Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IN UN BATTIBALENO” di Damon Suede – 24 Luglio 2018

TITOLO: In un battibaleno
TITOLO ORIGINALE: Lichety Split
AUTORE: Damon Suede
TRADUZIONE: Martina Nealli
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Cowboy
COVER ARTIST: Paul Richmond
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 sul sito dell’editore
PAGINE: 297
USCITA: 24 Luglio 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Molto Alto
LINK PER L’ACQUISTOIn un battibaleno

TRAMA:Patch Hastle è cresciuto in tutta fretta: scappato a gambe levate dal paesello del Texas orientale che gli ha dato i natali, s’è fatto una vita a New York come modello e DJ e non s’è mai voltato indietro. Anche quando i suoi vengono improvvisamente a mancare, il ragazzo torna a casa con l’intenzione di sbolognare la fattoria al primo magnate del petrolio che passa e far fagotto più veloce della luce. Peccato che il testamento metta le redini in mano al miglior amico di suo padre, nonché peggior nemico di Patch.

Tucker Biggs ha finito di andare a spasso per rodei: ha messo radici ed è diventato il guardiano-bracciante della fattoria degli Hastle. Sa bene che Patch lo detesta, ma quando il ragazzo ricompare in versione adulta, bello da impazzire, Tucker finisce per trasformare la rimpatriata in una bella lezione sull’esperienza e sui desideri.

È un bel gioco se dura poco, e sia Patch che Tucker sanno già che questo finirà in un battibaleno: appena venduta la fattoria se ne andranno ciascuno per la sua strada e tanti saluti. Purtroppo, però, a ogni secondo che passa le corde che legano il cittadino tutto in tiro e il bifolco dai jeans consunti si stringono sempre di più… E se non vogliono farsi disarcionare, dovranno entrambi capire cos’è che conta davvero, e dovranno farlo alla svelta.

 

Dopo ben 6 anni dall’uscita dell’unico libro tradotto in italiano di Damon Suede – da molti indicato come il “battesimo” nel mondo dei libri male to male –  finalmente possiamo leggere un nuovo libro di questo autore.

Forse l’attesa ha giocato un ruolo troppo importante e l’aspettativa era troppo alta ma personalmente questo libro non mi ha fatto impazzire per una serie di motivi.

La storia inizia presentandoci Patch, in un divertente siparietto su un aereo, che torna nella piccola città che l’ha visto nascere per organizzare il funerale dei genitori, morti improvvisamente e prematuramente, e per vendere la fattoria di famiglia con cui lui non vuole avere nulla a che fare. Patch ha ventidue anni, vive da solo a New York da quando ne ha sedici, quando è letteralmente scappato da quella cittadina soffocante di cui conserva solo brutti ricordi.

Un ricordo in particolare riguarda Tucker, amico di suo padre ed ex allenatore, per cui ha sempre avuto una cotta ma che lo ha sempre trattato male chiamandolo con nomignoli dispregiativi e offensivi e umiliandolo davanti a tutti. Ma è anch’esso un ricordo spiacevole perché per quanto ne fosse attratto, il trattamento che gli riservava era degno di una persona senza cuore.

Proprio Tucker però rappresenta l’ostacolo tra lui e i soldi della vendita della fattoria perché il padre, nel testamento, ha nominato proprio Tucker esecutore testamentario, donandogli l’usufrutto della proprietà e Patch si trova combattuto nel non saper cosa fare, se vendere e lasciare Tucker senza casa e senza lavoro oppure lasciargli tutta la proprietà. Quello di cui è sicuro è che vuole fare tutto nel più breve tempo possibile, per tornare a casa a New York e lasciarsi tutta quell’esperienza alle spalle.

Tucker è il tipico cowboy un po’ ignorante e (molto) grezzo, che però gode di bell’aspetto e attrae Patch come un magnete, dato che è stato la sua fantasia proibita per tutta la sua adolescenza. Senza troppe speranze, Tucker vive la sua vita alla giornata, lavorando alla fattoria dei genitori di Patch e vivendo in una roulotte; senza amici o altre cose da fare è un personaggio molto particolare, che incarna alla perfezione lo stereotipo dell’uomo zotico e poco istruito.

Dopo aver superato, quasi in un baleno, tutti i dissapori e riappacificandosi almeno in apparenza, Tucker e Patch si scoprono entrambi attratti l’uno dall’altro e Patch finalmente riesce a realizzare quelle fantasie per Tucker che lo avevano tenuto in scacco per anni, finendo in una relazione esclusivamente fisica in attesa di scoprire cosa Patch deciderà di fare con la proprietà e con Tucker stesso.

Come dicevo questo libro non mi ha fatto impazzire per una serie di motivi: la caratterizzazione dei personaggi è abbastanza fedele al contesto della storia ma per me è fin troppo sopra le righe; Tucker, il bifolco come viene chiamato, incarna lo stereotipo del fusto tutto muscoli, stupido e ignorante, volgare e rozzo. Patch dovrebbe essere il suo opposto, dato che vive in una grande città, fa il modello e il DJ, ed è più civilizzato ma essendo affidata solo a lui la narrazione sembra quasi che i pensieri siano di una persona altrettanto rozza e questa cosa non mi ha convinta.

In generale però sono le scene di sesso che non mi sono piaciute, con troppi termini che oramai non si vedono più nei romance m/m (anche in quelli più erotici) come “ciucciare”, “mungere”, “crema”, che ho trovato volgari e che, pur essendo presenti nella versione originale, in italiano non sono per niente attraenti.

Ho certamente considerato il contesto e infatti il registro utilizzato, anche se personalmente l’ho trovato fastidioso, è coerente con il luogo dove si svolge la storia, ma secondo me è fin troppo eccessivo. Probabilmente è il feeling con l’autore che non c’è stato ma proprio non sono riuscita a farmelo piacere.

Come al solito sono mie impressioni personali e vi consiglio di leggerlo per farvi una vostra opinione.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25 luglio 2018 da in Contemporaneo, Cowboy, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: