Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E CULTURA… LORENZO BALDUCCI

 

 

Buongiorno amici e amiche di Tre Libri Sopra il Cielo! Oggi conosciamo meglio l’attore italiano Lorenzo Balducci.

 

Figlio del dirigente pubblico Angelo Balducci, Lorenzo nasce a Roma nel 1982, inizia a studiare recitazione all’età di quattordici anni e nel 2001 è protagonista a teatro accanto all’attrice Myriam Catania in “Romeo e Giulietta” di Claudio Boccaccini.

Debutta sul grande schermo con il film di Pupi Avati “I cavalieri che fecero l’impresa” e successivamente viene diretto dallo stesso regista in “Il cuore altrove”. Appare in varie fiction televisive, tra cui “Giorni da Leone” e “Il Papa buono”, per poi prendere parte a una lunga serie di film per il cinema come “Ma che colpa abbiamo noi” di Carlo Verdone, “Tre metri sopra il cielo”, “Last Minute Marocco”, “I Testimoni”, presentato in concorso al Festival di Berlino, e “Il sole nero” tratto dall’opera teatrale di Rocco Familiari, tutti del 2007.

Due anni dopo l’attore italiano tornerà sul grande schermo con tre film: “Due vite per caso”, “Io, Don Giovanni”, in cui ha il ruolo del giovane Lorenzo Da Ponte, l’autore della celebre opera di “Mozart”, e infine “Ce n’è per tutti” per la regia di Luciano Melchionna. Con quest’ultimo lavora anche in diverse edizioni dello spettacolo “Dignità Autonome di Prostituzione”, portato in scena a Roma, Napoli e in Spagna in occasione del Festival Internazionale di Teatro di Tarragona.

Lorenzo si dedica anche al cinema internazionale e interpreta la commedia romantica “31 dìas” in Messico, il film in costume spagnolo “Stella Cadente – Estel fugac”, il cortometraggio italo-americano “Snowflake”, girato a New York di cui è anche co-produttore esecutivo, e infine il film americano “In Search of Fellini”. Torna sul piccolo schermo per interpretare Carlo nella prima stagione della serie “Questo nostro amore”, e Lazzaro nel film tv “Barabba” accanto a Billy Zane.

Nel 2006 ottiene il premio per il Miglior Attore al Chieti Film Festival per “Gas” e nel 2012 vince il premio Susan Batson per la sua interpretazione nel film “Due vite per caso”, al NICE Film Festival di San Francisco. Nel 2015 è nel cast della serie televisiva in onda su Canale 5 “Solo per amore”, mentre l’anno successivo interpreta Mario de’ Medici nella serie “Medici: Masters of Florence” e apparirà nella commedia di Carlo Vanzina “Non si ruba a casa dei ladri”.

Tra gli interpreti dello spot per l’inaugurazione della stagione estiva del Gay Village di Roma di quest’anno, troviamo anche l’attore italiano e in più appare come guest-star in un episodio dell’undicesima stagione di “Don Matteo”. Lorenzo sarà uno dei protagonisti, nel ruolo di Giovanni Battista, di “7 Miracles of Jesus VR”, primo film italiano in realtà virtuale diretto dal documentarista Marco Spagnoli, assieme all’esperto di VR Rodrigo Cerquiera.

 

“In questi anni ho voluto andare un po’ lontano: New York, Messico, Spagna. Da qualche parte ho fatto l’attore, da qualche altra solo il lavoro che faccio più spesso: il cameriere. Il giorno del mio trentesimo compleanno ho iniziato a lavorare a Saraghina, un buonissimo ristorante italiano di Brooklyn. Quello di servire ai tavoli è un mestiere che, di solito, sa fa a vent’anni, ma io mi sono preso la prima sbronza a 25 e ho fumato la prima sigaretta a 27, tutto tardi o, meglio, al contrario, A vent’anni facevo l’attore”.

Queste le parole di Lorenzo Balducci in un’intervista di VanityFair del maggio 2017 dove parla di ciò che è successo nel febbraio 2010 e delle conseguenze dovute alle accuse nei confronti del padre.

 

http://(https://www.vanityfair.it/people/italia/2017/05/05/lorenzo-balducci-figlio-angelo-balducci-corruzione-inchiesta-foto)

Nel febbraio 2010, Angelo Balducci, presidente del Consiglio Superiore dei lavori pubblici e Gentiluomo di Sua Santità, viene arrestato con l’accusa di corruzione per gli appalti riguardanti i lavori del G8 a La Maddalena. Questa è la prima di una lunga serie di imputazioni a suo carico, legate a grandi opere pubbliche perché, secondo gli inquirenti, Balducci è lo snodo di un ampio sistema di favori e corruzioni. Tra le altre accuse contestate ad Angelo Balducci, ci fu anche quella di aver creato con la moglie Rosanna Thau, due società di produzione cinematografica, in cui confluivano le mazzette delle aziende favorite negli appalti, che finanziarono alcuni dei film in cui lavorò Lorenzo. Spesso, come svelarono le intercettazioni, segnalato e raccomandato per ruoli cinematografici e televisivi. Sempre le intercettazioni, qualche settimana più tardi, legarono Angelo Balducci a un giro di prostituzione maschile.

A differenza di quanto erroneamente affermato nel 2010, Lorenzo non è mai risultato iscritto nel registro degli indagati in merito all’inchiesta sul G8 de La Maddalena e i registi Pupi Avati e Carlo Verdone hanno pubblicamente difeso l’attore dalle accuse di raccomandazioni, affermando a più riprese di averlo scelto esclusivamente per le sue capacità.

“Io sono stato segnalato per una serie di film, non tutti quello che ho fatto ci tengo a dirlo, e in un caso non lo immaginavo proprio. Nessuno è mai venuto a dirmi: sei stato raccomandato per questo film. Ma lo capivo, sapevo che c’era una conoscenza tra la mia famiglia e la tal persona. La volta in cui sono stato segnalato senza saperlo ho preso il posto di un altro attore. Molto tempo dopo, quando lui è venuto al ristorante in cui lavoro, gli ho chiesto scusa. Quando si fa un errore, si paga. Io l’ho pagato e ho la sensazione di stare ancora pagando: le vedo le porte chiuse. Nessuno mi dice “non ti prendiamo per quello che è successo”, però non faccio un provino per il cinema da anni, solo per la Tv”. (Lorenzo Balducci)

 

L’attore italiano ama la trasparenza ed è per questo che nel 2012 durante l’intervista concessa a Il Venerdì di Repubblica fece coming out, parlando apertamente della propria omosessualità, lo fece nel momento in cui interpretava un film a tematica omosessuale e non voleva essere ipocrita. Tutti in famiglia sapevano già che Lorenzo fosse gay, tutti tranne la nonna che è morta senza saperlo. E’ sostenitore dei diritti gay, favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso e nel 2015 è stato giurato per il 30° “Torino Gay & Lesbian Film Festival”.

Oggi Lorenzo Balducci è innamorato e fa coppia con Roger Duplease, con lui nella foto, suo compagno losangelino. I due stanno insieme da circa un anno ma solo nell’agosto di quest’anno Lorenzo ha parlato del suo compagno e sui social è apparsa improvvisamente una tenera foto di coppia.

 

 

Le dolci foto della coppia si possono ammirare sul profilo Instagram di Roger Duplease e arrivano fino al settembre dello scorso anno e giustificano i diversi viaggi di Lorenzo verso Los Angeles, California.

 

 

 

FONTIhttps://it.wikipedia.org/wiki/Lorenzo_Balducci

https://www.vanityfair.it/people/italia/2017/05/05/lorenzo-balducci-figlio-angelo-balducci-corruzione-inchiesta-foto

http://www.spetteguless.it/2018/08/07/lorenzo-balducci-fidanzato-roger-duplease-foto/

 

 

Tonyella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 settembre 2018 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: