Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “SUL MIO CAMMINO – Nolan e Rick” di Reby Sue – 29 Ottobre 2018

TITOLO: Sul mio cammino – Nolan e Rick
AUTORE: Reby Sue
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 2,99 su Amazon (disponibile su Ku)
SERIE: Manchester #2
PAGINE: 297
USCITA: 29 Ottobre 2018
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
 

TRAMA: Questa non è solo una storia d’amore, ma una storia d’amicizia, di famiglia, di vita.
Quando Rick incontra Nolan, non cerca una storia fissa, ma un avventura di una notte, in fin dei conti nessuno, a parte il suo migliore amico sa che è gay,soprattutto la sua perfetta e bigotta famiglia, dalla quale è scappato anni addietro lasciandosi tutto e tutti alle spalle, per rincorrere il suo sogno: lavorare a teatro.
Ma il destino si sa, non ci lascia scegliere, è lui a decidere per noi. E lui ha deciso, di mettere Nolan sul cammino di Rick.
Nolan è giovane, caparbio, e con un gran cuore, a differenza di Rick, lui l’amore lo sogna, quello vero, quello che ti fa battere il cuore, quello con la A Maiuscola. Nolan sa sempre quello che vuole e lui vuole Rick.
E mentre il primo vorrebbe vivere la loro storia, nascosto dal suo mondo, l’altro non vuole essere il segreto di nessuno e vuole essere libero di amare alla luce del sole.
Solo l’amore e la pazienza di Nolan riusciranno ad abbattere i muri che Rick si è costruito attorno, le barriere fatte di silenzio e omertà.
E quando la vita sembrerà finalmente sorridere a entrambi, il passato tornerà prepotente a bussare alla loro porta, mettendo a serio rischio il loro mondo.
Riusciranno i due a sopravvivere a questa nuova tempesta che si abbatterà nella loro vita? Basterà l’amore che provano l’un l’altro a non farli perdere per sempre?

Rick e Nolan si incontrano nel più classico (almeno nei libri) e peggiore dei modi: dopo una notte di sesso, in cui si sono scambiati a malapena i nomi, si ritrovano il giorno dopo a un incontro più che imbarazzante in cui Nolan accetta il lavoro di Fergus, eccentrico capo e amico di Rick, come “ragazzo delle stoffe”; da lì inizia la loro storia fatta di alti e bassi, di amore e amicizia.

Rick ha un passato abbastanza difficile, fatto di repressione e di obbedienza a una famiglia bigotta e omofoba, e una relazione insoddisfacente con una donna che nella sua presentazione non ci fa certo un effetto molto positivo. Il suo passato ci viene raccontato attraverso dei flashback e ci mostra quando accade l’inevitabile e Rick scappa, prende tutta la sua roba e torna dal suo amico Fergus, che aveva allontanato proprio a causa della sua famiglia.

Rick è indubbiamente il personaggio caratterizzato in maniera più approfondita anche se alcuni suoi pensieri, riguardo alla sua vita precedente e al coming out e al suo rapporto con la famiglia, li ho trovati un po’ inverosimili e stereotipati. Nolan è d’altra parte la persona che riesce a essere non solo un amante per Rick, ma anche un amico, il suo appoggio quando le cose si mettono male.

La storia, narrata in prima persona attraverso due POV iniziali, a cui se ne aggiunge un terzo successivamente, è abbastanza classica, non proprio originale e che affronta molti temi quali l’omofobia in famiglia, l’intolleranza, la difficoltà del coming out, l’amicizia e anche la famiglia in senso stretto a causa di certi avvenimenti che stravolgono, e non in senso positivo, la vita dei due protagonisti, che si trovano a dover affrontare una vera e propria sfida inaspettata.

Essendo narrata in prima persona ho trovato un po’ di difficoltà nell’appassionarmi a questa storia perché sono presenti moltissimi pensieri, molte elucubrazioni, un continuo rimuginare dei due protagonisti che non porta da nessuna parte, con pochissima azione inframmezzata da continui dialoghi. Nella prima metà sono presenti molti dettagli, spesso poco funzionali al progredire della storia, che spezzano la scena e rallentano la lettura, mentre la seconda parte è notevolmente più intrigante, più articolata, più complessa anche dal punto di vista dell’intreccio che diventa più interessante man mano che le cose si evolvono; rimangono alcune imprecisioni specialmente dalla seconda metà in poi ma non disturbano però più di tanto e la forma in generale appare più curata di quella del libro precedente.

Complessivamente la storia si fa leggere, con molti temi importanti e anche delicati ma la scrittura, a mio parere, rimane ancora poco coinvolgente e a tratti ripetitiva, sbilanciata a favore dei pensieri dei personaggi ma lenta nell’evolversi. Come al solito vi invito a leggerlo per vedere cosa ne pensate.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 dicembre 2018 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: