Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “CUORE DI FOGLIA, RADICI DI PIETRA” – Serie Gli eredi della foglia #2 – di Giuditta Ross – 26 Marzo 2019

TITOLO: Cuore di foglia, radici di pietra
AUTORE: Giuditta Ross
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Fantasy
SERIE: Gli eredi della foglia #2
EBOOK: Si
PAGINE: 348
PREZZO: € 5,99 su Amazon
DATA USCITA: 26 Marzo 2019
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Medio

TRAMA: L’Alberopietra è risorto a nuova vita. Il sangue di Nairnering Cuordifoglia sparso sulle sue radici, credute ormai aride, ha ridato speranza a un intero regno. Finalmente Mojheardean può sedere sul Trono di Pietra e risollevare le sorti del suo popolo e, forse, delle intere stirpi fatate. Nair sa bene che non sarà sufficiente: non per la pace, né per lenire il tormento della sua anima nera. La corte di Pietrabuia non è un posto sicuro e lui ha fatto una promessa: farà qualunque cosa pur di risanare il suo debito.

Mojheardean ha lottato nell’ombra per tutta la sua vita. Ha combattuto, celando i propri intenti, contro la sua stessa stirpe maledetta dalla follia. Ha subito indicibili torture e ha giocato con astuzia ogni arma a disposizione per occupare la scomoda seduta del Trono di Pietra. Un’esistenza votata al riscatto per la sua gente, per un popolo che aveva smesso di sperare. Tra le insidie di una corte in bilico sull’orlo di un cambiamento epocale, Mo sa che quello non è che l’inizio e che mantenere saldo il regno richiederà un sacrificio ancora più grande.
Il suo pensiero, però, non fa che tornare a colui che ha salvato tutti loro, e si trova combattuto tra il desiderio di cedergli ogni cosa e il terrore di farlo. Ma lasciare avvizzire il proprio cuore potrebbe essere un prezzo che non è disposto a pagare.

 

Questo romanzo è il secondo di una serie fantasy, ambientata in un regno immaginario dove convivono umani, vampiri, sidhe (fate), streghe; nel precedente libro abbiamo visto che la fragile pace e i trattati tra le popolazioni sono ormai in bilico e, nonostante i due regni dei sidhe siano ormai alleati, ci sono correnti  da entrambe le parti contrarie a un’alleanza tra antichi nemici.

Tra gli intrighi di palazzo, servito, riverito e temuto, ritroviamo Mojheardean, principe secondogenito ed erede al trono di Pietrabuia, regno dei Sidhe grigi, in contrapposizione al regno dei Sidhe luminosi, governati dalla giovane regina Mab; in un non lontano passato sono sempre stati popoli nemici e lo stesso principe è reduce da una lunga e terribile detenzione nelle mani dei membri del Cerchio, organizzazione potente e ambigua dei Luminosi, che lo ha tenuto prigioniero torturandolo in molti modi per carpire i suoi segreti, sospettandolo di essere crudele, pazzo e sanguinario come il fratello maggiore.

Durante la prigionia il giovane principe ha conosciuto, anzi è stato tormentato e sedotto, da Nair, e tra di loro si è acceso un circolo vizioso di desiderio e senso di colpa che li attrae e li respinge, tormentati dai ricordi e dalla passione che ormai è sempre più palese ma che non riescono ad accettare e affrontare, innescando un intreccio intenso e sensuale molto ben costruito e coinvolgente:

“Non c’era possibilità di riscatto per lui. In nessuna vita immaginabile Mo avrebbe accettato il suo tocco. In nessun modo lui avrebbe guadagnato il suo perdono per quanto gli aveva inflitto. L’aveva letto chiaro nei suoi occhi, nelle infinite notti in cui aveva asciugato le sue lacrime. Nel tempo in cui aveva lavato via il sangue che egli stesso aveva contribuito a versare.

E non era la crudeltà che non gli avrebbe mai perdonato. Era il piacere”

Nel primo romanzo il potere inaspettato di Nair ha innescato la rinascita del regno di Pietrabuia, mentre ora scopriamo che altri personaggi hanno poteri oscuri e nascosti che in parte verranno rivelati in questo romanzo, mentre altri sono rimasti in attesa del terzo capitolo, in una trama molto avvincente e sensuale  in cui coppie vecchie e nuove si muovono e si intrecciano in un balletto a tratti divertente e a volte drammatico.

Il mio parere sulla serie è molto positivo anche se ammetto che il primo capitolo non mi aveva soddisfatta del tutto, nonostante la storia tra la fata-vampira Alice e il vampiro spietato Alistair mi fosse piaciuta; solo leggendo questo secondo capitolo mi sono resa conto che quella coppia è stata oscurata dalla coppia Mo e Nair e, anche se in misura minore, dalla regina Mab e da Rain, il gemello di Nair, personaggi bellissimi e indimenticabili che hanno messo un po’ in ombra la storia principale.

Consiglio vivamente questo romanzo sia per la trama che per l’ottima scrittura, e ammetto di non vedere l’ora di leggere la prossima storia tra la battagliera Mab e il silenzioso e oscuro Rain , che certo promette molto bene soprattutto dopo aver letto le ultime pagine di questo romanzo.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: