooke Albrecht
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner
PAGINE: 214
USCITA: 12 Giugno 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto

TRAMA: Eddie Graber sogna di fondare un rifugio per animali bisognosi, ma quel sogno è messo a rischio quando il suo partner lo pianta in asso. Ora Eddie rischia di perdere la fattoria che ha appena comprato nella contea di Lancaster e di veder sfumare le sue speranze prima ancora di aver avviato il progetto. Ha bisogno di aiuto, ha bisogno di soldi ma, più di ogni altra cosa, ha bisogno di ritrovare la fede in quel fine superiore che lo aveva motivato fin dall’inizio. 

Malgrado la propria disabilità fisica, Samuel Miller si è spezzato la schiena per integrarsi nella comunità amish in cui vive. Quando suo padre scopre che è gay, lo frusta e lo caccia via. Con nient’altro che una manciata di banconote in tasca, Samuel risponde a un annuncio e si ritrova in una fattoria gestita da un forestiero. L’uomo tratta gli animali in modo bizzarro, non ha la minima idea di come si mandi avanti una fattoria ma possiede un cuore grande e gentile.

Samuel non è l’unica anima sperduta che il destino ha condotto alla Meadow Lake Farm. Ci sono anche le mucche Fred e Ginger – che vivevano rinchiuse in un garage – un gruppetto di pecore e un maialino di nome Benny, che potrebbe dare una lezioncina agli umani sul segreto della vita, dell’amore e della felicità. E potrebbe essere proprio lui a mostrare a Eddie e a Samuel la via per il lieto fine.

 

In questo secondo libro, facciamo ritorno nella verdeggiante contea di Lancaster per conoscere il giovane Eddie Graber, che ha lasciato Manhattan per realizzare il suo sogno, ovvero costruire un santuario per animali, dove accogliere e accudire amorevolmente qualsiasi creatura bisognosa.

Nei suoi piani visionari, Eddie pensa a un rifugio per animali, ma finisce per ‘adottare’ anche Samuel che, neanche ventenne, è stato cacciato dal padre dalla sua famiglia amish e dall’unica realtà che ha sempre conosciuto.

Sam si presenta alla porta di Eddie in cerca di lavoro, malconcio e coi soli stracci che indossa e, come presto si capirà, Eddie ha un cuore grande e un animo sensibile, quindi lo assume, anche se egli stesso non versa in buone condizioni economiche. Eddie ha un sacco di buoni propositi, ma è completamente a digiuno sulla gestione pratica di una fattoria e le sue finanze instabili creano un sacco di problemi e ansia. Malgrado queste preoccupazioni, l’uomo ama quel piccolo paradiso e i pochi, ma graditi animali che vi soggiornano. Apprezza sinceramente anche il duro e provvidenziale lavoro di Sam, che non si risparmia mai, anche se è portatore di una disabilità fisica che, in parte, gli ostacola i movimenti.

Samuel, dal canto suo, cerca di venire a patti con la sua sessualità eternamente repressa e imparare a vivere fra le stranezze che pullulano fuori dalla comunità amish. È grato all’uomo che lo ha accolto in casa sua, donandogli vitto e alloggio e, ben presto, la sua gratitudine diventa attrazione, anche se lui si considera inadeguato – un campagnolo bifolco,  – rispetto all’uomo intelligente e spigliato che gli fa da capo. Sam non sa che Eddie lo vede con occhi diversi, ma teme al contempo che la loro amicizia e il loro rapporto lavorativo possano compromettersi se il sesso finisse in mezzo a loro… fino a che, beh, starsi lontani diventa impossibile.

La storia è il giusto mix di sogni, desideri, paure e problemi. Tocca temi delicati, come la religione, l’omofobia, il maltrattamento di animali… ma offre soprattutto speranza, ci dimostra che ci sono individui cattivi e insensibili, ma anche persone buone, generose e pronte ad aiutare.

Accanto ai dilemmi, nella storia di Eddie e Sam ci sono amore, dolcezza, accettazione. Delle belle scene coinvolgenti, gradevoli e sensuali al punto giusto. Anche se, a esser pignoli, il vero protagonista di questa storia è Benny, il piccolo maialino vietnamita che vi conquisterà con la sua intelligenza e saprà strapparvi dei bei sorrisoni, perché è adorabile. Benny è un eroe, e leggendo capirete il perché.

Mi sono piaciuti anche gli accenni agli altri animali e alle loro personalità, così come alcuni personaggi secondari che compaiono poco, ma svolgono un lavoro prezioso. È stato bello ritrovare pure David e Christie, i protagonisti del precedente volume.

Di questa storia ho amato profondamente il messaggio di fondo. Non solo la spinta a realizzare i propri sogni, ma anche il coraggio di rischiare per loro e di appoggiarsi a chi si ama, senza affogare nella testardaggine o nell’orgoglio. Quel sussurro che bisbiglia di non mollare, di avere fede, che sa quasi di mistico e sovrannaturale; quella voce che, se si ascolta bene, è dentro ognuno di noi.

In conclusione, vi consiglio questa storia perché è ben scritta e ben tradotta: una lettura davvero piacevole.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: