Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “LA LUNGA STRADA TORTUOSA” – Serie Un insolito triangolo #4 – di T.J. Klune – 6 Novembre 2018

TITOLO: La lunga strada tortuosa
AUTORE: T. J. Klune
TRADUZIONE: Claudia Milani
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Contemproaneo
SERIE: Un insolito triangolo #4
COVER ARTIST: Paul Richmond
E-BOOK:
PREZZO: $ 4,89 sul sito dell’Editore (attualmente in offerta)
PAGINE: 340
USCITA: 6 Novembre 2018
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Basso

TRAMA: La famiglia non è sempre definita dal sangue, ma da coloro che ci rendono completi e contribuiscono a costruire la nostra identità.

In questa storia ormai giunta alla fine, Bear e Otter saranno messi alla prova come mai prima.

Una ragazzina che non ha un altro posto dove andare bussa alla loro porta.

Una telefonata improvvisa comunica novità inaspettate.

Un fratello torna finalmente a casa dopo aver imparato a camminare da solo.

E, mentre questi tre elementi convergono, le vite di tutti subiranno una svolta dalla quale sarà impossibile tornare indietro.

Cominciando con Un insolito triangolo e proseguendo con La nostra identità e L’arte di respirare, TJ Klune ci parla di famiglia e affetto fraterno, di amore e sacrificio. In questo capitolo finale, gli eventi del passato servono a lastricare la lunga e tortuosa strada che porta a un futuro che nessuno avrebbe mai potuto immaginare.

 

Si conclude con questo libro una serie che ha toccato molto il mio cuore. Salutiamo Bear, Otter e Kid dopo averli visti alle prese con molte avversità della vita, molte più di quelle che possono in effetti capitare a una persona, ma che li ha resi forti nonostante le cicatrici emotive lasciate dall’abbandono di una madre egoista e assente, e sicuri della famiglia che negli anni si sono costruiti, con persone con cui non hanno legami di sangue ma con cui condividono amore e affetto sinceri.

Dopo aver superato l’abbandono della madre, l’adozione del fratellino (e tante altre cose) e aver conquistato l’amore della sua vita, Bear dovrà affrontare nuovi cambiamenti e decisioni che cambieranno ulteriormente la sua vita.

Arriva inaspettata la sorellina che non sa più dove andare, mentre apprendono una notizia sconvolgente, anche se positiva, che complicherà il loro tran tran famigliare. Kid inoltre decide di tornare a casa dopo aver imparato a camminare da solo, e tutti questi eventi daranno alle vite di tutti una svolta da cui non potranno più tornare indietro.

Vedremo Bear e Otter alle prese con questi importanti cambiamenti, nuove presenze che amplieranno la loro famiglia allargata, portando nuove situazioni che metteranno a dura prova l’emotività di tutti, di Bear in particolare, facendolo partire per i suoi improbabili viaggi mentali pieni di catastrofiche e fantasiose situazioni che rendono questo personaggio peculiare e divertente.

Otter, da sempre la roccia nella vita di Bear, il suo punto fermo, avrà qualche momento di cedimento, nessuno può essere sempre forte e sicuro, ma appoggiandosi a Bear aiuterà non solo se stesso ma anche il suo compagno, facendogli capire quanto anche lui può essere di sostegno; Bear capirà così di poter affrontare tutto quello che li aspetta nella vita con Otter al suo fianco, soprattutto dopo tutto quello che hanno vissuto e superato insieme.

Lo stile di Klune è particolare e un po’ tortuoso, non è nelle corde di tutti, i suoi personaggi si lanciano, a volte, in monologhi logorroici ma non noiosi o pedanti, con voli pindarici e associazioni d’idee ai confini della realtà che rendono la lettura spiritosa e scorrevole e, anche se può non piacere a tutti questo modo di scrivere, a mio parere alleggerisce a volte le situazioni emotivamente difficili.

Con questo libro salutiamo questa famiglia che si è creata, libro dopo libro, di persone che hanno contribuito con la loro presenza e amore ad aiutarsi, essendoci e supportandosi a vicenda, e facendoci capire che sono le persone che contribuiscono alla nostra felicità e benessere a essere la nostra famiglia, e non sempre chi condivide con noi legami di sangue. Questo è in effetti il motivo per cui sono così affezionata a questa serie, per il messaggio di amore fraterno e di sacrificio e di famiglia, di come gli eventi e le situazioni vissute formino le persone che siamo.

La famiglia non è sempre definita dal sangue, ma da coloro che ci rendono completi e contribuiscono a costruire la nostra identità.”

Consiglio certamente questo libro proprio per il bel messaggio che trasmette.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: