Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IMPURO” di Samantha M. – 16 Novembre 2018

TITOLO: Impuro
AUTORE: Samantha M.
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Paranormal, Omegaverse, Mpreg
E-BOOK: Sì 
PAGINE: 360
PREZZO: € 3,99 su Amazon
USCITA: 16 Novembre 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
LINK PER L’ACQUISTOImpuro

TRAMA: Sulle verdi e lussureggianti colline della Creek Valley sorge il maestoso Sirion Hight School, il più prestigioso ed esclusivo college per Lupi della nazione.

Il costo annuo della retta è pari a una piccola fortuna ma, per potervi accedere, viene richiesto agli studenti un requisito fondamentale: essere dei Lupi purosangue.
Sebastian, soprannominato il Principe dagli altri studenti, è uno dei purosangue con il più antico e nobile lignaggio. 
È superbo, arrogante e abituato a vedere esaudito ogni suo capriccio con un semplice schiocco di dita. 
Tutto cambia quando un giorno, alla Sirion Hight School, arriva Key, un giovane Lupo mezzosangue e squattrinato.
Sebastian, che non può nemmeno tollerare l’idea di respirare la stessa aria di un impuro, farà ogni genere di pressione sul preside, affinché Key venga espulso. Per la prima volta nella sua vita riceverà un no come risposta.
Di fronte a un simile affronto, Sebastian deciderà allora di fare a modo suo…
Avvertenze: Dubbio consenso, violenza fisica di vario tipo, Dirty Talk.
Temi trattati: M-preg

Samantha M. ha già affrontato i temi dei mutaforma lupini e delle anime gemelle in altri suoi libri, ma stavolta fa un passo in più e ci regala una storia ‘omegaverse’, un genere che ho imparato ad apprezzare diversi anni fa, perché è parecchio usato all’estero sia nelle storie originali sia nei fandom amatoriali, anche se purtroppo in Italia è ancora poco conosciuto. Sono davvero contenta che un’autrice nostrana si sia cimentata e abbia offerto una storia così carina a chi apprezza il genere.

Mi sembra doveroso premettere che la trama segue appunto le regole condivise dall’omegaverse e che certi comportamenti dei personaggi potrebbero risultare strani o incoerenti per chi non ne è avvezzo, ma leggendo quest’avventura per intero si può comprendere il perché di certi cambi di atteggiamento o di certe reazioni.

Sebastian è detto ‘Il Principe’ perché è un lupo purosangue con un pedigree di purezza di varie generazioni, il che lo rende un partito molto desiderato all’interno della prestigiosa scuola che frequenta.

Appena conosciuto non ci fa una bella impressione: altezzoso, arrogante, prepotente e razzista verso i lupi meno puri di lui. Per questo motivo, prendersela con l’impuro Key – lupo mezzosangue (ah, potteriana memoria!) – diventa la sua missione, perché ritiene un’offesa personale che quel meticcio stia nella sua scuola e respiri la sua aria.

Dopo diversi dispetti e provocazioni indirette per indurlo ad andarsene, Sebastian entra in contatto con Key e non è pronto allo sconvolgimento che questo incontro gli provoca, perché il suo odio radicato si scontra con attrazione e sentimenti che non sa spiegarsi.

Anche Key, pur odiando la fonte dei suoi guai e intenzionato a non cedere ai ricatti, si trova suo malgrado calamitato da Sebastian, dal suo odore, e cede ai suoi modi tirannici.

Key nasconde diversi segreti ed è molto più di ciò che appare. Mi è piaciuto il suo carattere deciso, testardo al punto giusto ma gentile al contempo. La sua caparbietà riesce a tener testa ai modi dispotici di Sebastian e il loro legame predestinato è una dolce magia che vi lascio scoprire da soli.

Accanto ai protagonisti abbiamo diversi personaggi secondari che si prendono il loro spazio: gli amici-gregari di Sebastian sono preziosi aiutanti dei nostri eroi. Una menzione speciale va al preside Hogust e al professor Edgar, che sono simpatici e generosi, e vestono un ruolo importante nell’economia della storia. Nella trama, ognuno di loro trova il tempo per cercare la propria, meritata felicità.

Nel libro sono presenti diverse scene esplicite di natura sessuale, piacevolmente descrittive, sensuali al punto giusto, ma non manca neppure la dolcezza dei piccoli gesti premurosi.

Come segnalato dall’autrice negli avvertimenti (e fedele all’omegaverse), questa storia contiene una parte M-preg (gravidanza maschile), ma non c’è niente di descrittivo che possa infastidire i non amanti dell’argomento.

La trama è piacevole, la narrazione ha un buon ritmo dettato dall’alternarsi di vari punti di vista, fra presente e passato. Le scene di violenza non sono eccessive e il linguaggio scurrile segnalato ha un suo perché. È sfuggita qualche virgola all’editing, ma il testo è generalmente corretto e ve lo consiglio se amate le storie mutaforma, le anime gemelle, e le coppie m/m con figli.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 30 novembre 2018 da in Paranormal, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: