Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA… SANTA ROSALIA

 

Buongiorno amici e amiche di Tre Libri Sopra il Cielo, questa settimana per la rubrica “Arte e Musica” parleremo proprio di quest’ultima e del brano “Santa Rosalia” della cantautrice italiana Levante, pseudonimo di Claudia Lagona.

 

Il 7 aprile 2017 uscì il terzo album in studio della cantautrice dal titolo “Nel caos di stanze stupefacenti”, disco in cui Levante decise di affrontare temi sociali importanti come la violenza sulle donne, in “Gesù Cristo sono io”, e il riconoscimento dei diritti della comunità LGBT in “Santa Rosalia”.

La canzone tratta il tema dell’omosessualità con particolare riferimento a quella femminile come se la si dovesse spiegare a un bambino, infatti l’atmosfera e l’andamento a filastrocca sono perfetti per illustrare l’argomento ai più piccoli. L’idea del brano nasce dal fatto che, secondo le voci popolari, Santa Rosalia, patrona di Palermo, fosse innamorata di un’altra donna e la cantautrice italiana dedica questo brano a una sua amica omosessuale.

Con semplicità e delicatezza, Levante in “Santa Rosalia” rivendica il libero amore oltre ogni pregiudizio.

 

“Rosalia è il nome di mia nonna e di mia sorella e per questo brano mi sono ispirata alla leggenda che narra che Santa Rosalia amasse un’altra donna, ma costretta dal padre a un matrimonio di convenienza, scappò in una grotta. Mi piaceva giocare con l’immaginario femminile racchiuso nella Rosa e nella Lia, due fiori che compongono tale nome, due donne appunto. Il brano è una filastrocca che parla di omosessualità in maniera delicata, un modo per spiegarla anche ai bambini in maniera semplice e l’ho dedicato a una persona a me molto cara. Credo nel libero amore che non fa male a nessuno” (Levante).

 

 

VIDEO:

 

SANTA ROSALIA

 rosa o blu, rosa o blu, dai un bacio a chi vuoi tu
mostrati per ciò che sei non restare nascosto
osa tu osa tu come non hai mai fatto mai
portati dove saprai
di trovare il tuo posto

sei come sei
chissà chi sei se non lo sai
ma si quello che vuoi
saremo liberi di essere noi
noi

dormi tu, dormi tu
con il rosa o con il blu
che colori sceglierai per dipingere il mondo
non curarti di chi poi
di ferire ha bisogno

sei come sei
chissà chi sei se non lo sai
ma si quello che vuoi
saremo liberi di essere noi
noi
noi
noi
noi

sei come sei
chissà chi sei se non lo sai
ma si quello che vuoi
saremo liberi di essere noi
noi
noi
noi
noi
noi

di essere noi

 

 

FONTIhttps://www.youtube.com/watch?v=n67nxDP9Z9g

https://it.wikipedia.org/wiki/Nel_caos_di_stanze_stupefacenti

https://www.lezpop.it/levante-santa-rosalia-la-canzone-lgbt-del-suo-album-nel-caos-stanze-stupefacenti/

https://www.corriere.it/sette/17_ottobre_05/intervista-levante-xfactor-6b2ca11a-a78a-11e7-8b29-3c19760df94c.shtml

 

 

Tonyella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 febbraio 2019 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: