Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “KAGE” – Serie Kage #1 – di Maris Black – 28 Gennaio 2019


TITOLO: Kage
TITOLO ORIGINALE: Kage
AUTORE: Maris Black
TRADUZIONE: Mirta Augusto
CASA EDITRICE: Quixote Edizioni
COVER ARTIST: PF Graphic Design
SERIE: Kage #1
GENERE: Sport Romance
EBOOK: Si
PAGINE: 306
PREZZO: € 4,49 nei maggiori Store
DATA USCITA: 28 Gennaio 2019
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Alto
LINK PER L’ACQUISTOKage

TRAMA: Mi chiamo Jamie Atwood e ho un problema di dipendenza. Non ho mai pensato che avrei detto una cosa del genere. Non ho mai avuto problemi di eccessivo attaccamento a qualcosa nella mia vita. Provengo da una perfetta famiglia della classe media, ho frequentato delle buone scuole e avevo una fidanzata molto carina che faceva la cheerleader… ma la verità è che nulla mi ha mai colpito davvero. Allora come ha fatto un ragazzo come me a diventare dipendente da qualcosa?

Ho conosciuto Michael Kage.

Kage è un lottatore di Arti Marziali Miste, MMA. Uno di quelli famosi. Mi piace pensare di averlo aiutato a intraprendere quella strada.

È bello da morire, e il suo aspetto e il suo talento potrebbero competere con qualunque star del cinema. Allora perché ha avuto bisogno di assumere me come addetto stampa? Semplice. C’è un lato oscuro dentro di lui, una sorta di buco nero così profondo che potrebbe ingoiare lui, me e chiunque conosciamo, che non è l’ideale per gli affari.

La prima volta che l’ho incontrato, mi sono sentito subito attratto da lui. Penso che la dipendenza sia iniziata proprio in quel momento. E anche se avessi saputo quello che so adesso, mi sarei comunque innamorato di lui. Come avrei potuto fare diversamente?

Per me, Kage è tutto.

 

Io non conoscevo assolutamente il mondo dell’MMA, né come sport con le sue regole, né l’ambiente che lo circonda. So solo che quando ho letto la trama di Kage e appreso che il protagonista, Micheal Kage Santori, è un lottare di MMA (arti marziali miste) mi sono entusiasmata. Se vi chiedete il  perché, presto detto: ho adorato il film WARRIOR.

In realtà il film e il libro non hanno alcunché in comune, tranne che si parla di MMA e che i lottatori protagonisti di entrambe le storie sono Guerrieri, non perché combattono in un ring (ottagono per la precisione), anche se un po’ occorre sicuramente esserlo per decidere di praticare uno sport simile, ma  per come affrontano la vita. Non importa che mano il destino ha deciso di servire, accettano la sfida e cercano di volgere a loro favore la sorte. Kage fa questo.

La storia è narrata dal punto di vista di Jamie Atwood, studente ventunenne, iscritto alla facoltà di giornalismo, che sceglie quale tema per un progetto universitario di commentare dal vivo un evento di MMA, non per un interesse verso lo specifico sport, che conosce superficialmente, ma perché si svolge proprio nella città in cui risiede per studio. E potremmo dire che mai decisione fu più “galeotta”. La vita di Jamie da quel momento in poi sarà stravolta e chi gliela stravolgerà sarà proprio Kage, con la risolutezza e costanza di un guerriero e una buona dose di pazienza.

Mi preme sottolineare che il romanzo è parte di una trilogia. E’ importante tenerlo presente perché tutto il racconto, il suo indulgere nel narrare un certo evento, o momento, è frutto consapevole, da parte della scrittrice, di sapere di avere la possibilità di dare respiro a certe situazioni.

Kage è una presenza che all’inizio rimane sullo sfondo, deux ex machina degli eventi, ma con un’entrata in scena progressiva. Durante la lettura mi è balzato all’occhio una forte dicotomia.

Di Jamie, pagina dopo pagina, potremo conoscere tanto, quasi tutto, le origini, la famiglia (una bella famiglia, unita e solidale sia nei momenti belli che brutti, anche se un po’ invadente e ingerente),  gli amici e i trascorsi sentimentali (etero sino a quel momento), le paure, i sogni, i desideri sopiti e le ambizioni.

Di Kage, invece ci viene permesso di conoscere poco, sappiamo che vive a Las Vegas, che vuole entrare a far parte dell’UFC (Ultimate Fighting Championship, nome della più importante compagnia organizzatrice di combattimenti di MMA), che ha uno zio straricco, sembrerebbe con affari un po’ loschi, che adora la sua migliore amica Vanessa e che qualcosa, qualcuno, scatena in lui attacchi di panico, cosa o chi non è dato a sapere.

Apprendiamo, però, grazie ai suoi comportamenti e atteggiamenti che Kage è tenace, qualità che dimostra con il suo allenarsi con caparbietà, abnegazione e nel cercare di portare a sé Jamie, il “suo” ragazzo del college. L’attrazione che i due protagonisti provano, da subito, uno verso l’altro è immediata. Il loro passare invece da essere legati per motivi professionali a essere uniti per passione, avrà un decorso più lungo. Inevitabile. Non dimentichiamoci che Jamie all’inizio è fidanzato e ha avuto solo relazioni etero. Ma quando a questa attrazione sarà permesso di esprimersi? Beh, allora tenetevi!

E’ una passione forte, violenta, tanto da far palesare a Jamie la sua sottaciuta attrazione per il suo stesso sesso e a Kage di mostrarsi possessivo e romantico. Le scene sessuali tra i due protagonisti sono molto calde, eccitanti, passionali, ma adattissime al racconto e al temperamento dei protagonisti. E’ un romanzo che mi ha avvinta pian piano, ma inesorabilmente. E’ un crescendo, che sfocia in un “finale” che ti strazia e ti intriga.

E’ un bel romanzo, una lettura piacevole, ben orchestrata, che lascia il lettore soddisfatto, ma anche desideroso di sapere come potrà evolversi il racconto dal momento in cui lasciamo, alla fine, i nostri due protagonisti.

E’ un libro che mi sento di consigliare, perché ci narra di ragazzi che affrontano le occasioni che la vita sa offrire, senza remore o pensieri, della loro inconsapevolezza di poter ferire con atteggiamenti immaturi, dell’aspirazione che ognuno di noi ha di essere accettato dagli altri  e di quanto, certe volte, nascondiamo o camuffiamo di noi stessi a tale scopo e, soprattutto, del desiderio di essere amati nonostante tutto.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26 gennaio 2019 da in Contemporaneo, Recensione in anteprima, Romance, sportivo con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: