Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “SOTTO UN CIELO DI CENERE” di Brandon Witt – 3 Dicembre 2018

TITOLO: Sotto un cielo di cenere
TITOLO ORIGINALE: Under a sky of ash
AUTORE: Brandon Witt
TRADUZIONE:  Micol Mian
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Contemporaneo
EBOOK: Si
PAGINE: 374
PREZZO: € 5,99 su Amazon
DATA USCITA: 3 Dicembre 2018
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Medio Alto
LINK PER L’ACQUISTOSotto un cielo di cenere

TRAMA: Più di dieci anni dopo aver lasciato il Colorado per frequentare il college e fuggire dal suo passato, Isaiah Greene vi fa ritorno e si costruisce una vita a Denver come insegnante di sostegno. Quando conosce Ben Woods, il mentore di uno dei suoi studenti, l’attrazione è immediata. La rivelazione che sono entrambi reduci da un’infanzia traumatica crea un forte legame tra loro.
Cresciuto da una nonna violenta, Ben è un ex tossicomane che ha trovato una nuova famiglia nel capo dell’impresa di costruzioni dove lavora, Hershel, e in suo marito, Daniel, la drag queen ManDonna. Aggiungere Isaiah alla sua vita gli permette di intravedere un futuro che non aveva neanche mai sognato di poter avere.
Isaiah e Ben sono entrambi dei sopravvissuti, ma quando il senso di colpa apre una frattura tra loro, il passato minaccia di distruggerne la relazione.
Ben e Isaiah intraprendono un viaggio alla scoperta di loro stessi. Anche se in certi momenti il loro percorso sarà difficile, l’amore e l’umorismo troveranno il modo di portare luce tra le tenebre.

 

Finora ho letto tre libri di quest’autore e ho imparato due cose: che le trame delle sue storie non sono mai scontate e che, attingendo alle sue esperienze di vita vissuta, riesce a trasmettere al lettore i sentimenti e le emozioni in modo vivido e vero, come se chi sta leggendo fosse accanto al protagonista di turno.

Sotto un cielo di cenere non è una storia semplice, per tutta una serie di argomenti che tocca, ma mi è piaciuta molto.

Fin dalle prime righe, entriamo nel passato tormentato di uno dei protagonisti e, poco dopo, viviamo la complessità del suo presente.

Isaiah è un trentenne di colore, insegnante di sostegno per ragazzi difficili. Si porta dietro un bagaglio di ricordi che lo hanno traumatizzato e che, in parte, condizionano anche il suo presente, ma la sua sofferenza lo rende anche emotivamente empatico coi ragazzini più problematici, quelli con cui è faticoso trattare e per cui servono quintali di pazienza e strategie a volte impensabili.

Dalla sua parte ha una preziosa amica e collega, Charity, che non conosce il suo fardello adolescenziale, ma è pronta ad aiutarlo in ogni modo.

Aaron è un ragazzino undicenne iperattivo, con problemi di comportamento e rendimento scolastico ed è emotivamente complicato. È uno studente di Isaiah che fa da collante con l’altro protagonista della storia: Ben Woods, che aderisce al progetto ‘Fratello Maggiore’ per Aaron. Pur non essendo realmente imparentati, Ben cerca di redimersi dal suo passato complicato offrendo aiuto e sostegno, una sorta di tutoraggio, a un ragazzo difficile. Aaron è molto affezionato a lui, anche se non sempre le cose fra loro sono facili.

Forse iniziare una relazione non è un comportamento politicamente corretto, visti i loro ruoli, ma Isaiah e Ben si piacciono e c’è chimica fra loro. Quando decidono di frequentarsi, si confrontano con sincerità e scoprono di avere entrambi un grosso fardello sulle spalle e di considerarsi ‘danneggiati’: questo li rende affini, il loro legame si rafforza anziché essere un ostacolo. Ma ci sono persone e nuove rivelazioni – un gigantesco imprevisto – che potrebbero distruggere il loro amore. Vi consiglio quindi di leggere la storia per scoprire ogni retroscena.

Dalla parte di Ben, malgrado il suo passato da tossico e alcolista, c’è una stranissima coppia di fate madrine: la drag queen ManDonna e suo marito Hershel, che è anche il capo di Ben.

Tra uno spogliarello e un ammiccamento sessuale, o tra un burbero rimprovero e una minaccia colorita, offriranno un’infinità di supporto, aiuto e accettazione. Sono splendide persone e, leggendo, capirete perché. Anche tutto il team dei muratori-spogliarellisti mi ha fatta sorridere, perché la storia sa avvicendare momenti dolorosi e di patos ad altri simpatici, irriverenti e scanzonati.

L’alternarsi di punti di vista, capitolo dopo capitolo, ci fa capire al meglio vari pensieri e sentimenti. La storia cattura con il suo ritmo e si fa apprezzare dall’inizio alla fine, anche grazie a un’efficace resa italiana.

Non è una storia natalizia, ma merita di essere letta e ve la consiglio.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 dicembre 2018 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: