Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “RITRATTI DI TE” – Serie ’90 Coming of Age #1 – di Leta Blake – 16 Luglio 2018

TITOLO: Ritratti di te
TITOLO ORIGINALE: Pictures of you
AUTORE: Leta Blake
TRADUZIONE: Paolo Costa
SERIE: ’90 Coming of Age #1
CASA EDITRICE: Quixote Edizioni
GENERE: NA Contemporaneo
EBOOK: Si
PAGINE: 415
PREZZO: € 4,99 nei maggiori store e sito editore
DATA USCITA: 16 Luglio 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto

TRAMA: Crescere come un ragazzo gay non è facile. Crescere come un ragazzo gay a Knoxville, in Tennessee, è ancora più difficile.

Il diciottenne Peter Mandel, all’ultimo anno di una scuola privata – classe 1991 – è appassionato di fotografia. Peter non ha molti amici e preferisce scattare foto rimanendo in disparte, nascondendo la sua omosessualità. A un certo punto compare sulla scena Adam Algedi, un ragazzo affascinante e sofisticato, che non vuole etichette ma vuole Peter.

Incapace di credere che un ragazzo stupendo come Adam voglia proprio lui, il nerd allampanato, Peter viene trascinato in un viaggio alla scoperta del primo amore e del sesso. Ma quando la loro rete di bugie si stringe sempre di più, riuscirà Peter a trovare la sicurezza necessaria per prendere la decisione giusta? E la sua cotta per Daniel, un amico del college, aprirà una nuova strada?

Questo è il primo libro di una tetralogia che ci porta indietro nel tempo di qualche decennio, in una piccola città del Tennessee, dove incontriamo il diciottenne Peter, costretto a cambiare scuola all’ultimo anno a causa del bullismo e dell’omofobia di cui è stato vittima.

Peter è gay e sa di esserlo, ma non è facile dichiararlo ai nostri giorni, figurarsi allora, con la mentalità ristretta tipica dei paesi rurali del sud e con lo spettro dell’AIDS come punizione divina. Peter vive mantenendo un profilo basso, senza amici e senza attirare l’attenzione di nessuno, con una famiglia presente, sì, ma solo in modo superficiale.

La sua unica passione-ossessione, la sua valvola di sfogo, il suo contatto col mondo è la fotografia, per la quale dimostra notevole abilità.

La vita di Peter cambia il primo giorno del nuovo anno scolastico nella nuova scuola, dove finisce suo malgrado per essere notato dall’affascinante Adam, che lo ‘adotta’ come amico e lo porta a elevarsi, almeno in parte, dal suo ruolo di sfigato perenne.

Adam ha girato il mondo assieme alla sua famiglia e al padre diplomatico, che lo ha spedito in America a causa dell’imminente conflitto in Medio Oriente: la Guerra del Golfo è alle porte e Adam, con la sua gemella Sarah, passerà l’anno del diploma a casa del fratello maggiore Mo.

Sia Peter che Adam hanno due situazioni familiari non propriamente convenzionali e il romanzo è ricco di personaggi ‘particolari’ che influenzano le loro scelte e le loro convinzioni: parenti, amici, professori, conoscenti che arricchiscono la trama ritagliandosi degli spazi.

La storia rientra nel filone ‘new adult’, perché in tutta la trama – l’arco temporale di un anno scolastico – Peter vive una serie di esperienze e scelte (volute o subìte) che lo traghetteranno nel mondo adulto, con un’iniziazione ai compromessi, alle bugie, al sesso, che nel testo è presente tramite numerose scene esplicite e particolareggiate.

La storia tocca tantissimi temi anche molto diversi fra loro, dall’omofobia al tradimento, passando per l’amicizia con benefici, le etichette, la bisessualità, la violenza fisica e verbale, la manipolazione, la depressione, ecc… Come ho accennato poco sopra, Peter e Adam sono accompagnati in questo viaggio da molti personaggi interessanti, alcuni positivi e altri negativi, anche se spesso è più una questione di scala di grigi. I protagonisti stessi, molto umani nei loro turbamenti, negli errori, negli egoismi e negli istinti, suscitano sentimenti ambivalenti nel lettore per ciò che fanno o non fanno. Si parteggia per Peter (si soffre con lui, si ama con lui), ma un po’ lo si odia pure, e così è anche per Adam, anche se in parte li si giustifica.

Quest’amore tormentato e segreto mi ha tenuta incollata al lettore ebook e devo dire che, anche se il libro è corposo e complesso, ha un buon ritmo e la resa italiana è piacevole e curata.

Essendo questo il primo volume, si chiude una parentesi della storia ma non c’è una vera fine, pertanto spero che il seguito tradotto arrivi presto. Nel frattempo, vi consiglio vivamente questa lettura.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: