Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “L’AMICO DI PENNA” di Serena Lilyen – 30 Luglio 2018

 

TITOLO: L’amico di penna
AUTORE: Serena Lilyen
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Conteporaneo
E-BOOK:
PAGINE: 101
USCITA: 30 Luglio 2018
PREZZO: € 3,99 su Amazon (disponibile su Ku)
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio
LINK PER L’ACQUISTOL’amico di penna
 

TRAMA:Adrien sente che la sua vita ha bisogno di una svolta, per questo decide di tornare a vivere a Roger Town, dove ritrova la sua migliore amica Janet e il fratello di lei, Eli, sua cotta storica.
Mentre cerca di adattarsi alla sua nuova vita, ritrova le lettere del suo vecchio amico di penna e decide che vuole conoscerlo. Con l’aiuto di Eli, Adrien ripercorre il suo passato, affronta i suoi demoni, gettando le basi per il suo futuro, forse proprio con il ragazzo che tanto gli piaceva.

 

Due storie corrono parallele in questo libro: la storia di Adrien, protagonista indiscusso, ma anche la storia del suo scambio epistolare col suo amico di penna, che Adrien cerca di rintracciare dopo dieci anni di silenzio.

Adrien è un ragazzo molto timido, schivo e introverso e un fatto accaduto qualche anno prima ha solo peggiorato il suo carattere, rendendolo ancora più diffidente verso gli altri. Quando capisce però che la sua vita, com’è ora, è una interminabile sfilza di azioni sempre uguali senza una reale possibilità di cambiamento, decide di tornare nella città dove è nato anche per stare più vicino alla sua amica Janet. Stare vicino a Janet però significa anche avere a che fare con il fratello maggiore di lei, Eli, per cui ha una cotta da tutta la vita. Eli però è etero, o almeno così lui crede, perciò quella sua attrazione è fonte solo di stress e tormento.

Quella tra Adrien e Eli è una storia che si sviluppa in maniera abbastanza prevedibile ma che comunque è molto dolce e scorrevole, senza troppi scossoni.

La storia più intrigante, per me, rimane però il racconto sul suo amico di penna con cui scambia delle lettere per tre anni, senza mai sapere il suo vero nome e che, dopo dieci anni, ritornando nella sua città natale, vuole rintracciare e scoprire chi fosse veramente e ringraziarlo per essergli stato vicino, anche se non fisicamente, in un momento di profonda confusione.

Uno scambio che viene raccontato tramite le lettere che i due ragazzini si lasciavano in una buca delle lettere di una casa abbandonata con l’ingenuità propria della loro giovane età. Eli rimane il personaggio meno approfondito, rimane nell’ombra della storia di Adrien e ne risente la sua caratterizzazione, un po’ scarna.

Vari altri personaggi si avvicendano durante il libro, in special modo Janet, la migliore amica di Adrien e Rick, il suo ex, che torna alla carica per riprenderselo.

L’amico di penna è un libro carino, non indimenticabile ma che si fa leggere; la storia è molto soft, molto tranquilla, una storia d’amore dolce ma che manca di un po’ di verve.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 agosto 2018 da in Contemporaneo, New Adult, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: