Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “NON TENTARMI” di Ella Frank – 31 Gennaio 2019

TITOLO: Non tentarmi
AUTORE: Ella Frank
CASA EDITRICE: Newton Comton
SERIE: Serie Temptation #1
GENERE: Contemporaneo
PAGINE: 308
E-BOOK:
PREZZO: € 4,99 su Amazon
USCITA: 31 Gennaio 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alta
LINK PER L’ACQUISTONon tentarmi

TRAMA: Logan Mitchell adora il sesso. Da sempre consapevole di essere irresistibile, ha sfruttato la cosa a proprio vantaggio. Nel suo letto sono passati indifferentemente uomini e donne, perché il motto di Logan è: se qualcosa ti interessa, perché non provare? E adesso vuole Tate Morrison. Ma dopo essere uscito da quattro disastrosi anni di matrimonio, l’ultima cosa che Tate ha in mente è una relazione sentimentale. Desidera solo ricominciare da capo e concentrarsi sul suo nuovo lavoro in un bar di Chicago. Si è perfettamente accorto, però, di aver attirato le attenzioni insistenti di Logan Mitchell, un cliente del bar che non sembra abituato a ricevere un “no” come risposta. Notte dopo notte il carisma di Logan si scontra con le incertezze di Tate, finché una passione improvvisa travolge entrambi, rischiando di cambiare per sempre il corso delle loro vite…
Per entrambi è arrivato il momento di provare qualcosa di nuovo
Perché non lasciarsi tentare?

 

Non avevo mai letto nulla di Ella Frank ma devo dire che la sua scrittura mi è piaciuta molto, anche se all’inizio mi sono trovata un po’ spaesata per le dinamiche quasi da romanzo rosa classico, con il belloccio di turno irresistibile e dongiovanni convinto e, al posto della donna bella ma ritrosa, un uomo etero appena divorziato.

Man mano che la storia si sviluppava però le cose sono cambiate e l’interazione è tornata ai canoni del gay romance che adoro, con due uomini decisi e dal carattere volitivo che cercano di capire cosa vogliono l’uno dall’altro.

Logan all’inizio non mi è piaciuto molto, anzi lo avrei preso a sberle spesso e volentieri, con quel suo atteggiamento da “prendo quello che voglio”; in effetti prende e lascia indifferentemente uomini e donne, concentrato solo sul proprio piacere e senza nessuna intenzione di costruire qualcosa di duraturo. La cosa però cambia quando si intestardisce nel volere Tate, il nuovo barman che lavora nel bar che frequenta, e che smantella un pezzo alla volta tutta quella filosofia di vita che seguito fino a quel momento.

Tate invece mi è piaciuto da subito, anche se a mio parere per essere un etero convinto e appena uscito da un matrimonio disastroso, asseconda e quasi abbraccia la nuova avventura con Logan troppo facilmente, senza quasi crisi d’identità, ma a parte queste mie sensazioni personali la storia è molto bella e appassionata, con scene sensuali particolareggiate e molto sensuali, senza volgarità e coerenti con lo sviluppo della loro storia.

Dicevo che ho apprezzato più Tate di Logan all’inizio perché, nonostante sia amareggiato per la fine del suo matrimonio, non si chiude ai sentimenti, ma per andare avanti e affrontare quindi un cambiamento così radicale nella sua vita chiede a Logan un impegno serio, non vuole essere solo il suo prossimo prurito da grattare per poi essere subito dimenticato, vuole capire dove potrebbe portarli questa strana attrazione, non solo soddisfarla come invece è abituato a fare Logan.

Quindi accompagneremo Logan e Tate alla scoperta l’uno dell’altro, con alti e bassi, incomprensioni e accese discussioni che metteranno in crisi Logan, abituato al mordi e fuggi e non ai testa a testa a cui lo mette davanti Tate, il quale è disposto a dare una possibilità alla loro storia ma alle sue regole. Scopriremo anche alcune cose sul passato di Logan che ci faranno capire le motivazioni del suo comportamento scanzonato nei confronti delle relazioni.

Mi sono appassionata alla loro storia e, dopo un inizio un po’ incerto che mi ha confusa, mi è venuta voglia di capire come sarebbero riusciti ad andati avanti, cosa li avrebbe smossi dalle loro convinzioni e come avrebbero affrontato, in particolare Tate, cambiamenti così drastici.

Come dicevo all’inizio mi è piaciuta molto la scrittura della signora Frank, senza troppi fronzoli, diretta e fluida, i suoi personaggi sono ben delineati e approfonditi, anche i personaggi di contorno danno il loro contributo senza togliere nulla ai principali; il fratello e la cognata di Logan sono una bella spalla mentre la ex moglie e la sorella di Tate sono due brutte persone, almeno al momento, spero che si redimano in qualche modo nei prossimi libri.

Consiglio certamente la lettura di questo libro, perché è appassionato e intrigante, sensuale e bollente, con una bella storia tra due uomini che si scoprono un po’ per volta e che cercano di trovare il modo per stare insieme nonostante tutto e tutti, e perché sinceramente è proprio bello.

 

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 19 febbraio 2019 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: