Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “DELITTI E DISASTRI” di Rhys Ford – 5 Marzo 2019

TITOLO: Delitti e Disastri
AUTORE: Rhys Ford
TRADUZIONE: Claudia Milani
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Suspense
COVER ARTIST: Reece Notley
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 sul sito dell’Editore
PAGINE: 238
USCITA: 5 Marzo 2019
LIVELLO DI SENSUALITA‘:
LINK PER L’ACQUISTO: Delitti e disastri

TRAMA: I morti tengono la bocca chiusa.

L’ex topo d’appartamento Rook Stevens ha rubato molti oggetti preziosi in passato, ma mai prima d’ora era stato accusato di aver sottratto una vita. Una cosa è trovare una vecchia complice ad aspettarlo dentro al Potter’s Field, il suo negozio di cimeli della cultura pop, un’altra è inciampare nel suo cadavere.

Il detective Dante Montoya era convinto di aver chiuso per sempre con Rook Stevens, dopo che il suo precedente partner aveva falsificato delle prove per incastrare il ladro di gioielli che invece se l’era cavata impunemente. Così, quando interrompe la fuga di un sospettato di omicidio coperto di sangue, rimane senza parole nello scoprire che si tratta proprio dell’uomo che aveva giurato di mettere dietro le sbarre e che continua a fargli ribollire il sangue nelle vene anche a distanza di anni.

Rook è determinato a scrollarsi di dosso l’accusa di omicidio, anche se ciò significa prendere le distanze dal duro detective messico-cubano che lo ha arrestato. Ma come se un’artista della truffa morta non fosse abbastanza, presto se ne aggiungo altre e, mentre i cadaveri si ammucchiano ai suoi piedi, Rook è costretto a chiedere aiuto proprio all’ultima persona che in teoria dovrebbe credere alla sua innocenza… e l’unico uomo che non è mai riuscito a dimenticare.

 

Il binomio poliziotto e criminale semi redento mi ha sempre intrigato, quindi mi sono apprestata con piacere alla lettura di questo libro, anche perché conosco l’autrice e i suoi libri mi sono piaciuti praticamente tutti fino a questo momento.

In questo romanzo ci troviamo immersi nella fuga dalla scena di un delitto con Rook Stevens, ex ladro di appartamenti, che ha lasciato la professione per aprire un negozio di articoli per collezionisti. È il proprietario della scena in questione, e questo evento darà il via a una serie di situazioni che metteranno in pericolo la sua vita e quella di alcune persone che gli gravitano attorno.

In tutto questo si inserisce Dante Montoya, poliziotto della omicidi e vecchia conoscenza di Rook, che lo placca durante la sua fuga. Dante  sente di avere ancora qualcosa in sospeso con Rook, sia come poliziotto che a livello personale.

Durante le indagini e gli scampati attentati alla vita del sospettato del caso, Dante e Rook hanno l’occasione di conoscersi meglio di quanto abbiano fatto anni prima, e dare un’occasione all’attrazione che sentivano l’uno verso l’altro, per poi andare avanti ognuno con la propria vita… almeno è questo che pensano all’inizio, ma come si sa nulla va mai come progettiamo noi e tutto invece come vuole la vita.

Rook e Dante sono due persone all’opposto, hanno modi molto diversi di vedere la vita e i rapporti umani, con esperienze famigliari diverse. Due personaggi belli e ben caratterizzati, irriverente, sarcastico e cinico fino all’osso l’ex ladro, che vuole vivere una vita normale e onesta, ma anche leale e generoso con le persone che ha imparato a conoscere negli anni di professione, sempre pronto ad aiutare e supportare chi gli chiede una mano. Dante al contrario ha un forte senso della giustizia, del bene e del male, ma si trova sempre più intrigato e affascinato da quest’uomo che era un ladro, anche se adesso si è ritirato, che schiaccia tutti i suoi pulsanti complicandogli il lavoro ma rendendolo molto più interessante.

La trama gialla, anche se non al cardio palma è molto intrigante, ben costruita, con indizi sparpagliati lungo la storia che tengono desto l’interesse del lettore senza pause, con un susseguirsi di azione e scoperte che accompagnano la storia d’amore tra i nostri protagonisti pagina dopo pagina. Ho apprezzato molto la caratterizzazione del nonno di Rook, Archibald Martin, irriverente e dispotico, con un sarcasmo pungente e affilato degno del nipote, e che ha dato una certa verve ai siparietti con il nipote, divertenti e spassosi, ma dai quali si capisce quanto ami il nipote ritrovato anche se non è contento del suo stile di vita. Come pure lo zio di Dante, tio Manny, drag queen e dolcissimo uomo a cui mancano tantissimo la sorella e la famiglia che l’hanno disconosciuto per la sua omosessualità e che cerca di ritrovare quel senso di appartenenza con il nipote.

Una lettura bella e scorrevole, avvincente e divertente, con una traduzione bella e scrupolosa, hanno reso questa storia una compagnia piacevole e intrigante, con un assassino da scoprire, due uomini su fronti opposti che trovano un ponte per conoscersi e capirsi, e forse innamorarsi, un nonno sopra le righe ma con un cuore generoso e uno zio dolce e amorevole. Consiglio certamente di leggere questa storia, non ve ne pentirete, per conoscere tutti questi personaggi che meritano di essere conosciuti.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 marzo 2019 da in Contemporaneo, Recensione in anteprima, Romance, Suspence con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: