Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “BLOW OUT THE CANDLES” – Serie Breathe #2 – di Grazia Di Salvo – 27 Ottobre 2018

TITOLO: Blow out the candles
AUTORE: Grazia Di Salvo
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Contemporaneo
SERIE: Breathe #2
E-BOOK:
PREZZO: € 5,99  su Amazon
PAGINE: 355
USCITA: 27 Ottobre 2018
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Medio Alto
LINK PER L’ACQUISTOBlow out the candles

TRAMA:Prima di baciare il suo migliore amico, Cody Myles è sempre stato convinto di essere eterosessuale. Ha una vita costruita alla perfezione, in fuga dai dolorosi pregiudizi del luogo in cui è cresciuto, e l’ultima cosa che si aspetta è di finire a letto con un uomo che non conosce.
Jake Blanchard vive alla giornata: lavori occasionali e scopate di fortuna sono l’unico sfogo che ha per dimenticare il vuoto lasciato dalla morte del suo migliore amico, Cassian Doyle.
In Cody, Jake vede soltanto uno sfogo, un tentativo di annullare i pensieri, che l’altro è più che felice di assecondare. Non sono necessarie parole, entrambi possono sopravvivere con i loro segreti. Quando si ritrova costretto a chiedergli aiuto, però, Jake scopre ben presto che Cody è una persona a cui è fin troppo semplice affezionarsi. Anche se tra quelle parole non dette si celano una notte di sbagli e una bambina rimasta sola al mondo.

 

In questo secondo capitolo della serie Breathe, ritroviamo i protagonisti del precedente romanzo, Nathan e Nate, qui però come comprimari nella storia di Cody e Jake, personaggi complicati e molto interessanti che ammetto di aver notato già nel primo capitolo della serie.

Cody è un giovane uomo che sembra realizzato e sereno: buon lavoro, bella casa e buoni amici ma l’apparenza inganna, come ben sa il suo migliore amico Nathan che, nel precedente libro, aveva scoperto che Cody non è proprio etero come afferma e vuole apparire.

Il suo passato come figlio di un ranchero becero e omofobo viene piano piano alla luce, insieme alla spiegazione del sorprendente incipit dove tutti i personaggi principali sono presentati in un momento altamente drammatico, la morte della migliore amica di Cody e madre della piccola Kacey.

Jake era un amico di Cassian, il fratello di Nathan, morto in modo drammatico anni prima ma che ancora aleggia come un fantasma nella vita del fratello e di Jake stesso, un tempo innamorato senza speranza del giovane e ora devastato dalla sua perdita, per di più con un passato problematico e infelice che gli impedisce di avere una vita serena e normale.

L’incontro occasionale dopo una festa li spinge a iniziare una relazione prettamente sessuale e occasionale, anche perché Cody continua a professarsi etero nonostante l’intesa sorprendente tra di loro, mentre Jake è sempre in bilico tra lavori e alloggi temporanei, a un passo dall’indigenza.

Due uomini così diversi e complicati sembrano destinati alla rovina, troppo pesanti i loro segreti e il dolore che hanno nel cuore, provocato sia dalle delusioni amorose ma soprattutto dalla loro infanzia trascorsa con dei genitori che, in modo opposto ma ugualmente crudele, hanno pesantemente segnato la loro vita.

I protagonisti sono complessi e a volte sorprendenti: nella prima parte ho preferito Jake, all’apparenza più schietto e sincero, mentre nella seconda parte Cody emerge nettamente e riesce a riscattare l’impressione iniziale; i personaggi femminili sono ancora più “maltrattati” che nel primo libro: Abigail, la sorella di Cody, è omofoba, prepotente ed egoista, mentre la madre di Jake e la sua compagna sono tremende (ma non posso svelare di più) e l’unica presenza femminile positiva è la piccola e tenera Kacey, che mi ha molto colpita e anche commossa.

Il mio giudizio nel complesso è buono ma ammetto che non ho amato molto i salti temporali; il romanzo è diviso in due parti: nella prima la storia è narrata tramite flashback dei due protagonisti, nella seconda la trama ritorna all’incipit e ha una narrazione prevalentemente lineare.

Questa precisazione è per affermare che ho preferito decisamente la seconda parte, molto ben costruita e coinvolgente, mentre la prima parte è meno fluida e leggermente spiazzante, dovendo il lettore unire diversi elementi del primo libro a nuovi elementi e prestare attenzione ai frequenti flashback per non perdere il filo della trama.

 

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 novembre 2018 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: