Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “NON SI PUO’ FERMARE L’ESTATE” di Anton Emilio Krogh – 18 Dicembre 2018

TITOLO: Non si può fermare l’estate
AUTORE: Anton Emilio Krogh
CASA EDITRICE: Ugo Mursia Editore
GENERE: Narrativa
E-BOOK:
PREZZO: € 9,99  su Amazon (Disponibile su Ku)
USCITA: 19 Dicembre 2018
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Medio
LINK PER L’ACQUISTO: Non si può fermare l’estate
 

TRAMA: Tre uomini sulla soglia dei quarant’anni, tre uomini alla resa dei conti con il giro di boa, tra esultanze e precipizi. 
Carlo, Ferdinando e Luca sono tre amici che la vita ha unito al liceo, la solidarietà ha salvato dal bullismo e da una società che prova a mettere all’angolo chi è diverso. Tre moschettieri contemporanei, cresciuti al grido di: «Tutti per uno e uno per tutti». 
Sullo sfondo di queste vite scalpitanti c’è l’estate con la sua carica sovversiva e i suoi impulsi alla libertà e al divertimento. Tre luoghi, non solo geografici, ma anche dell’anima, Napoli, Cuba e Mykonos, fanno da cornice ad amori, emozioni e sentimenti che ribalteranno le vite dei protagonisti. Proprio come fa il destino con quel mazzo di carte bizzarro e sorprendente che tiene in mano e che sempre rimescola al ritmo di un’indimenticabile colonna sonora.

 

“L’estate è un sentimento. Un sentimento ribelle, una sorta di esplosione energetica, la carica solare che ci spinge a fare cose che non siamo disposti a fare durante l’anno, a spogliarci delle nostre corazze, a diventare leggeri per abbandonarci a correnti ascensionali che non importa dove conducano.”

Inizia così questo bel libro di Anton Emilio Krogh, avvocato penalista con la passione per la scrittura e con all’attivo un romanzo autobiografico con cui ha esordito nel mondo della narrativa.

Un libro che ha dentro di sé numerosi sentimenti ed emozioni, primo fra tutti la gioia e l’entusiasmo per una stagione, l’estate, che rappresenta una rinascita, un levarsi i panni pesanti dell’inverno per risplendere a nuova vita e affrontare con entusiasmo le avventure che una nuova estate può portare.

Un autore che diventa narratore in prima persona per raccontare l’estate di tre amici sulla soglia dei quarant’anni, Carlo, Luca e Ferdinando, “al giro di boa” come vengono definiti, e che trascorrono un’estate di libertà e spensieratezza sullo sfondo di tre città molto diverse, ma altrettanto caratteristiche e vibranti di vita come Napoli, Cuba e Mykonos, un’estate in cui questi tre uomini affronteranno avventure amorose e nuovi inizi, sempre però con la consapevolezza che la loro amicizia rimarrà l’unico punto saldo e imprescindibile.

“Di quella vacanza ai confini dei quarant’anni avrebbero potuto dimenticare tutto ma non quell’abbraccio vero, fraterno, che dava loro la granitica certezza che non sarebbero mai stati soli.”

Un racconto, quello dell’autore, che parte dai primi anni ‘90, nel liceo dove i tre, allora solo ragazzini, si conoscono; da quel momento in poi la loro vita sarà irrimediabilmente legata, accumunata anche dalla loro battaglia contro i bulli, contro una violenza psicologica pressante e continua a cui però ognuno di loro, secondo il proprio carattere, reagisce in maniera molto diversa.

I protagonisti, come già accennato, sono Carlo, il ragazzo solare ed estroverso, di buona famiglia, il ragazzo popolare a cui tutti vorrebbero assomigliare; Ferdinando, il ragazzo attraente, anch’egli di buona famiglia ma più sfuggente, più misterioso e infine Luca, il più sfrontato ed eccentrico, il “diverso” per eccellenza su cui fin da subito si concentrano le prese in giro, via via sempre più pesanti fino a diventare un vero e proprio bullismo.

Il libro poi si trasferisce a un periodo più recente in cui ritroviamo i tre protagonisti ormai adulti, tutti realizzati professionalmente ma ancora “adolescenti” in campo amoroso.

Ed è proprio in occasione dell’imminente matrimonio di uno dei tre a innescare l’inizio di questo viaggio, concepito inizialmente solo come un fine settimana, ma trasformatosi poi in un periodo ben più lungo.

Un periodo in cui godere della reciproca amicizia, di rinsaldare i rapporti, di lasciarsi andare a nuove ed eccitanti avventure ma anche ripensare alla propria vita, a quello che hanno dato per scontato o a cui hanno dato più importanza di quello che avrebbe meritato.

Un viaggio che sa di libertà, di voglia di vivere, di catturare ogni esperienza; un viaggio dal sapore di ribellione, come se i quarant’anni fossero un qualche tipo di traguardo dopo il quale non si può più guardarsi indietro.

Un libro che parte da un periodo difficile e problematico come quello dell’adolescenza, aggravato dal bullismo e dall’omofobia, ma che si concentra poi su quello adulto, non meno scevro di problemi e preoccupazioni.

Nonostante i temi affrontati siano certamente importanti e anche molto attuali, l’autore riesce però a rimanere sempre molto positivo, con una scrittura briosa e leggera, che rende questo libro molto coinvolgente e mai troppo pesante.

“[…] insieme a tutti voi mi piace pensare che la prossima sarà spettacolare e inarrestabile, ma soprattutto infinita perché ne diventeremo custodi e ce la porteremo ben oltre l’ultimo mare. Perché da uomini liberi non possiamo smettere di amare e non possiamo fermare l’estate.”

 

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 marzo 2019 da in Contemporaneo, narrativa, Recensione con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: