Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IO + TE” di Elle Kennedy & Sarina Bowen – 22 Aprile 2019

TITOLO: Io + Te
AUTORE: Elle Kennedy & Sarina Bowen
TRADUZIONE: Valentina Cabras
CASA EDITRICE: Always Publishing
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 5,99 su Amazon
PAGINE: 298
USCITA: 22 Aprile 2019
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
LINK PER L’ACQUISTO: Io+Te

TRAMA: Jamie Canning non è mai riuscito a capire come mai ha perso il suo migliore amico. Dopo innumerevoli estati passate insieme al campo, il suo compagno di stanza sempre con la battuta sulla lingua e pronto a cacciarsi nei guai, lo ha tagliato fuori dalla sua vita senza una spiegazione. E una sfida stupida e una serata un po’ folle non possono bastare, per Jamie, a spezzare un legame di amicizia sincera. 
Ryan Wesley è la stella della sua squadra di Hockey, a un passo da una carriera luminosa nello sport che più ama. Ha solo un rimpianto: aver attirato, con dei secondi fini, il suo migliore amico in una sfida che ha spinto il loro legame oltre il limite e rovinato tutto. 
Ora la sua squadra dovrà affrontare quella del college di Jamie ai playoff del campionato nazionale, e Ryan ha finalmente la possibilità di scusarsi. Ma gli basterà rivedere solo una volta il ragazzo di cui in segreto è sempre stato innamorato, per ripiombare nel tormento. 
Dal loro incontro Jamie non troverà risposte, ma solo altre domande. Sarà solo quando Ryan si presenterà al loro vecchio campo estivo ad allenare al suo fianco per un’ultima estate bollente, che Jamie finalmente scoprirà una verità inaspettata sul suo migliore amico, su quella fatidica ultima sera di quattro anni prima, e soprattutto… una verità su stesso.

 

Premetto che questo libro è stata una stupenda sorpresa. Ha avuto la capacità di coinvolgermi da subito, sapendomi regalare bellissimi momenti.

Sicuramente il merito è ascrivibile all’abilità delle autrici di aver saputo raccontare con intensità, ma senza alcuna pesantezza, una storia non facile: conoscersi e accettarsi per chi e come siamo, al di là delle aspirazioni sognate da genitori e familiari e dagli stereotipi sociali e convenzionali, in contesti che possono, a volte, essere avversi.

Durante la narrazione i due protagonisti, Wes e Jamie, scoprono sé stessi, con i loro sogni, desideri e ambizioni, tentano di realizzarli imparando, nel frattempo, a diventare grandi, per riuscire, alla fine, a regalarsi l’impagabile sensazione di essere soddisfatti di come si è.

Il racconto si snoda mediante i pov alternati dei due. Questa tecnica qui è perfetta, indispensabile. L’avvicendamento del punto di vista permette di capire il perché dell’agire di Wes e di Jamie e consente, alle autrici, di dare spessore e potenza ai sentimenti e ai pensieri dei protagonisti.

Wes, quattro anni prima, ha interrotto freddamente, senza alcuna spiegazione, ogni contatto con quello che, sino ad allora, era stato il suo migliore amico, Jamie appunto. Solo il progredire del racconto e dei ricordi permetterà a noi lettori di scoprire il perché di quel brusco taglio, anche se al di là dei comportamenti, delle azioni e dei sensi di colpa, il tutto si può riassumere col fatto che Wes si è scoperto innamorato, innamorato perso, del suo migliore amico, purtroppo etero.

Dopo quattro anni la vita offre la possibilità a Wes di ricucire i rapporti e non sia mai che Wes si lasci sfuggire l’occasione, perché Wes è un trascinatore, un folle, un entusiasta, è colui che deve e vuole provare e tentare tutto.

Wes con la sua vitalità frizzante, abbagliante, che gli permette di resistere, sopravvivere e vivere, nonostante il dolore costante di sapere di non essere capito e accettato dai propri genitori, torri d’avorio chiuse nel loro egoismo e perbenismo, dove potere, denaro e apparenza sono valori e non mezzi.

Wes decide, dunque, di ricostruire quell’amicizia che è stata per anni il suo intero mondo e Jamie, con la tranquilla solarità che lo contraddistingue, non porrà alcun ostacolo. Non si creda, però, che questa tranquilla accettazione dei fatti sia indice di scarso carattere o stima di sé da parte di Jamie, al contrario.

Jamie è una roccia, che si modella e adegua ai venti e alle correnti che la investono, ma è lì ferma. Jamie è un ventiduenne conscio delle sue capacità e dei sentimenti che si trova a vivere, grazie soprattutto alla sua famiglia, che da sempre, comunque e a discapito di tutto, lo ama. L’amore ha questo potere, anzi è il super potere dell’amore, che permette di affrontare e superare prove che sembrano impossibili, perché offre quella rete di protezione di cui tutti abbiamo bisogno. Lanciarsi, tentare, rischiare, ma sapere che poi, comunque vada, qualcuno sarà là per te e con te per rallegrarsi e gioire insieme o per offrire conforto e solidarietà, quella coperta di Linus che tutti vorremmo.

Episodio, dopo episodio, giorno dopo giorno assisteremo al riavvicinamento di Wes e Jamie, ma soprattutto all’affascinante evoluzione del loro rapporto. Amici sempre, ma questa volta con la consapevolezza dichiarata di piacersi e desiderarsi fisicamente da parte di entrambi. E’ un percorso raccontato con naturalezza, persino per Jamie, che si è sempre sentito etero.

Ritengo che la bravura delle autrici sia stata legare la conquista del sapersi e accettarsi quale bisessuale da parte di Jamie, al fatto di farlo agire per impulsi e non dal pensiero logico. La fisicità e i desideri sessuali guidano le azioni di Jamie, che cede alle avances di Wes e anzi le ricerca. Solo in un secondo momento Jamie cederà alle introspezioni personali e all’indagine dei sentimenti.

E’ credibile. Quando si è giovani si è inconsapevoli, incoscienti, non si riesce a razionalizzare, è facile, insomma essere trascinati, soprattutto se forti desideri e sentimenti ti dominano. E’ difficile aprirsi e raccontarsi e, pertanto, riuscire a dare forma logica ai propri pensieri e alle proprie azioni.

Vedremo dunque Wes e Jamie fare all’amore appassionatamente e intensamente. Scene bellissime, sensuali, ma anche buffe e tenere, da cui ognuno di loro emerge sempre più innamorato e coinvolto, ma anche spaventato. Cosa succederà alla fine dell’estate, quando dovranno intraprendere il percorso della loro vita da adulti?

Come premesso le risposte che il racconto offre mi hanno conquistata. E’ veramente un libro denso coinvolgente, pur rimanendo soave e scorrevolissimo. Gli avvenimenti e le riflessioni sono perfettamente bilanciati, dosati, tanto che IO + TE è, certamente, un libro in grado di soddisfare ogni “palato”.  In esso convivono la parte romantica, la parte sensuale, la parte angst, la parte buffa,  la parte tenera e la parte dolorosa, insomma la gioia, il pianto, la rabbia e la dolcezza mischiate e amalgamate fra di loro, affinché a noi lettori sia offerto un insieme perfetto.

Consigliatissimo.

 

Salva

Salva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 maggio 2019 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: