Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “IL CASO DELLO STUDIOSO SEDUCENTE” – Serie I misteri di Middlemark#1 – di Tara Lain – 7 Maggio 2019

 
TITOLO: Il caso dello studioso seducente
AUTORE: Tara Lain
TRADUZIONE: Cristina Massaccesi
SERIE: I misteri di Middlemark#1
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Suspense
COVER ARTIST: Kanaxa
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner
USCITA: 7 Maggio 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio

TRAMA: Il dottor Llewellyn Lewis ha una doppia vita: è allo stesso tempo un impacciato ma stimato professore di storia e l’appariscente Ramon Rondell, famigerato autore di sensazionalistiche teorie storiche. Ramon è il primo a mettere gli occhi su un irresistibile ballerino in un club, ma tocca a Llewellyn incontrare l’assistente universitario Blaise Arthur in un’occasione formale: la cena in onore di Anne de Vere, una discendente di Edward de Vere, diciassettesimo Conte di Oxford, sospettato da alcuni di essere il vero Shakespeare. Anne vuole che Llewellyn dimostri questa teoria, sebbene molti abbiano già tentato di farlo senza risultato, ed è pronta a fare una generosa donazione alla Middlemark University in caso di successo.

Per Llewellyn questa potrebbe anche essere l’occasione giusta per conoscere meglio Blaise.

Non tutti pensano che Llewellyn debba accettare l’incarico o il denaro. Tra fratelli in lite, mecenati rivali, colleghi gelosi e avidi amministratori, chiunque potrebbe tentare di sabotare la sua ricerca… e qualcuno è anche disposto a uccidere per riuscirci.

Quando Anne de Vere viene trovata morta, la polizia sospetta che sia Blaise l’assassino, e soltanto il timido, balbuziente professore che ha conquistato il suo cuore potrà provare il contrario…

 

Non me ne vogliano Llewellyn e Blaise, ma i veri protagonisti di questo libro sono i tre gatti di casa Lewis: piccole, adorabili palle pelose dispotiche, con artigli affilati come trappole mortali, che sanno piegarti alla sudditanza con un miagolio. No, scherzo. Quasi. Anche loro vi conquisteranno, perché è impossibile non amarli, ma è Llewellyn che mi ha rubato il cuore: è come vedere mescolati insieme Adrien English e Percival Endicott Whyborne. Capite come mi sento?

Llewellyn è un impacciato ricercatore di storia, timido e balbuziente, che si crede socialmente inadeguato e inetto, con un’infanzia di cui si sa poco ma di cui si intuiscono risvolti solitari, dolorosi e umilianti. Il suo unico conforto sono il suo lavoro e i suoi gatti, da cui riceve consolazione e amore.

In realtà, Llewellyn è un uomo dalla grande intelligenza e dalle infinite conoscenze, ma sottovaluta il proprio potenziale; ha delle persone che gli sono vicine che tengono a lui e riconoscono il suo buon cuore, ma la sua timidezza lo frena dal creare legami.

A Llewellyn servirebbe una cabina come quella di Clark Kent, per trasformarsi più agevolmente nel suo alterego spigliato, sensuale e modaiolo. Ramon Rondell è la sua fuga dalla realtà, dal peso della solitudine e della quotidianità. Ma cedervi non è mai indolore per Llewellyn, eppure non riesce a rinunciarvi. Quando in entrambe le sue vesti egli incontra l’affascinante Blaise Arthur, è amore a prima vista.

Blaise ammalia donne e uomini con sorrisi accattivanti e parlantina svelta, riesce a sedurli senza fatica ma, suo malgrado, è proprio Llewellyn, con le sue incongruenze e la bellezza inconsapevole, a stregarlo.

Questo m/m romance moderno è ambientato nel mondo accademico e scomoda persino il Bardo mentre si cerca di scoprire verità sensazionali e chiarire parentadi vari. Tra una dissertazione e l’altra, abbiamo un interessante caso da risolvere e diversi personaggi – più o meno bizzarri, egocentrici, oppure solari e solerti – che interagiscono con i protagonisti creando una trama interessante, ben gestita, con un paio di colpi di scena ben piazzati che incuriosiscono fino alla fine.

Pur con una narrazione in terza persona, abbiamo modo di scoprire i pensieri di Llewellyn e Blaise, che si alterano continuamente nel testo.

Verso la fine del libro abbiamo modo di conoscere il protagonista del secondo volume della serie, perché viene introdotto. Ma spero che avremo modo di ritrovare ancora Llewellyn e Blaise, perché li ho adorati!

Una lettura che consiglio caldamente se cercate un bel romance spruzzato di giallo.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: