Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “BASTA UN GIORNO” di Mary Calmes – 4 Settembre 2018

TITOLO: Basta un giorno
AUTORE: Mary Calmes
TRADUZIONE: Sara Linda Benatti
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Suspense
COVER ARTIST: Reese Dante
E-BOOK:
PREZZO: $ 5,99 su Dreamspinner
PAGINE: 197
USCITA: 4 Settembre 2018
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Media
LINK PER L’ACQUISTOBasta un giorno

TRAMA: Quando si lavora per la mafia, può capitare di dover uccidere molte persone in tanti modi diversi. Ceaton Mercer ha stivato gli ultimi due cadaveri in un capanno degli attrezzi che appartiene a un adorabile ricercatore marino che abita in un’idilliaca comunità isolana, ma non è poi così cattivo. Con il tempo si è trovato una specie di casa e forse anche un posto nel cuore delle persone con cui lavora, o almeno quanto basta perché non gli piantino un proiettile in testa quando smette di essere utile per il boss.

Ma non ha mai immaginato che un solo giorno potesse cambiargli la vita, ed è sul punto di scoprire quanto si sbaglia.

Gli basta un giorno per incontrare l’uomo che sembra essere quello giusto, l’amore della sua vita. Sembra inconcepibile che un uomo che si occupa di morte possa trovare l’amore, ma è come se fosse destino. Gli basta un giorno, che si fa sempre più strano e in cui i problemi si accumulano, per costringere Ceaton a riflettere sulla sua cupa esistenza e ad accettare che in ventiquattro ore tutto può cambiare, perfino lui stesso. Il suo futuro potrebbe rivelarsi più luminoso di quanto si aspettasse, ma dovrà restare vivo abbastanza a lungo da scoprirlo.

 

Ceaton Mercer, ex marine senza casa né famiglia, per vie traverse comincia a lavorare per la mafia serba, dove trova il suo posto nel mondo e nel cuore delle persone con cui lavora… almeno è quello che pensa. Non è una cattiva persona ma ha un senso della giustizia e dell’onore personale e distorto e per questo è convinto che non avrà mai una famiglia né una persona al suo fianco, solo incontri rapidi volti a togliersi il prurito.

Anno dopo anno consolida la sua posizione nella cerchia di fiducia più ristretta del boss, ma ad un certo punto le cose iniziano a farsi strane e sospette fino a quando, durante un incarico, incontra uno strano e dolce ricercatore marino, Brin è il suo nome, che stravolge in un giorno tutto il suo mondo, in un solo giorno Ceaton si rende conto che tutto può cambiare, anche lui stesso, e che può avere la possibilità di una nuova vita con l’uomo che sembra essere quello giusto.

Devo ammettere che letta la sinossi e certa del nome dell’autrice, una delle mie preferite e di cui ho apprezzato quasi tutto, mi sono trovata un po’ spiazzata da questo libro. Non avendo particolari aspettative ho iniziato la lettura a mente e cuore aperto, ma da subito ho notato uno stile molto diverso dal solito, un racconto sì interessante ma nel quale sentivo la mancanza della presenza del coprotagonista già dai primi capitoli, e questo mi distraeva perché cercavo di capire quando lo avrebbe incontrato e quando sarebbe iniziata la loro storia. Invece tutto è concentrato e raccontato da Ceaton, da cosa e da chi gli ruota attorno fino al momento in cui appunto l’intreccio prende una piega pericolosa per lui.

Quindi per tre quarti di libro conosciamo quasi tutto solo e unicamente dell’ex marine e solo molto avanti compare Brin, col quale in pochi e veloci capitoli, tutto esplode (capisco il colpo di fulmine, ma il contesto qui è davvero molto articolato e quindi in questo particolare caso l’ho trovato poco credibile). È tutto poco equilibrato per me e questo più del resto mi ha lasciato insoddisfatta. Il classico, dolce romanticismo pieno di passione, che contraddistingue i libri e i personaggi della Calmes, qui ci viene dato con il contagocce, lasciando un po’ delusa una lettrice affezionata come me.

La lettura comunque è scorrevole e interessante (se ci si dimentica che è un romance), ben scritta, Ceaton è davvero ben caratterizzato al contrario di Brin, di cui avrei preferito avere qualche approfondimento in più per poter apprezzare meglio la particolare personalità appena intravista, e tutto questo mi ha fatto apprezzare la storia meno del solito e mi ha lasciato la sensazione, assolutamente personale, di una storia d’amore appena iniziata con altro da dire.

Naturalmente questa rimane una mia opinione, quindi consiglio la lettura di questo libro agli amanti della Calmes “sempre e comunque”, ma sappiate che è decisamente un po’ diverso dal solito.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 settembre 2018 da in Contemporaneo, Recensione, Romance, Suspence con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: