Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “SIAMO SEMPRE STATI IO E TE'” di Antonella Pellegrino – 8 Novembre 2018

TITOLO: Siamo sempre stati io e te
AUTORE: Antonella Pellegrino
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 5,99 su Amazon
PAGINE: 271
USCITA: 8 Novembre 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
LINK PER L’ACQUISTOSiamo sempre stati io e te
 
TRAMA: Drew e Tyler sono diversi come il giorno e la notte: Drew è riservato, insicuro, tende a sproloquiare ed è dedito alla monogamia. Tyler è egocentrico, impulsivo, spavaldo, gli piace flirtare e non ha idea di cosa sia una relazione. Drew è mingherlino, Tyler è muscoloso. Drew ha i capelli rossi, la pelle diafana e un sacco di lentiggini. Ty ha i capelli neri e la pelle color caramello. Eppure, sono migliori amici da dieci anni. E segretamente innamorati uno dell’altro. Ma per quanto tempo si possono nascondere i propri sentimenti? 
Quando Drew scopre il suo compagno a letto con un altro uomo, Tyler convince il suo migliore amico ad assaporare un po’ di libertà e a diventare l’unico protagonista della sua vita, visto che negli ultimi dieci anni Drew non è quasi mai stato single. Trascorrere del tempo insieme senza nessun fidanzato di mezzo, porterà a galla sentimenti nascosti troppo a lungo. Il loro è un rapporto troppo speciale per metterlo in pericolo, ma l’amore non è un sentimento che può essere ignorato. L’amore è più forte di ogni dubbio, insicurezza e paura. Più forte di un ex fidanzato geloso, ossessivo e violento che, proprio quando finalmente possono essere sinceri e amarsi alla luce del sole, metterà a rischio la loro felicità.

Drew e Tyler sono amici da anni e non potrebbero essere più diversi. Rosso di capelli, carnagione pallida, fisico esile il primo quanto scuro di capelli, dalla pelle ambrata e muscoloso il secondo, non si differenziano però solo per alcuni attributi fisici ma anche per i caratteri, totalmente opposti.

Drew è un ragazzo gentile, quasi timido, non ama attirare l’attenzione e il suo essere accomodante lo fa sembrare, agli occhi degli altri e dei suoi stessi amici e famigliari, quasi troppo remissivo, incapace di prendersi cura di se stesso. Tyler è il suo esatto opposto perché è chiassoso, attaccabrighe, non si fa problemi nel dire esattamente tutto ciò che pensa, anche a costo di dire verità spiacevoli. Nonostante la grande differenza di carattere sono amici da più di dieci anni, un’amicizia profonda, sentita, che li fa essere la persona più importante nella vita l’uno dell’altro.

Nel momento di crisi, quando Drew scopre il suo ragazzo con un altro, Tyler dimostra tutto il suo attaccamento, tutta la voglia di proteggere Drew e allo stesso tempo farlo tornare a vivere e da bravo amico qual è, si prefisse l’obiettivo di portarlo fuori a tutti i costi, per farlo divertire ma, volente o no, scopre ben presto che i suoi sentimenti, ben nascosti fino a quel momento, cercano di uscire prepotentemente e vedere Drew tra le braccia di altri, che siano semplicemente persone senza importanza con cui divertirsi una notte, lo fanno letteralmente ribollire di rabbia. La conclusione pare scontata perché entrambi nascondono quello che provano e come è possibile immaginare, una semplice chiacchierata potrebbe risolvere tutto ma no… altrimenti che gusto ci sarebbe!

L’autrice, con questo libro, ci racconta una storia dolce, leggera, del genere Friends to Lovers (da amici ad amanti) tra due ragazzi che credono che i sentimenti possano rovinare la loro bella amicizia che condividono.

Il POV di Drew ci porta attraverso i suoi pensieri, e vediamo Tyler attraverso i suoi occhi, e la stessa cosa fa il POV di Tyler, che vediamo solo da metà libro in poi, in una girandola di sentimenti non confessati.

È un libro con una storia semplice, non esattamente originale, che ho trovato un po’ lenta e ripetitiva specialmente nella prima parte e che si rianima nella seconda parte con le piccole disavventure di Drew e gli interventi, sempre a gamba tesa e non proprio sottili, di Tyler. Un unico appunto sulla forma che mi sento di fare è l’utilizzo spropositato dei punti esclamativi, a volte davvero eccessivi e soprattutto non sempre funzionali.

È un libro che consiglio agli amanti del genere, che apprezzeranno sicuramente.

 

Salva

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 novembre 2018 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: