Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “TUO, SIMON” di Becky Albertalli – 23 Marzo 2018

TITOLO: Tuo, Simon
AUTORE: Becky Albertalli
CASA EDITRICE: Mondadori
GENERE: YA Narrativa
E-BOOK: Sì – anche cartaceo
PAGINE: 234
USCITA: 23 Marzo 2018 (2^ edizione)
PREZZO: € 8,99 su Amazon
LIVELLO DI SENSUALITA’: Molto Basso
LINK PER L’ACQUISTOTuo, Simon
 

TRAMA: Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un’intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finchè un email finisce in mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che oraminaccia di rivelare a tutti lo scoop dell’anno… a meno che Simon non l’aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e far conoscere agli altri chi è davvero. 

 

Forse i più informati di voi sapranno che di questo libro è uscita, proprio quest’anno, la trasposizione cinematografica dal titolo “Tuo Simon“, con la regia di Greg Berlanti (il libro, già uscito nel 2016, aveva per titolo “Io non so chi sei, ma io sono qui”).

Io non sapevo del film e non conoscevo nemmeno il libro, ma devo ammettere che è stata una lettura davvero interessante. Un libro che, nonostante abbia protagonisti molto giovani, tratta temi che riguardano tutti, come l’omofobia e il bullismo ma anche l’amicizia e i primi amori.

Simon, protagonista principale, è un ragazzino gay che però non si sente ancora pronto a fare coming out. Da qualche tempo intrattiene una fitta corrispondenza con Blu, di cui però non conosce la vera identità, una corrispondenza in cui parlano di tutto tranne di chi sono veramente.

Oltre a Blu, Simon passa il tempo con i suoi amici Nick, Leah e Abby in cui, come succede spesso a questa età si instaurano dinamiche di corteggiamento, gelosie e cose non dette.

Quando però Martin, un bulletto compagno di scuola, dopo aver letto per sbaglio le email tra Blu e Simon, ricatta quest’ultimo perché interceda con Abby per ottenere un appuntamento, la situazione precipita e Simon si trova ben presto esposto a una situazione che non era ancora pronto ad affrontare.

La vita di Simon si fa certamente più complicata ma fortunatamente ha degli amici che gli guardano le spalle e una famiglia che, pur con le proprie peculiarità, riesce a essergli vicina nel momento del bisogno.

Un romanzo, questo di Becky Albertalli, con dei personaggi molto giovani, nel pieno dell’adolescenza e alle prese con quei problemi tipici di quell’età che si uniscono, per Simon, al pensiero della sua sessualità e alle reazioni che potrebbe avere la sua famiglia e i suoi amici.

Il mistero di Blue e di chi sia in realtà è il filo conduttore di tutto il libro e dopo varie ipotesi scartate man mano da Simon, scopriamo solo alla fine la sua identità, anche se non si rivela propriamente una sorpresa.

È un llibro che, a dispetto dei temi affrontati, rimane comunque leggero e delicato, molto dolce e forse adatto a un pubblico più giovane, che potrebbe immedesimarsi meglio nella vita di questi ragazzi. Mi è piaciuta molto la caratterizzazione dei personaggi adulti, come i genitori di Simon o gli insegnanti. Delle figure imperfette, che sbagliano ma che sono comunque pronte a prendere in mano la situazione nel momento in cui il loro ruolo lo richiede, prendendo una chiara e precisa posizione contro il bullismo o l’omofobia.

Ma in generale tutti i personaggi coinvolti sono ben caratterizzati, a partire sicuramente dal personaggio principale, Simon: un ragazzino molto più maturo della sua età, quasi timido e introverso, che da una parte sembra molto più adulto della sua età ma in alcuni frangenti dimostra tutta la sua innocenza e la sua ingenuità.

Una storia che riguarda il periodo dell’adolescenza con i suoi problemi, ma che ci fa vivere anche la spensieratezza e la tenerezza di un amore giovanile che nasce e che non porta con sé tutte quelle preoccupazioni, spesso esagerate, delle persone adulte.

Un romanzo dedicato e scritto per i più giovani che però consiglio a tutti.

 

Un commento su “RECENSIONE: “TUO, SIMON” di Becky Albertalli – 23 Marzo 2018

  1. Sara Fabian
    9 luglio 2018

    Un libro davvero molto carino.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 6 luglio 2018 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: