Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “UNFAIR TERMS” – Serie Secret Agreements #2 – di S.M. May – 15 Gennaio 2019

 

Titolo: Unfair Terms 
Autrice: S. M. May
Editore: Self Publishing

Serie: Secret Agreements #2
Genere: Contemporaneo
Ebook: si
Pagine: 255
Prezzo : € 2,99 su Amazon (in preorder a € 0,99 – Disponibile su Ku)
Data uscita : 15 Gennaio 2019

LIVELLO DI SENSUALITA‘: Medio

Link per l’acquistoUNFAIR TERMS (Clausole Vessatorie): (Secret Agreements 2)

 

Trama: Noah Kress ha sempre avuto due immutabili punti di riferimento: la sua azienda di private equity e il suo lavoro segreto al Circolo, uno dei club più esclusivi di Boston. Eppure, da pochi mesi c’è una nuova stella nel suo cielo: Martin Scheer, l’amante più difficile e il gestore di un impero finanziario a cui può ambire solo da lontano. Perciò l’unica cosa che Noah può fare è stare attento a non scottarsi, perché Martin è abituato a brillare senza altri comprimari intorno e il suo passato è in grado di bruciare tutto ciò che gli sta troppo vicino.

Parker Andolfi è tanto vincente nel ruolo di esperto di contrattualistica e diritto finanziario, quanto è fragile nella propria solitudine e in una ricerca d’affetti che sinora è stata la principale causa della sua rovina. Lud il Rosso, il dom più esperto del Circolo, potrebbe riportare il giusto ordine nel caos in cui sta lentamente precipitando, ma prima Parker deve dimostrare di valere abbastanza per invogliarlo a fare un tentativo.

Segreti inconfessabili, faide familiari, gruppi societari da espugnare: le partite entrano nel vivo, le clausole iniziano a reclamare gli adempimenti più dolorosi… e non tutti i giocatori sono disposti a pagare il giusto prezzo.

 

“Regole, regole: possibile che tutti le invocassero e passassero il tempo a infrangerle, e che l’universo non riuscisse a girare senza?”

È passato un anno dalla fine del precedente romanzo, quando abbiamo lasciato lo spietato e cinico Martin Scheer e il suo ultimo “acquisto” Noah, una coppia dall’apparenza effimera e sul fil di lana, impegnati in un balletto di finta noncuranza e di “è solo sesso”, con un contratto perfetto in cui il loro rapporto è stretto tra regole e legacci, forse solo un modo per non ammettere i sentimenti tra loro.

Soprattutto abbiamo lasciato il povero Parker, avvocato e amico di Noah, reduce da uno stupro di gruppo che lo ha quasi ucciso, salvato dall’intervento sorprendente di Martin e di Lud il Rosso, enigmatico Dom ed esperto dello Shibari nel Circolo più esclusivo della città, che lo ha assistito durante i giorni più duri e spaventosi ma che poi si è volatilizzato senza una parola.

Anche qui assistiamo ai duelli verbali e ai giochi di potere tra Martin e Noah, quest’ultimo impegnato in un grande affare internazionale che potrebbe diventare il punto di svolta per la sua società oppure un rischio pericoloso che forse solo la paziente e certosina cura di Parker nei dettagli del contratto potrebbe scongiurare; nel frattempo il passato di Martin sta per essere finalmente svelato, diventando un pericolo per la fragile relazione tra i due uomini, testardi e orgogliosi, in più di un senso.

Parker invece è guarito nel fisico ma non nell’animo; la tremenda esperienza lo ha spezzato togliendogli la sicurezza, la speranza e la dignità, ma adesso è stufo di essere solo, compatito e oggetto di pettegolezzi, anche se solo altre quattro persone sanno della terribile notte che lo ha quasi ucciso, non avendo egli voluto affrontare processi, indagini e magari gogne mediatiche.

L’aiuto del Rosso potrebbe salvarlo dalla depressione e dall’apatia ma Lud ha un passato che lo fa rifuggire dalle relazioni ed è disposto a dare solo piccole parti di sé, ma a precise e ferree condizioni che scoraggerebbero chiunque. Forse è ora di reagire e rialzarsi per il giovane avocato e questa potrebbe essere la spinta giusta.

Due storie in parallelo, una storia d’amore in stallo, che finalmente ha un suo compimento, e un’altra altrettanto avvincente che avrà il suo buon finale nel prossimo già annunciato capitolo (che speriamo di vedere in tempi notevolmente più ridotti).

L’attesa è valsa la candela, come si suol dire, anche se le mille ipotesi che mi ero fatta nel frattempo sono state scalzate da trame e personaggi imprevisti, ma sempre ottimi e perfettamente calibrati, in un ideale amalgama di sentimenti e sensualità, arroganza e spietatezza, passato mai sepolto e presente incerto, con però valide speranze per il futuro.

Ottima la parte strettamente in “legalese” che spiega perfettamente a noi profani le dure leggi della finanza, senza tediare il povero lettore ma facendolo partecipe dei giochi di potere dei protagonisti, negli alti e bassi delle vicende lavorative e non solo.

Unico neo è, forse, la scarsità della parte prettamente sessuale (come ormai ci si aspetta in tutti i romanzi m/m per di più con connotazione bdsm, anche se non sempre fisica) ma qui mi trovo abbastanza d’accordo con l’autrice che nelle note afferma:

“Volevo scrivere una storia d’amore, prima di tutto, con sostanza e senza l’alibi di scene tra le lenzuola protratte all’infinito”.

Tutto sommato la sensualità dell’intera storia mi basta e sono d’accordo che sono meglio poche scene sensuali ma buone, che maratone di sesso con solo qualche pagina qua e là di trama sensata.

Super consigliato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: