Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “SECONDE OCCASIONI” di Rowan McAllister – 11 Settembre 2018

TITOLO: Seconde occasioni
AUTORE:  Rowan McAllister
TRADUZIONE: Valentina Andreose
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
COVER ARTIST: Adrian Nicholas
GENERE:  Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 sul sito dell’Editore
PAGINE: 182
USCITA: 11 Settembre 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto

TRAMA: Sebbene sia nato tra agi e ricchezze, Jordan Thorndike è stanco di fingere: non potrà mai diventare un avvocato come vorrebbero i suoi genitori, e nemmeno dare loro una nuora e dei nipotini. Messo di fronte a un ultimatum – continuare a vivere nella menzogna o andarsene – Jordan prende la sua BMW e se ne va.

Senza casa, senza lavoro e senza aspirazioni, Jordan trova rifugio in una delle organizzazioni di beneficenza finanziate dalla madre: il ranch delle seconde occasioni. Grazie al proprio nome e carisma, Jordan ammalia lo staff in quattro e quattr’otto… tutti tranne uno.

Russ ha sempre dovuto lottare per sopravvivere e detesta quel rampollo viziato che sfrutta il ranch solo per il gusto di vivere un’avventura. Jordan è disposto a tutto pur di dimostrare a Russ di saper lavorare sodo, ma la famiglia e alcune ferite del passato complicheranno le cose. Riuscirà Jordan a capire che quella che per lui è una vacanza per altri è la dura realtà della vita? E Russ potrà mai accettare che Jordan è capace di maturare… e di amare?

 

La vita di Jordan cambia in maniera inesorabile, e in negativo, nel momento in cui fa coming out con i suoi genitori. Non esattamente entusiasti, gli tolgono tutto quello che ha e, da ragazzino figlio di un miliardario con una carriera futura da avvocato, si trova improvvisamente con poche centinaia di dollari e nemmeno un posto dove andare. Jordan è stato capace di rinunciare a tutto pur di non continuare a fare finta di essere chi non è e voler fare qualcosa che non vuole fare. Forse è stata la sua ingenuità a farlo parlare a cuore aperto, sperando in una reazione non così drammatica, ma oltre a vedersi togliere tutti i beni materiali che aveva dato per scontati fino a quel momento si vede togliere anche il loro affetto, che forse non aveva mai avuto, solo per avergli rivelato di essere gay e di non voler affatto diventare un avvocato.

Jordan è un personaggio che si fa amare, fragile e vulnerabile, che usa il proprio aspetto come un’arma, ma è anche un ragazzo che ama lavorare, che ama gli animali, un ragazzo che nonostante sia stato cresciuto negli agi più sfrenati è ancora in grado di apprezzare le piccole cose. Nel momento di estremo bisogno, coglie l’occasione di rifugiarsi al BSTAR, il ranch sovvenzionato dalla madre, che si occupa di animali recuperati da situazioni di abuso o di incuria e degrado, rimettendoli in sesto, per poi riuscire a trovargli una famiglia in grado di prendersene cura. Al ranch incontra delle persone gentili, accoglienti, più affettuose della sua stessa famiglia (non che ci voglia poi molto!) a parte Russ, sovrintendente musone e maleducato che dal primo istante in cui vede Jordan sembra provare un’immediata antipatia e che fa di tutto per metterlo in difficoltà, per convincersi che sia solo un figlio di papà senza voglia di lavorare e sporcarsi le mani.

Jordan però è capace di dargli del filo da torcere e l’attrazione esplode proprio come da copione.

Nonostante sia un romance di stampo molto classico, è un libro molto interessante, i personaggi sono ben caratterizzati, rispettando il loro ruolo senza però cadere nell’ovvio, in particolare Russ, il capo burbero e intransigente che però ha i suoi buoni motivi per essere così com’è. Russ, che già è passato attraverso vari cuori spezzati e una relazione con una persona molto simile a Jordan che non è finita affatto bene, si lascia guidare dai suoi pregiudizi, convinto di avere già inquadrato il nuovo arrivato e di sapere già tutto e cercando al contempo di non cedere all’attrazione che prova.

Una storia abbastanza semplice con l’aggiunta di un espediente che arriva a disturbare il delicato equilibrio dei due protagonisti, e quasi ci riesce. Una storia carina e leggera senza troppi drammi.

Mi è solo un po’ dispiaciuto che si sia dato poco risalto alla situazione famigliare di Jordan, che in sostanza viene solo accennata per dare il via alla storia e lasciata poi perdere senza approfondirla, così come un’altra situazione che non vi svelo ma che è lasciata un po’ in sospeso.

Complessivamente un libro piacevole concentrato soprattutto sui due protagonisti e sulla loro evoluzione personale e la loro storia d’amore.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 settembre 2018 da in Contemporaneo, Recensione in anteprima, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: