Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “MACCHIATO” di Chris T. Kat – 7 Gennaio 2019

TITOLO: Macchiato
TITOLO ORIGINALE: Stained
AUTORE: Chris T. Kat
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
TRADUZIONE: Daniela Righi
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 3,99 su Amazon
PAGINE: 150
USCITA: 7 Gennaio 2019
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Medio Alto
LINK PER L’ACQUISTOMacchiato

 

TRAMA: Blair Clark ha raggiunto il proprio limite di sopportazione. Costretto a lasciare il lavoro a causa di molestie sessuali, ha difficoltà a trovare un altro impiego e, siccome nessuno crede a ciò che è successo, si ritrova con una macchia sul curriculum di cui non riesce a sbarazzarsi. Deve tornare a casa di sua madre, e come se non bastasse, si rende conto che l’uomo di cui è cotto, Travis, lo sta semplicemente usando. La sua vita sentimentale sembra senza speranza, proprio come la ricerca di un impiego.
Jack Ross è sicuro che non troverà mai nessuno che lo amerà per come è. Tutto ciò che vedono è quella macchia rossa sulla sua guancia sinistra, e non l’uomo che c’è dietro. Perfino sua madre pensa che dovrebbe toglierla, ma l’intervento è difficile e doloroso.
Quando Blair si candida per un posto da segretario nell’azienda di Jack, i due uomini scoprono che, in realtà, la bellezza si trova negli occhi di chi guarda. Avranno bisogno di molta fiducia per liberarsi delle loro insicurezze, ma se entrambi si daranno un’opportunità, l’amore troverà una via.

 

Inizialmente, forse fuorviata dalla sinossi, mi aspettavo che il titolo macchiato si riferisse alla voglia di uno dei protagonisti, di cui appunto si fa riferimento nella trama.

Andando avanti con la lettura invece ci si accorge che entrambi i protagonisti sono macchiati, seppur in maniera molto diversa e soprattutto dalle conseguenze molto diverse.

Unica voce narrante, Blair è sicuramente il personaggio più approfondito ma anche molto enfatizzato; un ragazzo che ne ha passate davvero tante e, per colpa del suo ex capo, che ha cercato di molestarlo si trova di nuovo disoccupato e costretto a tornare a casa dalla madre.

La ricerca del lavoro non è però l’unico ostacolo nella sua vita; anche la presenza di Travis, suo “amico” con benefici, molto ricco e anche molto cattivo, nonché non dichiarato e anche un po’ omofobo e sessista, è una vera e propria dipendenza per Blair, costretto in una spire di violenza e abusi ma talmente affamato di affetto e calore umano da accettare quei pochissimi momenti in cui Travis si degna di donargli, salvo poi deriderlo o schernirlo insieme ai suoi amici.

Un rapporto malsano che ha un grosso impatto sulla psiche di Blair, che si presenta come un personaggio molto fragile, non solo fisicamente, molto remissivo e sottomesso, con un comportamento di autocommiserazione che appunto risulta molto calcato ed enfatizzato.

Jack, l’altro protagonista e il personaggio “macchiato” è un po’ l’eroe della situazione e la sua macchia, a differenza di Blair, è una voglia molto grande su gran parte del viso che lo rende diverso agli occhi degli altri e che lo ha reso un bersaglio per la cattiveria altrui ma che lo ha portato a essere più forte, più consapevole del suo valore indipendentemente dal suo aspetto.

La storia è molto veloce, poco approfondita ma ha al suo interno molti temi importanti quali la violenza domestica e sul luogo di lavoro, i problemi di alimentazione, una sorta di Sindrome di Stoccolma o forse una dipendenza affettiva ma rimane sempre un po’ superficiale, senza entrare troppo nel dettaglio.

A tratti commuove, soprattutto leggendo quello che ha passato il personaggio di Blair, ma personalmente l’ho trovato un po’ troppo sopra le righe, troppo “vittimizzato”, con alcune reazioni che ho trovato veramente eccessive. Ho apprezzato molto il personaggio di Jack, anche se è quello che rimane un po’ nell’ombra del suo coprotagonista, ma risulta la colonna portante della storia, l’aiuto che finalmente Blair riceve da una vita che lo ha solamente bastonato.

Un libro abbastanza leggero, un po’ frettoloso ma anche molto dolce.

 

Salva

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 gennaio 2019 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: