Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “CANI E LUPI” di TA Moore – 26 Febbraio 2019

TITOLO: Cani e lupi
AUTORE: TA Moore
TRADUZIONE: Victor Millais
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Paranormal
COVER ARTIST: Anne Cain
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 sul sito dell’Editore
PAGINE: 202
USCITA: 26 Febbraio 2019
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Basso

TRAMA: Il mondo non finisce con uno schianto, ma con un diluvio. I tornado invadono il cuore di Londra, New York soffoca sotto un’ondata di calore che fa sciogliere persino l’asfalto, mentre la Russia congela sotto uno spesso strato di permafrost. All’inizio le persone si uniscono, paracadutando aiuti dal cielo e facendo evacuare la popolazione, ma il clima non fa che peggiorare.

A Durham, il mite professore universitario Danny Fennick si prepara ad affrontare la tempesta. È cresciuto nelle Highlands scozzesi, perciò ha già vissuto inverni rigidi in passato. Inoltre, ha un vantaggio. È un lupo mutaforma. O, per essere precisi, un cane mutaforma. Meno impressionante, ma sempre utile. 

Tuttavia gli altri lupi mutaforma non credono che quello sia un inverno qualsiasi e stanno attraversando il Vallo per marcare il loro nuovo territorio. Tra loro ci sono l’ex di Danny, Jack, Principe Ereditario del branco del Numitor, inseguito dal fratello che vuole ucciderlo. 

L’inverno dei lupi non è bianco. È rosso come il sangue.

 

I libri fantasy e paranormal mi appassionano sempre molto e tra i miei preferiti ci sono quelli con protagonisti vampiri e mutaforma, quindi ero entusiasta di poter leggere una nuova storia di questo filone e assaporavo già l’atmosfera e le leggende scozzesi, come anticipato dalla sinossi.

Purtroppo della Scozia c’è ne appena un accenno come patria di nascita del branco, delle sue leggende nemmeno l’ombra; difatti, nonostante l’ambientazione scozzese, il branco di lupi segue la mitologia norrena, che poteva essere molto intrigante ma che purtroppo non è stata abbastanza approfondita, lasciandomi persa nel capire chi siano e cosa rappresentano le varie divinità nominate, e come le legano agli eventi della trama.

Un libro sui lupi dicevo, che si differenzia un po’ dai soliti già letti, meno romantico e più sanguinario, ma senza arrivare all’horror; si sottolinea molto il fatto che siano figli delle terre selvagge ma che allo stesso non si approfondiscono molti aspetti delle dinamiche della legge del branco, non sono ben delineati i personaggi principali lasciando lacune che rendono difficoltosa la lettura, e dando la sensazione di aver saltato delle pagine mentre mancano proprio delle informazioni che leghino il succedersi degli eventi.

Danny è un cane mutaforma appartenete al branco del Numitor, vive però a Durham, cittadina universitaria inglese, facendo il professore e vivendo a stretto contatto con gli umani, lontano dal branco e da tutto quello che lo riguarda fino a quando incontra Jack, principe ereditario del Numitor sceso anche lui a Durham, sembra alla ricerca di Danny. Sono due personalità molto diverse, forti e caparbi entrambi ma in modi diversi, ma mentre Danny è più empatico e apprezza in un certo modo gli umani, Jack è quasi indifferente alla loro sorte, risultando rude e arrogante oltre che molto aggressivo.

Sullo sfondo di sconvolgimenti climatici che sembrano annunciare la fine del mondo, i protagonisti si troveranno ad affrontare situazioni pericolose e molto difficili che coinvolgeranno alcune amicizie e conoscenze umane di Danny, inoltre il fratello gemello di Jack, in perenne rivalità con lui, causerà non pochi problemi. Questa parte è molto intrigante ma ancora una volta non è supportata in modo sufficiente da dettagli che leghino l’evolversi della storia, probabilmente perché questo è il primo libro di una serie e quindi mi aspetto, e in effetti lo spero, che i successivi mi chiariscano le idee.

Infatti avrei preferito qualche informazione introduttiva più esauriente, qualche accenno sul passato di Danny e di Jack per farci capire che persone siano, qualche spunto sulla gerarchia del branco e sulle loro usanze sarebbero state preziose per capire le situazioni che devono affrontare, per esempio cosa abbia spinto Danny a trasferirsi a Durham a fare il professore universitario, oppure cosa comporti per Jack essere il principe del Numitor, oltre a diventarne il capo branco.

Sicuramente il mio punto di vista non sarà condiviso da tutti, ed è questo il bello di un libro: quello che a una persona non dice nulla per un’altra è meravigliosa, e la mancanza di dettagli per me fondamentale per apprezzare appieno la storia, per qualcun altro può essere un punto a favore, ritenendole per esempio una distrazione.

Una lettura meno appassionante del solito ma spero che nel prossimo capitolo ci sia qualche dettaglio in più che mi possa intrigare; comunque se volete leggere di lupi un po’ più rudi e meno romantici e coccolosi del solito questo libro potrebbe fare per voi.

 

 

 

 

 

Salva

Salva

2 commenti su “RECENSIONE: “CANI E LUPI” di TA Moore – 26 Febbraio 2019

  1. fede
    9 marzo 2019

    Io sono assolutamente d’accordo, é stata una vera delusione questo libro.
    L’autrice sembra aver messo insieme una accozzaglia di elementi non ben specificati,é tutto confuso e confusionario, niente é approfondito. Sarò troppo dura ma tra tutti i libri da tradurre, perché proprio questo?

    "Mi piace"

    • selvaggia
      9 marzo 2019

      Cara Fede, chi lo sa? Probabilmente per farci conoscere qualche autore nuovo. Speriamo che i prossimi siano più interessanti. Un caro abbraccio

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 febbraio 2019 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: